Home / Lignano Sabbiadoro / auto, auto quiz, delitto e coltelli, scuola, pesca in laguna, parte civile, hemingway, fare

auto, auto quiz, delitto e coltelli, scuola, pesca in laguna, parte civile, hemingway, fare

SCUOLA A LIGNANO: SABATO LIBERO? DECIDONO LE FAMIGLIE

Settimana corta e sabato libero per gli alunni delle scuole di Lignano? Saranno le famiglie a deciderlo e lo potranno fare esprimendo la loro preferenza in un questionario realizzato dall’amministrazione comunale.  Ieri sera, una sala consiliare affollatissima ha ospitato l’incontro promosso dall’amministrazione in collaborazione con la Scuola e i genitori al fine di fornire tutte le informazioni necessarie per prendere una decisione molto importante che tocca numerosi ambiti, anche extra scolastici, e che coinvolge di fatto tutta la comunità.  Alla presenza dei responsabili dell’ufficio comunale delle politiche giovanili e degli assessori Vico Meroi e Manuel Rodeano è stato presentato un quadro dell’attuale situazione per ciò che riguarda scuola primaria e secondaria, di cosa cambierebbe introducendo il tempo pieno, di quali sarebbero i vantaggi e quali gli svantaggi. A tutte le famiglie è stato consegnato quindi il questionario che dovrà essere riconsegnato in comune entro il 30 gennaio. Per essere valido il 70 per cento delle famiglie dovrà restituirlo, naturalmente entro il termine prestabilito. Vico Meroi, assessore all’istruzione, sottolinea come la grandissima partecipazione all’incontro dimostri come la scuola sia vissuta con molta attenzione dalla famiglie. “Questa assemblea è stata un importante esercizio di democrazia in cui ognuno ha espresso le proprie esigenze e tutti le hanno rispettate. La questione del tempo pieno o parziale è una decisione delicata e che avrà effetti significativi su tutta la vita degli alunni. É per questo che abbiamo voluto dare a tutti la possibilità di compilare il questionario avendo in mano la totale completezza delle informazioni”. Una volta ricevuti i questionari e raggiunto il quorum, le risultanze verranno naturalmente rese pubbliche e consegnate al Consiglio di Istituto.

L’auto usata della settimana

Lancia New Ypsilon 5 porte 1.2 GOLD; Anno di immatricolazione aprile 2012; Km. 13369. Scadenza Garanzia aprile 2014. – Euro 10.400. – Possibilità di finanziamento  senza anticipo. Adriamotor, Alfio Gurrisi, via G. Agnelli 10 – 33053 Latisana. Port. 335 6022602

Aggiornamento

Risultano difficili, come previsto, le operazioni di ricerca in mare dei coltelli ( e anche di una finta pistola usata per colpire Burgato) lanciati da Reiver la notte del duplice omicidio nella zona dell’Ufficio Spiaggia n° 1. Nonostante i sommozzatori fossero dotati di cerca metalli, le operazioni andate avanti per tutta la giornata hanno dato, al momento, esito negativo. Si procederà ancora oggi e domani. Presenti anche le troupe televisive di varie emittenti nazionali e trivenete. Nel frattempo la sorellastra Lisandra cade dal letto in carcere e si ferisce al volto.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Dopo essersi conclusa brillantemente la fase della raccolta delle firme per la presentazione delle liste per la Camera dei deputati e per il Senato della Repubblica italiana del partito – Fare per Fermare il declino, per MERCOLEDÌ 23 presso il Bar Salmaso a Paludo ore 18.30 é indetta una riunione per la costituzione del Comitato di “Fare per Fermare il declino” , sezione di Latisana – Lignano Sabbiadoro – Palazzolo dello Stella.  Aderenti, simpatizzanti o anche solo curiosi sono cordialmente invitati a partecipare.

Da Alessio Codromaz riceviamo e volentieri pubblichiamo

In risposta all’intervista rilasciata dal sindaco di Marano Lagunare ad inizio Dicembre, in merito alla pesca in Laguna, mi ritrovo a fare le seguenti considerazioni. Sono rimasto esterrefatto dalla dichiarazione di Cepile in merito alla diatriba sulla pesca in Laguna. I pescatori sportivi vengono definiti come fuorilegge alla ricerca di un’autorizzazione per l’esercizio della pesca nel canale navigabile; a mio parere il Sindaco con le sue affermazioni parte già da un presupposto sbagliato in quanto la vigilanza nel canale navigabile non spetta al Comune di Marano bensì alla Capitaneria di Porto. Inoltre non condivido affatto le considerazioni del Sindaco in merito al nostro ricorso visto che si parla di pesca sportiva in Laguna e nessuno chiede un permesso per pescare nel canale.

Sotto il profilo giuridico, la Laguna fa parte del demanio marittimo, una volta statale (art.822 Codice Civile e art.28 Codice della Navigazione)ora regionale; con il D.Lgs. 25 Maggio 2001 n.265 sono stati trasferiti tutti i beni dello stato e relative pertinenze inerenti la Laguna di Marano (art.1 comma 2) alla Regione, come anche le funzioni amministrative relative alla Laguna.

Da queste norme si può dedurre che un pescatore sportivo, in possesso di regolare licenza per l’esercizio della pesca, deve poter esercitare la sua passione anche nelle acque interne della Laguna, come avviene in tutte le acque interne della nostra regione. Tengo inoltre a ricordare al signor Sindaco, che la denuncia di una reato, quale la rivendita del pescato al di fuori di ogni filiera e controllo, è un dovere civico, altrimenti è solamente un gettare ombra e fango sulle attività di ristorazione della zona e sui pescatori sportivi onesti. Vorrei infine domandare al signor Sindaco, come intende regolarizzare gli “usi civici” nei confronti dei pescatori, residenti a Maranutto in comune di Carlino, che praticano la pesca. Ormai molte realtà lagunari si sono aperte verso il pescaturismo: qui in Friuli il turismo è una voce molto importante del PIL, ma se non ci teniamo al passo con i tempi i turisti sceglieranno altri posti dove rilassarsi pescando, come ad esempio la Laguna di Caorle e Bibione, che già da un paio di anni rilascia permessi di pesca sportivi turistici. Se Lignano aumenta e perfeziona l’offerta turistica non lo fa solo per se stessa, ma ne potrebbero beneficiare anche la altre attività commerciali del circondario, si pensi ad esempio alle migliaia di turisti che partono dal nostro porto per le gite guidate e le escursioni nella Laguna.

In conclusione posso affermare che se il Sindaco è veramente convinto di ciò che afferma, non serve attendere l’esito del ricorso, potrebbe lasciarci subito pescare in laguna, tanto poi a detta sua saremo comunque tutti a pescare in canale. – Alessio Codromaz –

Premio Hemingway

Ecco i nomi e i compensi alla giuria. Compensi per le mansioni di Presidente esecutivo, Segretario e Componente della Giuria tecnica, al lordo delle ritenute di legge:

Prof. Giuliano Pisani   Presidente esecutivo € 4.000,00

Dott. Luigi Mattei,        Segretario € 3.000,00

Dott.ssa Giulia Belloni         Componente      € 1.400,00 (pari a € 700,00 per seduta)

Prof. Ugo Cardinale    Componente      € 1.600,00 (€ 800,00 per seduta)

Dott. Salvatore Giannella Componente € 1.400,00 (€ 700,00 per seduta)

Prof.ssa Laura Orsi    Componente      € 1.400,00 (€ 700,00 per seduta)

Dott.ssa Valeria Palumbo   Componente € 1.400,00 (€ 700,00 per seduta)

Avv. Gian Paolo Prandstraller Componente € 1.400,00 (700,00 per seduta)

Dott. Alberto Sinigaglia        Componente € 1.600,00 (€ 800,00 per seduta)

Quiz

Di quale politico locale è questa bella auto dal valore di circa 58.000 euro?

Il Comune si costituisce parte civile

Il Comune ha deciso di proseguire nella sua azione legale per danni d’immagine al Comune, nella pratica che vede coinvolte molte persone note e anche un ex dipendente comunale; costa 9.000 euro la pratica legale, e speriamo che le spese vengano poi addebitate al soccombente (non al Comune insomma si spera). Ecco gli estremi della delibera.

Vista la richiesta di rinvio a giudizio presentata dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Venezia – dott.ssa Rita Ugolini – in data 18 ottobre 2012 nei confronti dell’avvocato F. L., indagato del reato p.p. dagli artt. 81 cvp. C.p. 379 c.p.; Considerato che, pur nella consapevolezza che sino all’emanazione di una condanna definitiva, prevale il principio della presunzione di innocenza, è necessario garantire al Comune una tutela legale integrale al fine di tutelare l’immagine ed il prestigio del Comune di Lignano Sabbiadoro e dell’intera località; delibera

1.      di confermare l’indirizzo già  espresso con le deliberazioni giuntali n° 163 del 27/09/2007 e n° 92 del 22/04/2008 in relazione al conferimento dell’incarico ad un legale per la prosecuzione dell’azione civile risarcitoria nei confronti dei soggetti che con le loro azioni avessero leso l’immagine ed il prestigio del comune di Lignano Sabbiadoro;

2.      di confermare la costituzione di parte civile  del Comune di Lignano Sabbiadoro nei confronti dell’avvocato F. L. indagato del reato p.p. dagli artt. 81 cvp. C.p. 379 c.p.;

3.      di autorizzare il Sindaco a stare in giudizio in rappresentanza del Comune, dando altresì atto che l’individuazione del legale cui affidare il patrocinio avverrà con un suo  successivo atto;

4.      di dare atto che gli atti gestionali conseguenti alla presente deliberazione saranno adottati dal responsabile del Settore Staff del Sindaco;

5.      di dare atto che la spesa presuntiva per il procedimento in argomento ammonta ad €. 9.000,00 – Cap. 829;

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *