Home / Lignano Sabbiadoro / assemblea, seconda parte e pini, albergo, m 5 stelle, laguna in tecia, lega nord, lignano in tv, enduro

assemblea, seconda parte e pini, albergo, m 5 stelle, laguna in tecia, lega nord, lignano in tv, enduro

Enduro

Abbiamo letto di molte critica alla giornalista locale e al giornale locale per quanto scritto sulla non gara di enduro di sabato e domenica scorsi. Critiche anche eccessive, ma sacrosante; non si può parlare di quello che non c’è stato facendo finta di nulla, Ma c’è di peggio. Di molto peggio. Un sito specializzato, che parla di raid e di rally (volutamente non riportiamo il link, perché c’è un limite a tutto) parla della gara osannando e decantando e descrivendo situazioni che solo la fantasia di Jules Verne potrebbe superare. Tutto lo scritto inneggia agli organizzatori e condanna le beghe che invece, come ufficialmente abbiamo letto nella lettera della Federazione, non esistono. Una cronaca faziosa e non rispondente al vero, ma per fortuna sappiamo per certo che Lignano sa guardare e giudicare da sola.

Lignano in TV

Dopo la messa in onda su “Telefriuli”, nuovo “passaggio televisivo” per  “Moda d’Autore”!  Sabato 26 ottobre la finale del concorso per stilisti emergenti “Moda d’Autore”, registrata in Terrazza a Mare nei giorni 1 e 2 agosto,  sarà trasmessa da “Prima Free” emittente televisiva sul digitale terrestre.  Queste le regioni ed i canali nei quali “Prima Free” e’ visibile: Emilia Romagna (c. 668), Friuli Venezia Giulia (c. 286), Marche (c. 637), Piemonte (985), Trentino Alto Adige (c. 628), Veneto (c. 116).

La lega si rinnova

Il 23 ottobre  si è riunita la nostra sezione della Lega Nord, per acclamazione è stato eletto segretario Locatelli Paolo, già stato segretario in passato e distintosi per passione e dedizione alla politica.  Anno 1958, di professione albergatore impegnato nel sociale, sempre pronto ad ascoltare ed aiutare. da noi tutti i leghisti un augurio di un buon lavoro nel rappresentare le nostre idee.  Saluti – Codromaz  Alessio

Laguna in tecia, autunno inverno 2013 a Marano Lagunare (Udine)

Ecco il volantino di una kermesse enogastronomica che parte a novembre fino a dicembre a bordo del Battello Santa Maria. Si parte da Marano Lagunare, Lignano e da Aquileia, Grado. La filosofia di Laguna in Tecja 2014 è quella del turismo slow abbinato al pesce a filiera cortissima, mangiato nel luogo di pesca e preparato con ricette della tradizione lagunare. Si parte ogni sabato sera alle 19.30 e ogni domenica alle 10.30 per una mini crociera degustazione.  Obbligatoria la prenotazione.  Saluti C/te Nico Pavan

Laguna in tecja 2013_fronte per web

Laguna in tecja 2013_retro per web

I Consiglieri Regionali M5S chiedono un incontro con i Cittadini di Lignano

Il Movimento 5 Stelle Lignano Sabbiadoro ; Giovedì 7 novembre 2013, alle 20.00 al Centro Civico. I Cittadini che ci rappresentano in Regione a Trieste, verranno a raccogliere le esigenze della comunità di Lignano per farci da garanti per i problemi della comunità e per spiegarci il lavoro che stanno facendo.  Sono gradite la diffusione del presente messaggio e la partecipazione della cittadinanza per raccogliere idee per le politiche del territorio. I principali temi trattati saranno: 1) Costi della politica; 2) Patto di Stabilità; 3) Lavori Pubblici; 4) Problemi e necessità dei Lignanesi e della Città di Lignano.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

ex hotel nettuno

Mentre guardavo da casa mia la scavatrice infierire sulla sagoma ormai scheletrita dell’hotel Nettuno, complice anche una mattinata tipicamente autunnale, non ho potuto non provare un sentimento di malinconia per un pezzo di storia di Lignano che se ne andava. Al suo posto però sorgerà una nuova costruzione, un ampliamento dell’Hotel Columbus che diventerà un hotel con ben più di 100 camere !!  Dopo aver ascoltato in due sere diverse dal Sindaco e dal vice Presidente Regionale deprimenti prospettive sia per quanto riguarda la possibilità di rinnovare la nostra località ed anche di prevedibili tagli per la promozione indotti da regole poco comprensibili come il patto di stabilità e da una situazione economica contingente disastrosa, ho cominciato a guardare quella demolizione un momento di rinascita, una boccata di ottimismo in un momento in cui la depressione è il sentimento più diffuso.   Demolire il vecchio per costruire una struttura nuova con criteri moderni è spesso la migliore, anche se necessariamente coraggiosa, filosofia con cui affrontare le ristrutturazioni per presentarsi nel mercato turistico globalizzato con il quale ormai ci confrontiamo, ma anche la giusta risposta alle polemiche e alle critiche che sono state fatte al sistema ricettivo Lignanese in occasione della riclassificazione degli alberghi. Speriamo che altri imprenditori possano seguire questa impresa e quella di coloro, e c’è ne sono, che hanno già fatto importanti e riqualificanti ristrutturazioni, ne guadagnerebbe tutta Lignano.   Luigi Sutto

Spunti dall’Assemblea

Ha parlato per tre ore circa l’Amministrazione Comunale giovedì sera al Centro Civico e molte sono state le notizie e gli spunti da riprendere o semplicemente da dare; ieri abbiamo fatto una cronaca riassuntiva, oggi aggiungiamo dei pezzettini.

Un libro da 30.000 euro; tanto pare che verrà a costare quello su Lignano Sabbiadoro, molto corposo, e curato da La Bassa. Sarà un libro prevalentemente fotografico ( a Lignano sono attivi molti fotografi e c’è un Circolo degno di nota) e destinato ad essere omaggio agli ospiti. Lignano merita un volume di pregio, e speriamo lo sia, ma la spesa è alta in questo periodo di tagli. Giudicate e giudicherete voi.

Super dirigente: oltre che per riorganizzare la macchina amministrativa che non funziona (manca un centro unico per appalti e gare e acquisti, mancano gli sportelli unici, manca un mansionario, i regolamenti sono datati e manca soprattutto il controllo del lavoro delle persone che sono chiuse nelle stanze), il Sindaco ha anche giustificato la scelta annunciata già in campagna elettorale, dicendo come sia altissimo il numero delle cause, vinte e perse, fatte contro il Comune e di come i costi siano abnormi. E’ stato detto che questo super dirigente, curando meglio gli atti pubblici, dovrebbe far risparmiare soldi all’Ente. Il che è come dire: oggi sbagliamo mediamente per 100 volte, con lui dovremmo sbagliare molto meno e risparmiare. E’ un problema nazionale e non di Lignano: non sarebbe meglio che i dipendenti pubblici non sbagliassero?? E c’è una responsabilità di qualcuno o paga sempre Pantalone?

Turismo e Regione: Fanotto ha dato conto della serata Skall con la presenza dell’Assessore al Turismo Bolzonello; già a Lignano era intervenuto dicendo cose che non erano state accettate molto bene, tipo il fatto che è tutta la Regione a dover essere promosso e non il mare, o tipo la qualità degli alberghi non proprio alta. Nella serata  citata da Fanotto, Bolzonello ha anticipato il nuovo claim per il turismo friulano: “no tax area”, ovvero diciamo al possibile turista quello che NON abbiamo invece di promuovere quello che abbiamo. Sarebbe come se a Firenze dicessero che non hanno lo smog, o se a Venezia dicessero che non hanno traffico di motorini…… E’ stato, giustamente, molto critico Fanotto su questo aspetto. Probabilmente la sensazione è che la Regione abbia dimenticato Lignano e Grado puntando molto sull’entroterra. Sensazione acuita dal fatto che, sempre in quella serata, è venuto fuori che probabilmente non ci saranno più soldi per spettacoli e manifestazioni: jazz e golde nights insomma devono pagarseli gli operatori

Multe. Il Sindaco ha parlato di norme che intervengono a metà anno modificando il bilancio e il riferimento è allo sconto del 30% sulle multe, se pagate subito. Ovvio che sballano i conti e il Sindaco ha ragione a chiedere che certi provvedimenti inizino al 1 gennaio e non a luglio; ma qui, se permettete, il problema è più etico, ovvero la “previsione” delle multe. Si può ed è eticamente corretto (che si faccia, e che tutti i comuni lo facciano è altro ragionamento) “prevedere” 1.000 multe all’anno? Naturalmente numero a caso, ma è lecito mettere nero su bianco che ci saranno 1.000 discoli che infrangono la legge?? Come fai a saperlo?? E se poi ti accorgi che tutti guidano bene, non è per caso che spingi sui vigili per rientrare nella previsione?? Problema non di Lignano ovviamente, ma anche di Lignano, e le proteste sulle multe estive ne sono la controprova.

Alberghi. Fanotto ha allargato le braccia e con lui Luigi Sutto presidente del Consorzio Lignano Vacanza. Non ci sono contributi per sistemare le strutture che restano, in molti casi, nettamente al di sotto degli standard richiesti dal turista  del terzo millennio. Abbiamo alberghi piccoli e vecchi e mal arredati. E’ un GROSSO problema.

Manifestazioni e soldi. Come detto sopra probabilissimi i tagli da parte della Regione, e torna quindi in auge la operazione “fundraising”, ovvero la colletta. Sutto si è dichiarato possibilista, a patto di coinvolgere non solo gli alberghi, ma tutto l’indotto che vive di turismo; anche Fanotto pare essere non contrario, anzi, essendo che la Regione ha bocciato la Tassa di Soggiorno, resta solo la compartecipazione su base volontaria.

Via Venezia e Via Tolmezzo; Aula consiliare, Palestra e Piste atletica e Vecchia Pescheria; il lungo elenco delle cose da fare e che non vanno, riporta questi titoli principali; le pietre di Viale Venezia e Via Tolmezzo andranno sostituite, perché non funzionano e non se ne trovano più, quindi la fascia centrale verrà cambiata; nell’Aula Consiliare piove dentro e occorre mettere mano al tetto, idem per la Palestra che costa circa 80 euro al giorno di riscaldamento e forse sarebbe da pensare di demolirla e rifarla. La Vecchia Pescheria vedrà probabilmente un intervento conservativo, ma c’è anche allo studio un rapporto con una azienda privata, in sinergia ed infine la pista di atletica vede scadere la omologazione nel 2014: non ci sono i 350.000 euri necessari per rifarla e si punta a una proroga.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=491928614247330&set=gm.321954131277937&type=1&theater

Microcantieri. E’ una strada da studiare e percorrere, ovvero il privato sistema casa o albergo o attività e contemporaneamente sistema anche marciapiede e illuminazione, scalando negli anni la spesa dai tributi. Difficile ma fattibile.

Pinus Pinea e Pino d’Aleppo. Chiusura dell’Assemblea con una mezza protesta per i pini, che sono di due tipi: Pinus Pinea e Pino d’Aleppo; la tendenza è quella di sostituire i primi (quelli oggi in Via Europa), con i secondi (lungomare lato mare); ma si parla comunque di tagli. Staremo a vedere.

i due pini

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

2 commenti

  1. riccardo poleselli

    Dio quindi non hanno risolto niente con la riunione?bene che l’abbiano fatta ma se non ha portato niente di nuovo a non è servita a tanto.la riunione dei grilli sembra d’interesse ma viene messa online?

  2. buona iniziativa quella del comune e dei grillini.se fossero la stessa cosa forse sarebbe l’ideale perchè da quello che leggo vedo che il comune resta comunque statico senza mordente e privo di iniziative se non quello di facile sperpero di danari.la musica è cambiata sarebbe bello che i denari venissero spesi in concerto con la cittadinanza per le iniziative condivise dalla maggior parte delle persone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *