Home / Lignano Sabbiadoro / Getur, M5S, 6.200

Getur, M5S, 6.200

6.200

Natale  fiacco a Lignano Sabbiadoro; il tempo bigio e coperto non ha invogliato molti spostamenti verso la spiaggia, che appariva, ieri pomeriggio, molto tranquilla, anche troppo. Sono circa 6.200 i visitatori, fino a ieri mattina, del Presepe di Sabbia che presumibilmente farà il pieno a cavallo di Capodanno e dell’Epifania, con l’accensione del falò in spiaggia. Tranquilla la situazione anche nella pista di pattinaggio, come si può vedere dalle foto.

5 Stelle cercasi

Sono abbastanza deluso dall’evolversi della situazione nazionale e locale del Movimento 5 Stelle: sarà la mancanza di comprensione mia, sarà un difetto di comunicazione dei mass media, ma quello che sembrava un movimento capace di catalizzare l’attenzione e il voto dei molti delusi della politica, si sta rivelando un mondo molto oscuro e di difficile comprensione. Probabilmente, forse sicuramente, non aiuta la nostra abitudine al messaggio politico mediato dalla stampa o dalla tv, e Grillo non utilizza nessuno di questi canali, anzi, li fa a fette. Ma manca, almeno in zona, chi possa impersonificare la voglia di cambiamento espressa dal M5S. Inutilmente abbiamo cercato un interlocutore vivo e attivo a Latisana e a Lignano e ci viene da sorridere a fare certi paragoni, ma facciamoli. Ci sono dei partiti, per esempio UDC e Lega, che hanno percentuali di consenso al di sotto del 10%, almeno a sentire i sondaggi, eppure appaiono e parlano e dicono e si rappresentano con grande vociare e con massiccia presenza. Grillo è dato, almeno nei sondaggi, al 18 – 20% e non c’è nessuno in zona che parli per lui o si rappresenti o venga a dirci qualcosa di diverso e catturare i voti. Pazzesco (come ama dire lui). C’è una differenza abissale tra chi parla senza avere il consenso e chi potrebbe avere il consenso e non parla e non dice nulla. E le elezioni si avvicinano, nazionali e regionali. Poveri noi.

Latisana e Lignano e Getur

Ci dicono, e scrivono, che Enrico Cottignoli non è più di direttore della Getur; il latisanese triestino ex assessore comunale avrebbe dato le dimissioni il primo di novembre. Probabilmente lascia una Getur in salute e con aumenti dei flussi turistici e numeri da record; o forse no, non lo sappiamo. Ora spazio ad altri manager turistici e tutta Lignano si aspetta dalla Getur quella collaborazione che viene auspicata da molti per integrare sempre di più e sempre meglio questa importante realtà di ospitalità e di sport posta proprio in mezzo alla spiaggia friulana. Le vicende amministrative e giudiziarie che sfiorano taluni personaggi legati allora alla Efa, restino fuori dai cancelli.

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

Un commento

  1. A Lignano nessuno ha il fegato di mettersi in discussione con il M5S perchè farlo significa esporsi troppo. Però se trovassi una valida persona che chiede la mia preferenza, la appoggerei senza rimpianti perchè gli altri partiti mi hanno veramente stufato; quindi ben venga qualche grillino che “pulisce” il territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *