Home / Lignano Sabbiadoro / ciclabili e strade, nautica e grillini

ciclabili e strade, nautica e grillini

Per gli amanti del mare e della nautica, interessante notizia sulla Costa Concordia, vedi  www.latisana.it

Moralizzatore e Grillini, nei commenti.

LAVORI, di Luigi Damiani

Adesso che la stagione estiva turistica è finita, sarebbe necessario che  l’amministrazione intervenisse per fare dei lavori di manutenzione in alcune  vie che sono molto trafficate e anche pericolose. Mi riferisco a due in  particolare, come viale Europa e Via Sabbiadoro, dove le radici degli alberi  hanno dissestato il manto stradale e tutto questo rende pericolosa la viabilità,  in modo particolare per biciclette , moto e motorini. Non è possibile che due  arterie così importanti siano così dissestate.  Viale Europa è la strada a grande percorrenza che parte dalla rotonda di  entrata e arriva fino alla rotonda di Bidin, questa strada viene percorsa  abitualmente da molti lignanesi con mezzi a due ruote, che devono stare molto  attenti nello spostarsi verso il centro della strada per evitare le radici  e rischiano la vita con la paura di essere investiti da qualche macchina. Stesso  discorso per Via Sabbiadoro nel tratto che va dalla fine del lungomare alla  rotonda del campeggio. Speriamo che l’amministrazione intervenga in fretta nel  ripristinare e mettere in sicurezza tanto per iniziare queste vie.

CICLABILE, di Luigi Damiani

Lignano purtroppo non ha molte ciclabili. Sappiamo che i turisti quando  vengono a Lignano gradiscono muoversi in bicicletta magari per andare da  Sabbiadoro a Pineta.  Il lungomare ha una ciclabile segnalata da una striscia  che arriva fino in fondo al lungomare poi basta, E’ da anni che si parla di un progetto di ciclabile che prosegua fino a Pineta attraversando l’area GETUR. Diciamo che questo progetto sarebbe ora che venisse attuato e che darebbe una immagine anche diversa al lungomare. Oggi l’alternativa è percorrere via Centrale, strada estremamente pericolosa in quanto con le auto parcheggiate ai lati la carreggiata diventa molto stretta dove passa una sola macchina, quindi per i ciclisti l’alternativa è salire sul marciapiede. Diciamo che le alternative sono due, o togliamo i parcheggi o restringiamo l’aiuola centrale creando una carreggiata  più larga dove fare anche la pista ciclabile. La  soluzione migliore sarebbe il proseguimento del lungomare fino a Pineta, sia per una situazione di sicurezza che per una questione paesaggistica. Sotto l’aspetto delle ciclabili , Lignano deve lavorare ancora molto sotto questo aspetto , però si deve pensare che rivestono una grande utilità per il turista e contribuiscono  all’ emozione di sentirsi bene, che è il claim che Lignano sta portando avanti in termini di comunicazione. Luigi Damiani

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *