Home / Lignano Sabbiadoro / Argomenti del martedì: collaborazione; appuntamenti; Simple Mids; Damiani; Lignanhollywood; Lignano in Moda; Delfino e Comune

Argomenti del martedì: collaborazione; appuntamenti; Simple Mids; Damiani; Lignanhollywood; Lignano in Moda; Delfino e Comune

Collaborazione

Cerchiamo collaboratrice/tore per scrivere di e su Lignano….

Appuntamenti

Mercoledì 30 al Parco Hemingway, Pupi e Pini; venerdì 1 agosto all’UTE di Pineta concerto lirico di Claudia Puhr; martedì 29 all’Arena Alpe Adria, Simple Minds; dal 25 luglio a Aquileia Festa dell’Unità;

COMUNICATO STAMPA

Azalea Promotion in collaborazione con la Città di Lignano Sabbiadoro, la Regione Friuli Venezia Giulia e TurismoFVG “Music & Live” e Vivo Concerti presenta

simple minds

con 5 album e oltre 60 milioni di dischi venduti hanno  scritto la storia del rock un grande concerto che celebra i loro maggiori successi come don’t you forget (about me), alive & kicking, belfast child love song, new gold dream, waterfront, sanctify yourself e molte altre. L’Arena Alpe Adria di Lignano Sabbiadoro torna teatro di grandi live internazionali THE GREATEST HITS TOUR – LIGNANO SABBIADORO – Arena Alpe Adria 29 LUGLIO 2014 Apertura casse ore 18.30 – Apertura porte ore 20.00 Inizio concerto ore 21.30

I biglietti per il concerto sono ancora disponibili nei punti vendita Ticketone e Azalea Promotion e lo saranno anche domani alla cassa, a partire dalle 18.30

Attesa alle stelle a Lignano Sabbiadoro, pronta a ospitare domani, martedì 29 luglio, iI concerto di una delle band riferimento della scena internazionale. Stiamo parlando dei SIMPLE MINDS, gruppo cult degli anni ’80, capace di vendere oltre 60 milioni di dischi in carriera, di ritorno in Italia con il “The Greatest Hits Tour”, tournée fra le più attese dell’estate. Dopo Taormina, Roma e Ferrara, Lignano Sabbiadoro ospiterà domani l’unico concerto in tutto il Nordest per Jim Kerr e compagni. I biglietti per l’atteso live, organizzato da Azalea Promotion, in collaborazione con la Città di Lignano Sabbiadoro, la Regione Friuli Venezia Giulia e Vivo Concerti, inserito nel pacchetto “Music&Live” dell’Agenzia TurismoFVG, sono ancora disponibili nei punti vendita Ticketone e Azalea Promotion e lo saranno anche domani alla cassa dell’arena, a partire dalle 18.30. Qui gli altri orari utili della serata, con le porte che apriranno alle 19.30, in attesa dello spettacolo vero e proprio, che inizierà alle 21.30.    Nati sul finire degli anni ’70 ed esplosi a livello mondiale negli anni ’80, gli scozzesi Simple Minds hanno scritto alcune tra le migliori pagine della storia del rock degli anni ’80 diventando, dopo l’uscita del capolavoro “New Gold Dream”, vero e proprio inno new wave, uno tra i gruppi più popolari dell’epoca. Scopritori di suoni, innovatori e rivoluzionari, tra avant-garde ed art-rock, pop ed ambient, i Simple Minds hanno, negli anni, raggiunto numerose volte le vette delle album charts con dischi come “Life In A Day”, “Real To Real” “Cacophony”, “New Gold Dream (81, 82, 83, 84)”, “Sons And Fascination/Sister Fellings Calling”, “Empire And Dance”, tutti album contenuti nello speciale box-set che la band ha pubblicato nel 2012.

Questi cinque dischi hanno avuto un impressionante impatto sulla scena musicale dell’epoca, spiccando tra i primi vagiti della new-wave con accenni di elettronica, continuando ad influenzare negli anni band come Manic Street Preachers, Primal Scream, The Killers, fino ai più recenti The Horrors, a dimostrazione di quanto siano ancora forti gli echi dei primi cinque lavori targati Simple Minds, considerati tra le più vitali espressioni del post-punk degli ultimi 35 anni di storia della musica.

Con oltre trent’anni di carriera e più di sessanta milioni di album venduti in tutto il mondo i Simple Minds hanno pubblicato lo scorso marzo “Celebrate -The Greatest Hits”, la nuova raccolta dei grandi successi della band di Jim Kerr che ripercorre il viaggio musicale della band di Glasgow, dagli esordi del 1979 con l’album “Life In A Day” fino all’ultimo “Graffiti Soul”, oltre a due brani inediti incisi appositamente per questo progetto, “Blood Diamonds” e “Broken Glass Park”.

I Simple Minds sono: Jim Kerr (voce),  Charlie Burchill (chitarra), Mel Gaynor  (batteria), Andy Gillespie (tastiere), Ged Grimes (basso).

L’Arena Alpe Adria di Lignano Sabbiadoro si conferma anche in questo 2014 il teatro ideale per grandi concerti e spettacoli dal vivo. Dopo il live dei Simple Minds, in programma lo spettacolo del comico del momento Angelo Pintus, con lo spettacolo “50 Sfumature di Pintus”, mercoledì 6 agosto, e il musical per famiglie “Cercasi Violetta”, una romantica storia d’amore ambientata ai giorni nostri, lunedì11 agosto. Biglietti in vendita, per informazioni www.azalea.it<http://www.azalea.it> .

Lignano In moda e Moda d’Autore

lignano in moda cafe 24

LIGNANO In arrivo tre giorni dedicati alla moda, il concorso per stilisti emergenti, la sfilata e     www.youtube.com

PROFONDO ROSSO PER UNA STAGIONE NERA di Luigi Damiani

Mi sono fermato per alcuni giorni nello scrivere per riflettere e leggere quanto la stampa locale ultimamente ha pubblicato, a volte a sproposito. Questa stagione turistica sarà la stagione più nera del dopo guerra, neanche l’anno delle alghe per chi se lo ricorda fù così nefasta e purtroppo avrà un segno  rosso quindi negativo molto marcato, si parla di un numero a doppia cifra e quindi superiore ad ogni più pessima previsione. Certo il fattore della crisi economica incide notevolmente soprattutto per quanto riguarda la clientela italiana, dopo un buon giugno l’attuale luglio per vari motivi dà segnali di forte debolezza e agosto non si presenta in termini di presenze molto bene, Inoltre abbiamo avuto un luglio che ad oggi ha avuto più giornate di pioggia che di sole, quindi sono venute a mancare le prenotazioni e quello che è peggio la fuga a volte anticipata di molti clienti.. Poi c’è un altro  aspetto che ha radici più lontane e che riguarda la località con i suoi servizi, i suoi prezzi, i suoi eventi che non creano più emozioni ed appeal. Ai primi si da colpa al patto di stabilità, ma al turista questo interessa poco o nulla, ai secondi ai commercianti ed albergatori, ricettivo in generale, che non ha un rapporto qualità prezzo, al terzo che non ci sono eventi di interesse nazionale o internazionale che possono creare aspettativa ed interesse. Quindi è ora che le cose vadano affrontate in modo deciso con idee chiare e che coinvolgano tutte le forze economico turistiche della località. C’è una enorme necessità di investimenti che potrebbero derivare in parte dalla tassa di soggiorno, ma una discreta componente turistica è profondamente contraria. L’alternativa è la tassa di scopo o il fund raising. Sta di fatto che comunque i soldi vanno trovati per fare degli investimenti in comunicazione e promozione, anche perchè la Regione e turismo FVG sembrano abbiano difficoltà di cassa. Se non si riparte con un progetto a medio lungo termine per il rilancio della località si rischia di rimanere tagliati fuori dal turismo internazionale. Nei momenti di crisi vanno fatti gli investimenti per riqualificare la località e il suo prodotto in modo da trovare nuovi mercati e nuovi turisti. La cosa importante è che tutte le componenti economico turistiche devono partecipare direttamente o attraverso le loro associazioni o consorzi di riferimento. Luigi Damiani

GABBIANO  o DELFINO ? NON C’E STORIA di Luigi Damiani

Vorrei esprimere il mio parere come professionista del marketing e della comunicazione sull’aspetto del cambiamento del marchio di LIGNANO. Il marchio  è commerciale perché comunica la località di Lignano Sabbiadoro con sotto il gabbiano. E’ un marchio commerciale che identifica la località, in quanto il marchio istituzionale del comune è il gagliardetto con la chiocciola di Pineta. Il marchio attuale di Lignano con il gabbiano  graficamente è molto pulito, mette in risalto la località, con la componente grafica trasmette leggerezza e libertà.  La proposta del marchio del delfino non la condivido , ed esprimo un parere professionale. Il delfino è molto usato in termini di comunicazione sia da località turistiche, parchi acquatici, e anche da attività commerciali. Basta andare su Best Creativity e digitare gabbiano per vedere i risultati. Nel caso del delfino  di Lignano, la grafica è sbilanciata e non ha ne un appiglio ne un appoggio. L’aspetto cromatico non è veritiero ma estremizzato per dare i colori di riferimento del verde e del giallo.. Inoltre mentre il gabbiano è un volatile che è di casa a Lignano, il delfino è un mammifero che non ha una presenza costante sulla nostra costa. Anzi a volte nel passato ne abbiamo visti alcuni morti perchè spiaggiati. Se proprio vogliamo dare un effetto diverso al marchio direi che si potrebbe fare un eventuale restyling del marchio esistente del gabbiano. Non trovo assolutamente opportuno cambiare il marchio con quello del delfino che ritengo anche obsoleto e per nulla creativo nella grafica. Spiego le motivazioni. Il marchio del gabbiano ormai è da moltissimi anni consolidato e identificato in Italia e all’estero. Mette in primis in evidenza la località di Lignano. Nel vissuto del turista il gabbiano è il sinonimo di Lignano. I materiali di comunicazione  e promozione da tantissimi anni riportano questo marchio, che identifica Lignano immediatamente. Mettere il nome di Lignano sopra il delfino, al di là di una ricerca dei pesi grafici comporterebbe confusione nel turista. A sua volta bisognerebbe fare una campagna per spiegare il nuovo marchio e il perchè del cambiamento. Tutto troppo difficile e complicato oltre che oneroso. Non si è mai visto una azienda commerciale che comunica con il suo marchio storico e viene identificata tramite il marchio, che si ponga sul mercato con un nuovo marchio , completamente diverso. Cerchiamo di immaginare una LAVAZZA, una PLASMON, una ILLY, una NESTLE’ o per eccesso una COCA COLA che modificassero totalmente il loro marchio. Pura follia, Verrebbe persa l’identità dell’azienda. Quello che invece molte aziende fanno è un restyling del marchio per renderlo più attuale tenendo come punti fermi la parte grafica o il simbolo / testimonial del marchio. Quindi il consiglio che posso dare in termini di comunicazione e marketing è di non cambiare  assolutamente il marchio con il gabbiano. Luigi Damiani

n.d.c.

delfino: prendiamo atto che il Comune ha tenuto a precisare che si tratta solo di “ipotesi” quella di fare del delfino il marchio di Lignano: meglio così. Dice, il Comune, che c’è stata una valanga disinformativa. Certo se si è resa necessaria una precisazione, forse la comunicazione non era stata chiara, e del resto… (rigorosamente copia incolla…) :…..   Giunta Comunale n.141 del 22/07/2014 Registrazione marchio figurativo della Città di Lignano Sabbiadoro…….   E poi anche….   “OGGETTO: Registrazione marchio figurativo della Città di Lignano Sabbiadoro……….   Comunque sia, bene, meglio così, meglio Il Cocal ……

…e a Lignanhollywood, che si dice?

Il Comune ha fatto una precisazione………….

due_gabbiani_si_parlano.delfino

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

Un commento

  1. politiche di marca
    Ringrazio Damiani perché la riflessione sul marchio Lignano, a differenza di quanto visto in altri siti, è pacata e cerca di analizzare l’utilizzo del marchio dal punto di vista del marketing, ma ci sono alcuni punti che meritano ulteriore analisi.
    Innanzitutto, la proprietà del logo del gabbiano è della turismo FVG che l’ha registrato come marchio europeo il 26 di maggio del 2003. Prima riflessione: il comune crea un proprio marchio per il centenario e la turismo fvg registra il marchio del gabbiano a ribadire che la promozione turistica è di sua competenza .
    L’utilizzo del marchio del gabbiano è quindi soggetta a concessione regionale. Chi lo utilizza deve fare domanda alla turismofvg ed è soggetto alla approvazione della turismofvg. Chi lo utilizza senza concessione commette un abuso.
    Seconda riflessione: la capacità di penetrazione del gabbiano come icona di Lignano qual è realmente? Una ricerca avanzata su google (lignano mowe, nazione austria) ci dà la risposta 11 siti, di cui quello che s’avvicina di più è un gabbiano sparuto su un palo.
    E in germania? Il gabbiano non vola meglio: i primi 20 siti con il logo del gabbiano non c’entrano proprio. Il motivo lo si capisce presto vedendo il sito della turismofvg.
    Il brand portato avanti negli ultimi anni è quello della regione friuli venezia giulia, non quello di Lignano o Grado che avevano una propria riconoscibilità.
    Poi, se non ricordo male, il centenario fu fatto e seguito in un periodo in cui alla cultura c’era una certa Ivana. Il fatto che il marchio del delfino sia stato ideato sul progetto di Marcello D’Olivo (così è scritto nella delibera) mi fa pensare che fosse nato con uno scopo anche di creare una identità lignanese. Si fa, per me, un torto a chi credeva in questa identità lignanese (Sapienza/Battaglia) e nell’anima di una grande città che è Lignano.
    Il discutere in negativo ci ha portato a salvare il gabbiano che è della turismo fvg e a bloccare per un altro anno le politiche di “city branding”. Nel 2003 era innovativo: precedeva le politiche di city branding di Pisa, Firenze, etc ora, invece, è necessario!
    Invece, la domanda da porre al comune (e agli altri enti) era: ma cosa avete intenzione di fare? Come avete intenzione di portare avanti l’immagine e il brand di Lignano? Quali sono le politiche di marca (sempre che sia competenza del comune e non della TFVG)? Volete spingere/aiutare il turismo verso politiche di marketing che mirano all’accoglienza (per capire cercate marketing accoglienza su google)?
    E poi un ulteriore spunto, sempre seguendo la bibbia del marketing. Chi ci vietava di utilizzare il gabbiano (ma di proprietà dei lignanesi) e il delfino per differenziare la promozione di servizi di Lignano?
    Il mio timore è che queste discussioni ora verranno bloccate dalle polemiche e un altro anno verrà perso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *