Home / Lignano Sabbiadoro / casa dell’acqua, avvocati, cape e beach arena

casa dell’acqua, avvocati, cape e beach arena

Festa delle cape e Vespa

Dopo la musica e le polemiche di Capodanno, Lignano si scrolla la neve di dosso e si appresta ad aprire ai primi turisti di primavera, e lo fa con la tradizionale Festa delle Cape di Lignano Pineta. Per inciso, la stagione turistica inizia il 16 marzo e termina il 10 novembre.

Festa delle cape, suggerimenti

Tutto dipende dal meteo; se ci saranno due fine settimana di sole è prevedibile che ci sia la resa degli anni scorsi, con un successo di tavola e persone lungo ore e ore; l’inconveniente delle code è difficilmente evitabile, perché il tendone è quello e se arrivano 10.000 persone da Udine, non puoi fare molto. Una cosa però è possibile fare, creare le alternative. La Festa delle Cape potrebbe coinvolgere tutta Lignano, ovvero tutti i ristoranti della penisola, e magari anche quelli lungo la 354. Se tutti i locali offrissero, per quei due fine settimana, dei menù a base di cape, con dei prezzi abbordabili e magari menù degustazione a prezzo fisso, e la cosa fosse pubblicizzata ovunque, ne guadagnerebbero tutti: locali e turisti. In questo periodo di crisi, come è stato sottolineato da tutti, fare squadra è obbligatorio e, diciamo noi, coccolare il cliente con prezzi… non ti scordar di me, in senso buono, è quanto mai salutare.

La Beach Arena si ammoderna

Gli spettacoli e le manifestazioni sportive in spiaggia riscuotono sempre grande successo con i turisti e la struttura, da anni posizionata sulla sabbia, ha dimostrato di saper accogliere le manifestazioni più diverse. Oggi si mette mano e si interviene; il progetto di ammodernamento consiste, nel dettaglio, in: -acquisto di una nuova tribuna coperta con circa 200 posti; acquisto di ulteriori elementi costruttivi da utilizzare per le diverse configurazioni di montaggio delle tribune metalliche esistenti; acquisto della copertura, delle torri e dei motori di sollevamento per il palco; acquisto di un impianto luci. Si arriverà cosi ad avere 3.100 posti a sedere, che diventano circa 5.000 in caso di spettacolo con gente sulla sabbia.

Case dell’acqua

Anche Lignano Sabbiadoro, per non essere da meno degli altri Comuni, si doterà delle famose “case dell’acqua”, ovvero quei punti di distribuzione di acqua del rubinetto, filtrata e liscia o gasata a prezzo calmierato, con l’intento, se possibile, di ridurre le bottiglie in pet (ma ci sono anche quelle in bottiglia di vetro riciclabile). I punti prescelti per l’installazione sono:  nella area di sosta pubblica della sede municipale di viale Europa; nell’area di sosta pubblica di via Magenta; nell’area di sosta pubblica di viale dell’Industria, in prossimità del parco Unicef; nell’area di sosta pubblica di via XXV Aprile, in prossimità del parco Hemingway ( con l’h) e nell’area di sosta pubblica di via Arnica, in prossimità delle scuole elementari

Altra causa e altre spese

Non ne teniamo più il conto; stavolta si tratta di 4.000 euro per un ricorso ICI contro Adriatica Turistica Spa in Cassazione.

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *