Home / Lignano Sabbiadoro / Giovedì: commenti; Vivi Lignano; punto nascita; Lignano 2016; Damiani e Sindacati

Giovedì: commenti; Vivi Lignano; punto nascita; Lignano 2016; Damiani e Sindacati

Punto Nascita

Vedi www.latisana.it

Commenti

Oggi sono più interessanti degli articoli; grazie a tutti per aver cercato di limitare le parole inadatte; buon dialogo, e, giustamente, firmatevi per esteso.

Vivi Lignano

Ci dispiace rilevare che il sindaco Fanotto, non abbia preso una posizione decisa in merito al punto nascita di Latisana, non sostenendo cosi la posizione presa dal sindaco Benigno. In questo modo, sapendo dell’accordo già in essere tra il governatore del Friuli Venezia Giulia, Serracchiani e il governatore del Veneto Zaia, saremo doppiamente penalizzati sulla questione, in quanto il punto nascita di Portogruaro sarà potenziato lasciandone priva Latisana.

Anche per quanto riguarda il nuovo pronto soccorso di Lignano, inizialmente prevedeva nuove attività come ad esempio la sala gessi, le analisi o radiologia, che invece sono state ritenute superflue. A questo punto tale pronto soccorso sarà solamente una mera copia del precedente senza innovamento. Inoltre, osservando l’esempio della vicina Bibione, che ha predisposto un servizio quasi continuo da aprile a settembre, non vediamo una volontà precisa per rendere più efficiente il servizio a fronte anche dell’investimento sostenuto e delle potenzialità che il nuovo centro potrebbe offrire.

Rammarico anche per la mancata presenza dell’ex assessore Guido Pilutti e del gruppo stesso, nell’ultima edizione di Lignano Informa (giornalino del comune). A fronte di ciò valuteremo ulteriormente la nostra posizione all’interno del consiglio comunale, anche in relazione alle innumerevoli richieste da parte del consigliere Guido Pilutti riguardo ad un ordine del giorno del consiglio comunale in merito alla Naspi (Nuova prestazione di assicurazione sociale per l’impiego).

Nota del Cocal: forse prima eri dentro….. adesso sei di sicuro fuori….

cerchio-master-servizi

DIPENDENTI COMUNALI -SITUAZIONE di Luigi Damiani

La situazione tra dipendenti comunali ed amministrazione comunale come dimostra l’articolo sulla stampa locale è arrivata ad i ferri corti. I sindacati annunciano che se entro 5 giorni la situazione non si risolverà, si passerà dall’attuale stato di agitazione allo sciopero. Il Sindaco Fanotto mantiene una posizione rigida e aspetta l’incontro con i sindacati davanti al Prefetto per giocare le sue carte e fare una eventuale proposta.

Ricordiamo che la situazione dei dipendenti ha preso origine con il dirigente Mareschi, che non ha mai trovato un accordo con i dipendenti stessi e i sindacati. Con l’uscita di Mareschi da dirigente a dicembre si pensava che le cose potessero cambiare, invece il sindaco ha mantenuto una posizione rigida, altrimenti avrebbe sconfessato l’operato di Mareschi che aveva sempre condiviso.

E’ chiaro che tutto questo comporta un forte attrito tra dipendenti comunali e l’amministrazione comunale ed in particolare con il Sindaco Fanotto. Quindi ci troviamo davanti ad una situazione che potrebbe degenerare prossimamente.

C’è in tutto questo anche un aspetto politico che non dovrebbe essere sottovalutato. Brini a suo tempo aveva garantito l’appoggio all’attuale amministrazione anche in funzione che si risolvesse la diatriba con i dipendenti, Infatti quello dei dipendenti era uno dei punti sottoposti al sindaco e all’attuale maggioranza per mantenere l’appoggio. Un altro punto di Brini riguarda la questione del lungomare che ad oggi invece rappresenta una situazione di grande attrito tra amministrazione e comitato.

Alla luce di quanto sta accadendo anche Brini dovrà prendere delle decisioni. Infatti ben due punti delle sue richieste avanzate a suo tempo trovano enormi difficoltà nell’essere risolte, dipendenti comunali e lungomare.

Cosa farà l’assessore Brini se questi punti non troveranno una soluzione? In teoria , ma anche in pratica dovrebbe togliere l’appoggio a questa maggioranza. L’altra soluzione continuare ad appoggiare l’amministrazione e il sindaco Fanotto, ma rischiando di perdere la faccia in ambito politico, ma soprattutto consensi nel suo elettorato. Possiamo ben dire che questa amministrazione non è certo ben salda, ma in precario equilibrio.

A testimonianza pubblichiamo qui di seguito il comunicato sindacale che ci è pervenuto. Luigi Damiani

COMUNICATO

segreteriua

EFA -RISPOSTA A MANUELA DAVANZO di Luigi Damiani

Gent.ma Manuela Davanzo.- Mi fa molto piacere che lei sia una assidua lettrice di questo blog, anche perchè pubblicata la notizia non ha perso tempo a rispondere con un commento quasi immediatamente… In risposta al suo commento di ieri sulla questione EFA-ODA tenevo a precisare che un documento come quello pubblicato non può ritenersi una corrispondenza epistolare e tanto meno come da Lei definito “uno dei tanti che documenti che hanno viaggiato” .Quando una amministrazione comunale nella persona del suo assessore all’urbanistica si esprime in tal senso dopo che si è riunita la commissione urbanistica per qualsiasi persona riveste ufficialità visto che è anche protocollato.

Lei confonde le battaglie del WWF ( importanti per carita’) con le scelte amministrative comunali. Non sempre le due cose vanno di pari passo. L’esempio del lungomare in cui comitato e amministrazione hanno diversificato le visioni ne e’ un esempio. Ciò che mi sembra innegabile e’ che in quel documento dell’amministrazione Trabalza e’ stato messo nero su bianco quanto la proprietà avrebbe dovuto fare.

Il che dimostra quanto meno come la vicenda ( e qui sono anche d’accordo con lei) parta da molto lontano e conferma come ( speriamo) la realizzazione del parco non possa essere venduta ai cittadini come un’idea dell’assessore Ciubej . Ma arriva da molto lontano.

Sempre sulla questione della GE.TUR per completezza, la minoranza della passata amministrazione , ora maggioranza, aveva fatto una lunga battaglia contro la concessione alla Ge.Tur dei parcheggi sul suolo pubblico in viale Centrale al fine del riconoscimento degli standard urbanistici per palazzetto e piscina. Dopo le elezioni tale atteggiamento è stato completamente modificato e alla Ge. Tur non è stato più chiesto di farsi i parcheggi sulla loro proprietà! Tanto per chiarezza. Luigi Damiani

Lignano 2016

Per completare il discorso di ieri tra Lignano e Bibione, mi viene in mente una cosa. Perché le struttura che fanno parte del pacchetto turistico e rete d’imprese, non iniziano loro, motu proprio, a classificare gli appartamenti con una cosa non ufficiale, ma molto seria? Tipo, per Lignano, appartamento argento, appartamento oro, appartamento oro 24 karati. Per Bibione una cosa analoga. Se voi scappate avanti, giocoforza il “pubblico” deve ricorrervi, altrimenti come fa poi a chiedervi i voti.,…

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

Un commento

  1. Manuela Davanzo

    Risposta a Damiani.

    Su su Damiani non mi deluda usando frasette che si fanno scrivere… Lei sa bene come me e tantissimi altri che il Cocal appena chiude la pagina la linka (che brutto termine, preferirei COLLEGA) ai suoi profili Fb. Quella in oggetto l’ha collegata in anticipo rispetto al solito perciò mi è passata nella home, come a tantissimi altri! A quell’ora sono ancora sveglia, più tardi magari no… Poi dipende molto dalle priorità, alle 10 di sera le attività quotidiane sono praticamente concluse (per me almeno), questa pagina l’ho vista stamattina verso le 9 ma avevo altre cose da fare perciò ora, alle 14…

    Che lei non conosca e non apprezzi dovutamente gli interventi del WWF non mi stupisce, è già successo tante ma tante volte. Sappia però che se non ci fosse stato quell’intervento presso gli uffici regionali, a nessuno e ripeto NESSUNO sarebbe venuto in mente di chiedere la Protezione Ambientale ai sensi del Regio Decreto n. 1497/1939 e successivo Parco, tant’è che alla conclusione di quell’iter e con i buoni uffici dell’allora assessore regionale Carbone è stato stilato un “accordo” fra Comune di Lignano (sindaco Steno Meroi) e la proprietà. Ecco, questo si che sarebbe un importante documento da ritrovare, a me è impossibile che le mie carte sono miseramente finite in un “allagamento” della cantina/taverna… Lo suggerisco al suo archivista, se è arrivato al 1995 manca poco!
    Per quanto riguarda Ciubej, visto che è di lui che lei vuol parlare, aggiungo solo che ho letto le sue dichiarazioni e non ho capito che arroghi a se l’idea di Parco, ho capito solo che è ben felice di aver “costruito” insieme alla proprietà il percorso amministrativo per giungere a quell’obiettivo. Che io, a differenza di lei, non sappia leggere fra le righe e “interpretare” le vere intenzioni??? Può essere…
    Parcheggi a servizio Palazzetto/Piscina: fosse solo quello il nodo da sciogliere!!! Quello è un “nodino” rispetto ai “nodoni”!!!
    Cocal, io chiudo qua.
    Manuela
    grazie, argomento chiuso anche per me. il cocal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *