Home / Lignano Sabbiadoro / claim, petiziol, protezione civile, senza commento e convegno

claim, petiziol, protezione civile, senza commento e convegno

L’emozione di sentirsi bene

Questo il nuovo “claim” presentato ieri giovedì nella sala conferenza del PIAT di Lignano, dalla agenzia incaricata di riposizionare Lignano Sabbiadoro nel mercato del turismo mondiale. Si scrive “claim”, cioè richiamo, ma si legge “fare squadra” ed è questo l’aspetto più importante dell’operazione di studio e marketing che è stata voluta dalla Lisagest, dal Consorzio Lignano Vacanze, dal Comune e poi da moltissimi operatori e consorzi del turismo lignanese. Fare squadra e agire tutti assieme, con le stesse motivazioni e gli stessi strumenti e presentarsi in modo unitario come fa, per esempio il Trentino, che è stato citato come esempio virtuoso. Nella lunghissima relazione, che ha adottato come immagine il faro rosso di Lignano Sabbiadoro, sono stati toccati vari punti sia della situazione mondiale del turismo, sia del particolare della nostra località. E’ stato suggerito di staccarsi dal “Veneto” e agganciarsi molto di più al Friuli, (difficile finché la regione si chiama Friuli Venezia Giulia…). Ed è stato suggerito di cercare la Cina come possibile paese dove sviluppare l’offerta turistica, oltre che recuperare Germania e Austria. Criticato (lo avevamo fatto anche noi qui) il disperdersi dei molti siti internet e portali vari di Lignano ed è stato suggerito di farne uno unico e di sfruttare ogni turista come veicolo e passaparola per attirare i moltissimi che ancora non conoscono Lignano che, lo ha detto la relatrice, sorprende quando la si visita. Molti gli spunti e lunga la presentazione, ma, a nostro avviso, il cuore del nuovo sistema è quello di fare squadra e unire tutte le componenti attive su Lignano, pubblico e privato. Una bella scommessa che parte proprio dal nuovo slogan….”l’emozione di sentirsi bene” ….a Lignano ovviamente.

Sul palco Rossella Daverio, Massimo Brini, Ennio Giorgi e Luigi Sutto. Hanno portato i saluti e sono intervenuti anche il sindaco Fanotto e il direttore di Turismo FVG Sommariva.  — segue —

Convegno sulla Laguna

Organizzato da Assonautica Udine; “Laguna strategica, navigabile e vivibile per tutti”   che si terrà venerdì 15 febbraio 2013 alle ore 15.30 nella Vecchia Pescheria a Marano Lagunare. Ecco la locandina

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Simulazione di emergenza e prove di evacuazione plessi scolastici; 07 giovedì, feb 2013 – Posted by Servizio di Protezione Civile -Città di Lignano Sabbiadoro

A cura dell’istituto comprensorio scolastico lignanese, si è svolta in mattinata una prova di evacuazione a sorpresa presso le scuole medie e le scuole elementari, cui il servizio di protezione civile ha assistito verificando la fluidità delle operazioni.  In una simulazione di evacuazione in emergenza, tutte le classi sono uscite dagli edifici scolastici diligentemente e si sono raccolte nei punti identificati dal piano di sicurezza.  Nei più piccoli delle scuole elementari c’è stata curiosità ed interesse,  ed anche i bambini di prima media hanno potuto cominciare a familiarizzare con le procedure di emergenza del nuovo edificio in cui ora studiano. Queste simulazioni rivestono particolare rilievo per predisporre uno stato di consapevolezza e sicurezza negli operatori scolastici e negli studenti nel caso si verificasse una reale emergenza durante l’orario di lezione.

Da Vittorino Petiziol riceviamo e volentieri pubblichiamo

Consiglio Comunale di Lignano Sabbiadoro – Nella seduta del 07/02/2013 è stata trattata l’Interpellanza sulla previsione di un nuovo dirigente e di un nuovo Capitano di Polizia Comunale, presentata in data 11.12.2012 dal sottoscritto Consigliere comunale Vittorino Petiziol, appartenente al gruppo consiliare de “Il Popolo della Libertà” (già pubblicata)

Dalle risposte espresse dal sig. Sindaco, si desume che:

1.      L’assunzione del dirigente è una libera ed autonoma scelta dell’Amministrazione, posto che nessuna normativa impone un tanto, per cui come tale va valutata;

2.      Altrettanto libera scelta dell’Amministrazione è la cancellazione di ben cinque posizioni lavorative attualmente scoperte (due giardinieri, un elettricista, un vigile urbano ed un impiegato per l’ufficio tecnico), necessaria per reperire le risorse, a parità di spesa, da destinare ai compensi del nuovo dirigente (circa € 150.000 annui, compresi oneri accessori), nonché la soppressione di due incarichi di posizione organizzativa, nei confronti di altrettanti dipendenti comunali, necessaria per il medesimo scopo;

3.      Il nuovo dirigente sarà “extra organico” ed inoltre non sarà gerarchicamente sovraordinato ad alcuna delle posizioni apicali presenti nell’Ente (cioè non avrà nessuno da dirigere), in quanto le funzioni di coordinamento delle predette posizioni (cioè dei Capi Settore) saranno mantenute, com’è ora, in capo al Segretario Comunale;

4.      Al medesimo dirigente saranno affidati compiti diversi (a precisa domanda il sig. Sindaco non ha saputo dire quali, rinviandone la definizione al bando ancora da emanare) da quelli svolti dai Capi settore, mentre invece l’attuale pianta organica prevedrebbe figure dirigenziali incardinate nella struttura dell’Ente e perciò con precisi compiti gestionali e specifiche responsabilità;

5.      Diversamente dagli altri comuni turistici della riviera friulana e veneta, citati dal sig. Sindaco, a Lignano l’onere della direzione operativa degli uffici comunali e quello della firma degli atti aventi rilevanza esterna rimarrà pertanto a carico degli attuali Capi settore (non dirigenti), comprese le materie di particolare importanza e conseguente responsabilità, anche economica, che caratterizzano la nostra località (si pensi, ad esempio, alla gestione del secondo bilancio comunale della provincia, con relativi compiti di controllo affidati all’area economico-finanziaria, recentemente potenziati dalla normativa nazionale, nonché alla dimensione ed alla complessità degli atti connessi con la gestione del territorio e delle opere pubbliche, anche queste al secondo posto in provincia);

6.      A fronte di ciò, non si rinviene quali siano i compiti e le responsabilità che giustificano per il nuovo dirigente un trattamento economico (circa € 150.000 lordi annui, come già detto), di gran lunga superiore a quello minimo tabellare (mentre altri Comuni vicini, quale quello citato dal sig. Sindaco, prevedono per i dirigenti un costo pro capite annuo di € 95.000, tutto compreso), ottenuto mediante l’applicazione delle indennità aggiuntive (retribuzione di posizione ed indennità di risultato) nella misura massima, nonostante non siano stati ancora definiti i compiti da svolgere ed i risultati da conseguire;

7.      Per ora l’unica cosa certa è che il predetto sovradimensionamento retributivo (e segnatamente quello delle indennità aggiuntive), per effetto della cosiddetta “norma di galleggiamento”, provocherà un aumento della retribuzione del Segretario comunale, (circa € 20.000 annui ?) a parità di mansioni svolte, con la conseguenza che la prevista nuova assunzione comporterà una maggior spesa annua di circa € 170.000;

8.      Nessuna norma, infine, impone all’attuale Amministrazione di procedere, come sta procedendo, all’assunzione di un Capitano di Polizia locale, figura la quale, seppur già contemplata nella pianta organica della precedente amministrazione Delzotto (che però non aveva proceduto all’assunzione, per cui il rimando fatto dal sig. Sindaco appare pretestuoso), ben poteva essere stralciata, magari al posto di una o due delle altre cinque di cui sopra (personalmente rimango dell’opinione, in particolare in questi tempi di ristrettezze, che per comandare il corpo di polizia locale sia sufficiente un tenente, come finora sempre stato, se non un bravo maresciallo, come onorevolmente succede per le altre forze dell’ordine a Lignano ed altrove per corpi di una ventina di persone, mentre uno o due giardinieri in più sarebbero stati certamente più utili).

Ciò premesso, si osserva che:

a)      L’Amministrazione in carica, mediante una variazione di bilancio, ha deciso di spendere circa 170.000 euro annui per l’assunzione di un dirigente (e per il conseguente aumento della retribuzione del Segretario comunale), senza ancora averne definiti chiaramente i compiti, se non precisando che il medesimo non sarà incardinato nell’organigramma gestionale dell’Ente;

b)      In particolare non si capisce, allora, dato che non avrà nessun sottoposto, che cos’alto dovrà dirigere il predetto dirigente, sulla base di che cosa sarà valutato e compensato il suo operato e con quali strumenti dovrà provvedere alla riorganizzazione complessiva della macchina amministrativa comunale che si vorrebbe perseguire;

c)      Quanto ai compiti di “alta strategia” da assegnare al predetto dirigente, in altra occasione citati dal sig. Sindaco e che parrebbero essere i veri motivi dell’assunzione, non saranno forse questi finalizzati a supplire a funzioni e mansioni proprie del Sindaco medesimo (o degli assessori da lui delegati), magari a causa della sua indisponibilità, dichiarata in campagna elettorale, a dedicarsi a tempo pieno alla funzione?

d)      Se così è, non sarebbe anche, in parte, un doppione di spesa (cosa che non sarebbe, invece, nel caso venissero maggiormente valorizzati gli assessori), posto che l’indennità del Sindaco rimane invariata?

e)      E non sarà anche un aggravio di spesa l’affidamento all’esterno dei servizi che avrebbero potuto essere svolti dalle cinque posizioni lavorative cancellate o comunque non produrrà un impoverimento dei servizi medesimi la loro mancata attuazione?

Lignano sabbiadoro, 8 febbraio 2012 – Vittorino Petiziol

Senza commento

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *