Home / Lignano Sabbiadoro / elisa ferlizza e i 110 anni, messattino, jazz, lignanhollywood, traffico, iso 14001, 80.000+iva

elisa ferlizza e i 110 anni, messattino, jazz, lignanhollywood, traffico, iso 14001, 80.000+iva

Lignano profumata

elisa e il sapone 110

Lignano, luglio 2013: terrazza mare diventa un sapone, un’ idea di Elisa Ferlizza. Il simbolo indiscusso di Lignano, la “Terrazza Mare “diventa un originalissimo souvenir profumato. Dopo il sapone d’oro  denominato ” sabbia d’oro 24 kt “, contenente estratti di piante officinali di Lignano, Elisa ha pensato di realizzare un sapone ” marino” a base di sale, alghe e lichene con fitoestratti vegetali idratanti e vitamina E. La forma scelta per questo nuovo sapone e’ stata creata, in onore ai “110 anni dei Bagni di Lignano” e realizzata in esclusiva per Profumia, dall’architetto lignanese Marco Sostero che ha elaborato un modello tridimensionale della struttura di Terrazza Mare  dal quale e’ stato poi ricavato un prospetto del versante ovest; le proporzioni di questa sezione rispettano la forma originale in scala reale di 1:510. La profumazione e’ stata sviluppata da un grande profumiere italiano, uno dei 12 nasi piu’ apprezzati del momento, nel laboratorio di fragranze mondiale di Grasse ( M&M fragrance )  sotto indicazione precisa di quello che doveva far ricordare : il profumo del mare. Quando si annusa il sapone, si percepisce subito un odore gradevole di sale e lichene marino, con  una piramide olfattiva molto interessante a base di petali di fiori d’arancio, bergamotto, fiordaliso, camelia, rosa, magnolia, gelsomino, patchouli, vetiver, muschio  bianco e vaniglia. La colorazione  “turchese  mare”,  e’ il risultato dell’inserimento di perle minerali illuminanti  impiegate nel sapone, che gli conferiscono una particolare brillantezza che si esalta al contatto con l’acqua. Il sapone ” 110 anni Bagni di Lignano” contiene: sale marino, alghe, lichene, fitoestratti vegetali idratanti e vitamina E. Questo nuovo prodotto marchiato ” 24 kt “e’ il risultato di un lavoro durato più di sette mesi, impegnando su questo progetto chimici, profumieri e botanici attraverso una serie di esperimenti tra le varie combinazioni olfattive affinche’ , anche da casa, possiate  ricordare le giornate passate al mare durante la vostra estate a Lignano Sabbiadoro … Questa linea e’ stata prodotta in edizione limitata per l’estate 2013 , lo trovi solo da Profumia, via Friuli 9, Lignano Sabbiadoro. Www.profumia.com

– foto  —elisa ferlizza e i saponi 110110 sapone 2 r

110 sapone 3 r

110 sapone 4 r

110 sapone 5rLe Golden Nights

golden night

Ecco il programma definitive delle Golden Nights e l’estratto della delibera di giunta. Quello che stupisce è sempre la tempistica, gli artisti contattati e posti sotto contratto, ovviamente sono stati presi mesi e mesi fa, non certo all’ultimo minuto, eppure guardate anche le date, e tenete conto che la delibera e del 16 luglio.

….” VISTA la nota prot. 25184 dd. 05/07/2013 con la quale l’Agenzia Turismo Friuli Venezia Giulia ha trasmesso il programma degli eventi di intrattenimento e spettacolo rientranti nel progetto denominato “Golden Nights Lignano Sabbiadoro”, contenitore di una serie di attività musicali, di intrattenimento, sportive, artistiche e culturali che si svolgeranno nelle giornate del 2, 3 e 4 agosto 2013…”

…..” DATO ATTO che per l’organizzazione degli eventi sopra descritti l’Agenzia Turismo FVG ha ricercato la collaborazione di partner sul territorio, quali la Lignano Sabbiadoro Gestioni ed il Consorzio Lignano Vacanze, e a tale scopo ha richiesto la formale collaborazione del Comune di Lignano Sabbiadoro, sulla base di una suddivisione dei compiti tra i vari Enti sopra descritti….

….” RITENUTO di stanziare la somma di € 80.000,00.-  + IVA pari a complessivi € 96.800,00.-, quale quota parte sostenuta dal Comune di Lignano Sabbiadoro per l’organizzazione del concerto in argomento, somma che trova copertura al codice 1070203 capitolo 4310 “Servizi per manifestazioni turistiche” del Bilancio 2013…

Avete letto bene, …quota parte….. e i biglietti costano…vedi  riquadro.

biglietti guetta

A proposito di Jazz, riceviamo da un lettore e pubblichiamo

1)     Comunicazione : in estrema sintesi possiamo universalmente considerare che sotto quest’egida (fare comunicazione) vanno a confluire tutte le iniziative di promozione ante/durante e post la stagionalità di un determinato “prodotto”. A questa attendono metodi di analisi, ricerca, studio, selezionate azioni che riflettono l’avvenuta decisione di una strategia e, soprattutto, di una coerenza alla stessa di ogni attività decisa a questo fine : comunicazione, appunto. E il “prodotto Lignano” non è certo esente dalla necessità etico/professionale di applicare questi metodi e “senso di investimento” ai propri budget dedicati.

2)     è comunicazione una attiva presenza in fiere e expo del turismo finalizzata a pubblico e operatori del settore; è “comunicazione” la forma pubblicitaria sui media con pagine, spot radio o televisivi (quella più o meno creativa che ricorda una località tra le possibile scelte di vacanza); e lo è anche la ricerca, la qualità con cui la Località si presenta sulla piattaforma web…la forma con sui sceglie e propone di essere appealing per il proprio tradizionale o potenziale target. Sono sempre e comunque forma di  “comunicazione” anche le iniziative di intrattenimento, le manifestazioni, gli eventi che vengono “selezionati e proposti” dalla Località…con lo scopo (intuibile) di intrattenere piacevolmente  coloro che hanno scelto la Località…un modo quasi di “ringraziare” il proprio target per la scelta fatta.

La realizzazione del Festival Jazz suggerisce di chiedersi con quali metodi sia stata concepita una “strategia di comunicazione 2013” di Lignano, e come e con quale criterio sia stata ritenuta coerente con essa o il target effettivo della Località la scelta della Manifestazione Nick etc…

–        non vi pare che date le caratteristiche dei turisti a Lignano la scelta di questo evento/occasione di intrattenimento sia quanto di più distante da coloro che in realtà ci frequentano ?

–        non appare evidente  come il nightfly rappresenta una nicchia di richiamo al confronto del target molto più popolare composto da famiglie e ragazzi che contraddistingue Lignano?

Ma poniamo anche che la scelta sia avvenuta…”scientemente”…chessò, si potrebbe rispondere, per “internazionalizzare”, “elevare”, “considerare e rispettare” un pubblico che comunque Lignano ha…e  perché certo (mi si dirà) non possiamo sostenere la “sagra della salsiccia con le sarde”.

Bene : ecco allora le domande e le correlate considerazioni:

–        quanto è costata in danari e servizi l’acquisizione dell’evento ?

–        quale oggettivo riscontro di pubblico ha avuto?

–        E quindi, quale corretto rapporto “value for money” ha avuto in ritorni di immagine in luogo e sui media tale scelta?

Nick etc etc. è stata una iniziativa di cui si sarebbe voluto si fosse parlato di Lignano ?

Ma in quale film? Nick va bene per convention di manager o tour nelle città non certo in stagione estiva e se proprio in località turistiche, si e no a Cortina o Forte dei Marmi!

E quale “film” davvero deve essere pensato e valutato prima di siffatte scelte a dir poco “distratte” dal vero fabbisogno “comunicazione e immagine” di Lignano?

Ma non era ad esempio più cool, intelligente e soprattutto trasversale per tutti i target un evento promozionale quale (chessò, è davvero solo un’ipotesi)  quello organizzabile con la Renault che consentisse a titolo “sperimentale”  il percorrere esclusivo di una determinata zona con una decina di Twizzy elettriche a titolo  gratuito per mezz’ora/un’ora ?

Co-mktg pensato in modalità strategica mesi e mesi prima e non certo al momento; coppie giovani e non, o papà e figli divertiti, felici e forse ben più “emozionati e intrattenuti” che da Nick; occasione di comunicazione pianificata e/o spontanea dagli automatici ritorni media rispetto all’idea; al modo di sostenere un’ immagine “eco urbanistica” di Lignano nel momento di massima presenza di pubblico… un test, ipotizzando il futuro sviluppo “nolo” di questo tipo di mezzi…direttamente da parte del Comune o da parte di “ispirati” imprenditori.

Ma non è questo in verità il mio lavoro : vorrei qui essere di puro stimolo a pensare meglio, di più e con gli strumenti più adeguati (incarichi e gare per professionisti che curino un piano di proposte) prima di dissipare a mio parere risorse che meglio potrebbero essere “INVESTITE”…sì perché di investimento, sempre, si tratta nella Comunicazione.

Non vorrei dubitare di buona fede di chicchessia abbia proposta e poi decisa questa spesa, ma certo della modalità assai poco coerente con cui si è approcciata e valutata la scelta.

Ho concluso. Un amico di Lignano

Dal Comune riceviamo e volentieri pubblichiamo

iso

Rinnovata al Comune di Lignano la certificazione ISO 14001 per il sistema di gestione ambientale.   Giovedì 18 luglio, il delegato dell’organismo di certificazione svizzero IAS Register Fabio Ghidotti ha consegnato al sindaco di Lignano Sabbiadoro Luca Fanotto e al responsabile dell’ufficio ambiente del Comune Moraldo Bradaschia il nuovo certificato triennale del sistema di gestione ambientale ISO 14001:2004 del 12.07.2013.   Questa attestazione di conformità alle norme ISO 14001:2004 è tra le circa 500 certificazioni rilasciate in Italia (dati al 31 gennaio 2012) relative a pubbliche amministrazioni come comuni, province, comunità montane, autorità portuali ed altre amministrazioni dello stato, locali o nazionali.  La ISO 14001 è una norma internazionale ad adesione volontaria, applicabile a qualsiasi tipologia di organizzazione pubblica o privata, che specifica i requisiti di un sistema di gestione ambientale dell’organizzazione stessa. Alla base di questa norma c’è un’analisi ambientale, cioè la conoscenza degli aspetti ecologici, come emissioni e uso delle risorse che una organizzazione deve gestire, la significatività degli impatti delle sue attività e la comprensione del quadro legislativo e delle prescrizioni applicabili all’organizzazione.  L’impegno a perseguire una politica ambientale per garantire lo sviluppo sostenibile delle sue attività, non solo turistiche, ha spinto l’amministrazione comunale della località balneare a implementare un proprio sistema di gestione ambientale certificato. Per il corretto funzionamento di questo sistema è stata creata un’organizzazione interna al Comune, senza alcun costo aggiuntivo per le sue casse. L’organizzazione assegna alla giunta comunale la strategia della politica ambientale, al consiglio comunale l’indirizzo ed il controllo, al comitato ambiente – costituito dai capi settore – il compito di trasmettere orizzontalmente e verticalmente le decisioni assunte, al segretario comunale il coordinamento delle attività e infine al  responsabile del sistema di gestione ambientale il compito di vigilare e di far applicare il sistema di gestione agli uffici del Comune.  IAS Register è un organismo di certificazione che opera in Svizzera ed in Europa nell’ambito dei servizi di valutazione e certificazione di sistemi organizzativi aziendali e della formazione su questi temi.

Traffico in aumento

Buone notizie da Autovie Venete; secondo l’ente che gestisce la A4, il traffico al casello di Latisana è cresciuto del 15% rispetto al 2012; son pendolari, ma va bene lo stesso.

Lignanhollywood

modelle e scritta municipio

Da domani, o forse da dopo domani, faremo anche la fantasiosa e ironica cronaca da “Lignanhollywood”, ovvero la cittadina inventata, popolata da personaggi famosi e non, che faranno la fanta cronaca di Lignano…. hollywood. Con l’augurio che nessuno se la prenda….

Messattino della settimana

messattino

Domenica 14 luglio

Sul Gazzettino la cerimonia della consegna della Bandiera Blu alle darsene e marine e spiaggia di Lignano. Pubblicato anche il comunicato stampa che riguarda i canoni demaniali . Sul Messaggero interviene l’ex presidente di Lisagest per spiegare la sua versione dei dati di bilancio, che è , al momento, solo stimato e parla di pessimo clima nei mesi di aprile e maggio e inizio giugno. Nelle pagine estate il giro dei locali e dei cocktail e il lancio delle minio vacanza di due giorni, gli smart days.

Lunedì 15 luglio

Sul Gazzettino viene annunciata la serata di solidarietà del Lions Club di giovedì scorso. Sul Messaggero leggiamo di un vigile picchiato durante un acceso diverbio da un venditore ambulante; impegnati nelle solite azioni di vigilanza e sequestro, i vigili operano lungo tutta la spiaggia. L’episodio evidenziato si è svolto sabato pomeriggio nella zona di Via Adriatico. Escoriazioni per il vigile, denuncia per l’abusivo. Nelle pagine estate si parla di beach rugby e di Lignano in Giallo, omaggio a Scerbanenco, tutto già fatto mentre leggete.

Martedì 16 luglio

Sia Gazzettino che Messaggero dedicano molto spazio, due o tre pagine, alla vicenda Powell e altri atleti, trovati positivi ad un controllo antidoping. La notizia è il controllo notturno e il sequestro di fialette e bottigliette nelle stanze dei vari atleti. Foto e interviste, prese di posizione dei titolari dell’Hotel del Sindaco attuale e precedente, e poi le ripercussioni sui media di tutto il mondo. Vicenda ancora da chiarire con le contro analisi. C’è anche la foto e il comunicato stampa di “scateniamoci” ovvero Sindaco e giunta incatenati davanti al Municipio per protesta contro il patto di stabilità. Solo sul Messaggero la triste vicenda di un ubriaco che ha fatto rissa contro dei turisti, a Sabbiadoro; erano le 4.30 di notte e la zona è quella di Via Friuli. Intervenuti poi i Carabinieri. Nelle pagine estate le offerte turistiche per bambini e famiglie e gli appuntamenti di Pupi e Pini.

Mercoledì 17 luglio

Sia Messaggero che Gazzettino dedicano ampio spazio alla “fuga” dei giamaicani indagati,  da Lignano; ormai la notizia ha fatto il giro del mondo e Lignano viene citata in tutti i riferimenti di internet, a partire da twitter. Interviste, opinioni e poi articoli dedicati anche al meeting di atletica e solidarietà. Sul Gazzettino l’annuncio della posa della prima pietra del Parco della Laguna, 70.000 mq di edifici per attività varie. Coraggiosi a investire in questo periodo. Sul Messaggero in cronaca troviamo il comunicato del Comune sul bilancio approvato con i vari dettagli; poi la foto del trenino per i turisti ancora fermo in cantiere (ma non c’è già uno??)… a leggere l’articolo forse hanno sbagliato a metterlo sotto Lignano. Nelle pagine estate il nuovo disco di Guetta (che prezzi ragazzi per il concerto…wow…)

Giovedì 18 luglio

Sul Gazzettino e anche sul Messaggero si parla ancora del caso Powell, che nel frattempo già si e dato al viaggio di ritorno a casa. Il Gazzettino dice che ancora non è stato individuato il laboratorio adatto a compiere gli esami e le analisi e i tempi si allungano. C’è poi l’articolo della posa della prima pietra del Parco della Laguna, del gruppo Luci, in zona Via Pantanel. Stesso articolo e foto anche sul Messaggero. Nelle pagine estate si parla del libro di Cerno, presentato giovedì a Pineta e poi la sfida dei piatti dei cuochi della Bassa friulana, con la ricerca di una ricetta che identifichi il territorio. Si può votare su face, ma poi sarà la giuria a determinare piatti e vini e abbinamento vincente.

Venerdì 19 luglio

Sul Gazzettino leggiamo ancora dell’incidente di quel ragazzo austriaco che probabilmente si è buttato giù dalla finestra della camera dell’Hotel; la 18enne che era con lui, pure austriaca, al rientro non lo ha assistito (forse aveva bevuto) e ora rischia una denuncia. Una albergatrice, sempre sul Gazz, è stata seguita mentre rientrava a casa, Via Europa, e rapinata dell’incasso che aveva con sé; furto con destrezza invece a Riviera, ai danni di un cinese; spariti 1.500 euro. Sul Messaggero ampio spazio alla vicenda della coppia di giovani austriaci e foto; poi a lato la protesta degli operai della ditta che a Lignano si occupa della raccolta rifiuti, la MTF; ci mancherebbe altro che ci fossero anche guai dalle immondizie in questa stagione così così. Nelle pagine estate di parla del Parco Junior, della serata Lions Club e dello spettacolo di danza, tutte cose già fate. Idem per il rugby in spiaggia, nelle pagine sportive.

Sabato 20 luglio

Sul Gazzettino troviamo la situazione di fuori pericolo per il ragazzo austriaco che si è buttato pare, dall’Hotel a Pineta; è ancora ricoverato a Trieste. Poi la cronaca di tre incidenti alla rotonda d’ingresso e poi su Via Europa; auto capottata, moto scivolata e scontro con ripercussioni, per fortuna, solo sui mezzi e sul traffico. Idem anche sul Messaggero. Solo sul Messaggero la protesta di una mamma di un ragazzo diversamente abile che rileva difficoltà all’Uff 8 di Sabbiadoro e chiama in causa la Lisagest. Si tratta di posizionare una piccola rampa di tre metri. Infine la cronaca di un furto in un negozio, con destrezza, a Riviera. Nelle pagine estate la presentazione del Calendario 2014 a cura di Giraldi; poi annunci vada di concerti e musica e stage di scrittura creativa.

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

3 commenti

  1. Premetto che non sono un addetto ai lavori né nel campo della comunicazione (qui in giro sembrano essercene già a sufficienza), né nel campo della musica jazz e delle manifestazioni correlate (come non sembra essere neanche l’anonimo).

    Il primo dubbio che viene leggendo è: che senso ha fare tutto un cappello sulla ‘Comunicazione’, sostenere che deve essere organizzata in maniera organica e coerente, in base a studi ed analisi di mercato, e poi proporre la tesi che sia ‘ovvio’ che il target della manifestazione non è allineato con quello della località? Se è così ovvio a che servono studi ed analisi?

    In secondo luogo: il discorso fatto è valido nell’ottica di fidelizzare il cliente già acquisito: se io sono a Lignano e mi trovo in mezzo a una demo di veicoli elettrici commerciali, è proabile che ne rimanga favorevolmente impressionato, ma non sceglierò Lignano solo perché c’è la demo dei veicoli elettrici, mentre invece potrei decidere di venire a Lignano, anche da lontano, per andare al festival. A mio parere pensare esclusivamente alla fidelizzazione del cliente esistente è un discorso di retroguardia che può limitare i danni e i cali di presenze, ma non è sufficiente, la ricerca di nuovi target è parimenti una cosa necessaria. Non conosco i numeri che possono gravitare intorno a una manifestazione jazz (anche se posso avere un’idea di cosa gravita intorno a Umbria Jazz), ma a senso direi che la clientela acquisibile a seguito di una manifestazione del genere possa essere clientela pregiata, persone di cultura, presumibilmente con un tenore di vita elevato e quindi un’elevata possibilità di spesa. Va anche da sé, per chi sostiene che si tratta comunque di un target di nicchia poco importante, che in Italia le località turistiche di mare sono tantissime, i festival jazz… molti di meno, quindi anche una nicchia può essere interessante.

    La promozione dell’evento potrebbe non essere stata adeguata… forse, ma facendo una ricerca su Nick the Nightfly, leggo che è una voce storica di Radio MonteCarlo ove lavora ancora adesso, la cosa più ovvia quindi è che questa manifestazione sia stata pubblicizzata ampiamente nella sua trasmissione. Io non avrei mai e poi mai acquistato spazi pubblicitari su mezzi di comunicazione generalisti (tv, giornali e siti web a carattere nazionale), un’iniziativa costosissima e molto poco ‘mirata’, avrei invece cercato spazio sui media del settore, sia italiani che esteri. Tuttavia una promozione del genere è visibile solo a chi segue quei media e/o sa dove andare a cercare; chi non è interessato al Jazz, come noi che stiamo pontificando qui sopra, non ne sentirà mai parlare e quindi potrà credere che la promozione sia stata inesistente.

    Non nego che un’occhiata ai conti della manifestazione sarebbe interessante, così come non nego che potrebbe essere il caso di tirare le somme e valutare l’effettiva resa di una manifestazione arrivata al terzo anno di vita, anche perché solo davanti ai conti si può dire qualcosa di sensato, senza i conti questi sono solo chiacchiare da bar. Tuttavia non vedo perché criticare l’iniziativa a priori e cadere nel solito ‘benaltrismo’ con una proposta che, per carità, può essere valida, ma è di respiro molto più ristretto. Parimenti, non riesco a concepire perché le manifestazioni debbano servire solo a fidelizzare la clientela esistente e non a portarne di nuova: è vero che per acquisire nuova clientela ci sono le fiere, ma andare in fiera a dire che abbiamo il sole e la spiaggia non ci differenzia da tutte le altre località, qualcosa di più non fa mai male.

    A proposito: chi ha detto che non si può sostenere la sagra della salsiccia con le sarde? Basta non chiamarla sagra (e magare trovare un accostamento di sapori un po’ più azzeccato), trovare qualcosa per cui si distingua dalle altre e trasformarla in un evento enogastronomico: basta vedere quanto è sfruttata la piadina romagnola nelle varie manifestazioni locali. Resta però il discorso fatto prima: io non verrei a Lignano solo perché poco lontano c’è la sagra della salsiccia con le sarde (anche se l’idea di tornare a Riccione per sbafarmi qualche piadina fatta come Dio comanda l’ho valutata varie volte), ma per un festival della mia musica preferita potrei farci anche un pensierino.

  2. Zualdi dice bene, altroché Damiani! Questo è scrivere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *