Home / Lignano Sabbiadoro / Giovedì: il dopo Punto Nascita; Aprilia Marittima; teatro a Precenicco; Io Amo Lignano; Presepe di Sabbia; Consiglio Comunale; Jesolo; Damiani; turismo; Obiettivo Lignano e Ospedale

Giovedì: il dopo Punto Nascita; Aprilia Marittima; teatro a Precenicco; Io Amo Lignano; Presepe di Sabbia; Consiglio Comunale; Jesolo; Damiani; turismo; Obiettivo Lignano e Ospedale

Presepe di Sabbia

L’associazione Dome aghe e savalon d’Aur, in collaborazione con la Città di Lignano Sabbiadoro, la Pro Loco Lignano, Lignano in Fiore Onlus e la Biblioteca Comunale e con il fondamentale contributo delle associazioni lignanesi, presenta:

Il Presepe di Sabbia sarà aperto nei giorni 5, 6, 7, 8, 12 e 13 dicembre dalle 10.00 alle 18.00. I giorni infrasettimanali dal 9 al 18 dicembre dalle 15.00 alle 18.00. Dal 19 dicembre al 6 gennaio dalle 10.00 alle 18.00. A Natale e Capodanno dalle ore 14.00 alle ore 18.00

Dopo il record di oltre 30 mila visitatori dello scorso anno, il grande Presepe di Sabbia di Lignano Sabbiadoro, attrazione centrale del calendario di Natale d’A…mare del centro balneare friulano, svela oggi le prime anticipazioni della sua 12° edizione. Organizzato dalla neonata associazione Dome Aghe e Savalon d’Aur, in collaborazione con la Città di Lignano Sabbiadoro, la Pro Loco Lignano, Lignano in Fiore Onlus e la Biblioteca Comunale e con il fondamentale contributo delle associazioni lignanesi, l’opera verrà inaugurata sabato 5 dicembre alle 16.00 nella “Piazza Natale” antistante la Terrazza a Mare. Nell’attesa gli organizzatori svelano alcuni particolari molto interessanti, a cominciare dai numeri dell’opera; sono stati ben 400 i metri cubi per 6.800 quintali di sabbia dell’arenile lignanese, trattata come sempre senza l’uso di alcun collante chimico, solo “aghe e savalon d’aur” appunto, uniti alla mano sapiente degli artisti dell’Accademia della Sabbia. Guidata da Antonio Molin una squadra di 7 artisti ha lavorato per 5 settimane, confezionando un’opera che raggiunge i 4 metri di altezza, concepita su più livelli e studiata per stimolare il visitatore ad interagire, addentrandosi con lo sguardo per scoprire nuovi anfratti. Le persone si troveranno così al centro di una vera e propria “città in movimento” popolata da oltre 200 figure umane e 300 animali, intenti in decine e decine di scene di lavoro e di vita quotidiana. Non poteva come ogni anno mancare l’omaggio al Friuli Venezia Giulia e alla sua gente, fra i personaggi umani trovano quindi posto alcuni illustri rappresentanti di questa terra quali Carlo Rubbia, Margerita Hack e Enzo Bearzot, magistralmente riprodotti con la sabbia. A sovrastare la città poi la grande porta e le maestose mura finemente scolpite, oltre le quali si può scorgere all’orizzonte l’arrivo dei tre Magi. Fra innumerevoli scene di vita e frementi attività commerciali – non mancano il pescivendolo, il fornaio, il vasaio, il fabbro, il panettiere e il macellaio – ecco stagliarsi la grande scena della Natività, che quest’anno accontenterà il puristi del presepe classico, mostrando la sedimentazione e sovrapposizione di diverse epoche architettoniche. Ecco allora Giuseppe, Maria e Gesù trovare posto in un contesto di rovine di una città classica, vegliate da quattro angeli e dagli immancabili bue e asinello. Anche quest’anno, al centro del tendone, sarà presente l’Albero di Yule, sui cui rami fioriranno colorati migliaia di biglietti contenenti auguri, preghiere, richieste e speranze dei visitatori e, all’esterno della tensostruttura, un nuovo Albero dei Desideri, sul quale i bambini potranno appendere conchiglie colorate in segno di buon auspicio. A tutti i visitatori sarà chiesta un’offerta libera, parte del ricavato sarà devoluto come ogni anno a progetti in favore di bambini in condizioni di difficoltà e disagio. Il grande Presepe di Sabbia è inserito nel programma delle manifestazioni natalizie lignanesi, che vedrà anche la pista di pattinaggio sul ghiaccio ecologico, i mercatini, ai festeggiamenti del Capodanno e alla tradizionale Foghera, fino al 6 gennaio saranno anche attivi fornitissimi chioschi enogastronomici. L’appuntamento per tutti si rinnova quindi al prossimo 5 dicembre con la grande inaugurazione del Presepe di Sabbia e del calendario 2015 di Natale d’A… Mare. Per ulteriori informazioni e per consultare il programma completo www.prolocolignano.it.

n.d.c., poi sotto vedi Jesolo, soprattutto la parte sottolineata

Presepe_Lignano_1

Presepe_Lignano_2

Presepe_Lignano_4

Il dopo Punto Nascita

Oggi prendiamo a spunto le parole di Charles Trenet, che così cantava: “Que reste-t-il de nos amours?” Cosa resta tra Latisana e Lignano e soprattutto a Lignano dopo la spaccatura sulla questione del Punto Nascita? La spaccatura tra Latisana e Lignano, già evidente mesi fa in chiave UTI, è risultata ancor più plastica martedì sera, quando per protesta verso la chiusura del Punto Nascita, il Sindaco di Latisana, quello di Palazzolo e quello di Ronchis, si sono alzati abbandonando la sala, mentre i colleghi di Precenicco e di Lignano sono rimasti a dialogare con la Assessora Telesca. Chiaro che a Lignano molto importa del Pronto Soccorso, che spera possa trasformarsi in stile Jesolo in piccolo Ospedale estivo, e poco importa di avere una sinergia con Latisana e i comuni contermini. Che sia la tattica giusta o sbagliata lo vedremo, ma oggi occorre focalizzare il ragionamento sul fatto che ancora una volta Latisana e Lignano hanno “litigato”, politicamente ed amministrativamente e di questo passo credo faranno la stessa fine dei due polli di Renzo. Continuare con questa illogica del dualismo non fa bene a nessuno. Poi nello specifico sarà dura per Lignano dire ai propri turisti che non c’è più pediatria…. A meno che il Pronto Soccorso….    (il Cocal )

Obiettivo Lignano e Ospedale

SINDACO O CAPORALE?

Poco più di un anno fa veniva redatto un documento, inerente alla salvaguardia dell’Ospedale di Latisana, in cui si invitavano tutte le forze politiche, gli operatori economici e soprattutto le Istituzioni locali a far fronte comune contro la prospettata chiusura dello stesso.

Leggendo oggi i giornali ed i vari blog presenti nel web, apprendiamo che quella che un anno fa si prospettava come una sciagurata ipotesi ora si è trasformata in triste realtà.

Tutto ciò è reso ancora più amaro dalla consapevolezza che le stesse Istituzioni lignanesi, Sindaco in primis, non si siano adoperate in maniera efficace per la salvaguardia dell’Ospedale di Latisana. E’ evidente che non bastano le parole per difendere la propria comunità ma occorrano i fatti, quelli che martedì il nostro Sindaco non ha avuto il coraggio di dimostrare al contrario dei colleghi di Latisana, Ronchis e Palazzolo dello Stella: alzarsi ed andarsene in segno di protesta per non piegarsi ad un volere politico che è in contrapposizione al normale buonsenso!

Che peso politico ha quindi Lignano che, ricordiamolo, in Regione è una delle prime quattro città che contribuiscono a livello economico?

Sicuramente è un atteggiamento quantomeno singolare e che si allinea alle posizioni di questa Giunta Regionale! Signor Sindaco Le ricordiamo che con Pediatria e Punto nascita chiuderanno anche la Guardia Medica Anestetologica sulle 24 ore e, di conseguenza, la Chirurgia d’Emergenza trasformando di fatto quello che era considerato l’eccellenza degli Ospedali di Rete di questa Regione in una sorta di Poliambulatorio.

Pensiamo che non si debba aggiungere altro sulle conseguenze che ciò implica sia a livello sociale che a livello turistico.

Aprilia Marittima e Teatro a Precenicco

Vedi www.latisana,it

Io Amo Lignano

Riceviamo e pubblichiamo. Leggiamo sul Messaggero Veneto (01.12. 2015) l’intervento dei due consiglieri sanzionati dal Direttivo di Io Amo Lignano. Stupisce la loro loquacità finora mai o poco esibita se non, l’uno per delegittimare il Direttivo e l’altra per rivendicare la propria indipendenza, non si capisce a quale fine se non per quello di poter tacere indisturbata. Il Direttivo Io Amo Lignano

TURISMO

Da voci informate presenti al GOAL che è stato fatto martedì alla vecchia azienda di soggiorno è uscito che negli ultimi 6 anni sono state perse 1.750.000 presenze che corrispondono a circa 175 -200 milioni di ricavi quindi fatturato mancato. Quali sono le prospettive per il futuro? Era presente anche Ejarque di Four Tourism, cosa propone per il futuro? . Damiani mi risulta che era presente cosa ne pensa? Lettera firmata

Consiglio Comunale

In seduta straordinaria: MERCOLEDI’ 9 DICEMBRE 2015 ALLE ORE 20:30 per trattare gli oggetti di cui al seguente ordine del giorno:

  1. Comunicazioni del Sindaco;
  2. Approvazione verbali dal n° 85 al n° 94 della seduta del Consiglio Comunale del 12.10.2015;

3 e seguenti. tutta una serie di Ratifica deliberazione della Giunta comunale di Variazione al bilancio di previsione 2015

  1. Modifica e proroga convenzione quadro Associazione Intercomunale Riviera Turistica Friulana;
  2. Documento Unico di Programmazione 2016-2018 e stato di attuazione dei programmi al 30.09.2015;
  3. Regolamento comunale per la concessione di contributi e del patrocinio comunale: modifiche;
  4. Modifica al “Piano generale degli impianti pubblicitari, delle altre forme di pubblicità e delle insegne;
  5. Interrogazione presentata dal Consigliere comunale Alessio Codromaz – Capogruppo della Lega Nord – avente ad oggetto “Richiedenti asilo a Lignano”;

LIGNANO: COSI’ NON VA!!!! di Luigi Damiani

Si è tenuta martedi sera con un buon successo di pubblico presso il centro civico di Lignano l’assemblea pubblica promossa dal centro destra di Lignano dal titolo LIGNANO : COSI’ NON VA!!!! Argomenti principali il lungomare e il parkint. Al tavolo dei relatori Manuel la Placa che ha fatto una relazione dettagliata su quanto fatto o non fatto dall’amministrazione Fanotto da quando è stata eletta. Una relazione che ha contemplato anche gli aspetti politici che hanno coinvolto questa amministrazione nell’ultimo periodo, oltre che aspetti legati alla UTi , Parkint, Dipendenti Comunali, Vigili, e le deleghe tolte a Pilutti. La serata verteva principalmente su due interventi che riguardavano il lungomare e il parkint.

Alex Buosi che ha dovuto sostituire all’ultimo momento Luca Chiminello ha fatto una relazione molto dettagliata sul lungomare e su tutto l’iter che ha convolto questo progetto. L’ha definita nella sua relazione la storia infinita 1 e 2 , quando era sindaco prima Del Zotto e adesso Fanotto e siamo in attesa della terza parte. L’intervento di Donà sul lungomare è stato un commento su PITTURA E STUCCO che questa amministrazione si accinge a compiere forse con partenza lavori ottobre 2016. Ormai il finanziamento della regione che ammontava a 20 milioni di euro per il lungomare è andato parzialmente perso e in parte congelato. Troppe sono state le situazioni che hanno provocato il rallentamento del progetto che è stato più volte stravolto.

La relazione di Donà sul Parkint è stata molto precisa e ben argomentata. Il parkint è un’ area S 1 , che è stata stravolta in commerciale a beneficio della proprietà. Inoltre è stata argomentata la posizione della stazione delle corriere posizionata in un’area centrale in prossimità di ristoranti ed attività commerciali e vicina al parco Junior, tutto questo creerà senz’altro grandi problematiche con le polveri sottili . Che Lignano abbia la necessità di una stazione delle corriere è ormai uno stato di fatto, però poteva essere fatta una scelta per una ubicazione diversa.

Dal pubblico sono intervenuti Bosello con un attacco abbastanza feroce e articolato sull’attuale amministrazione e il sottoscritto ( Damiani) che ha posto il problema del PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL’ARENILE , piano che non è ancora partito e che dovrebbe viaggiare parallelo al rifacimento del lungomare stesso per creare una logica continuità . Sul parkint invece il sottoscritto ha fatto un accenno alla SMART CITY . La smart city è quella città a misura d’uomo , dove si parla di energie rinnovabili, eliminazione per quanto possibile di polveri sottili ed inquinamento, città verde, bioedilizia , piste ciclabili etc. Una località turistica come Lignano deve percorrere la via della smart city per avere un futuro turistico. Nell’ambito della serata è stato comunicato anche quanto potrebbe succedere a ore all’ospedale di Latisana con la chiusura di alcuni reparti. Per la verità la terza commissione regionale ha praticamente già deciso per la chiusura dei reparti maternità, ginecologia, pediatria, con decorrenza 15 dicembre.

Presenti in sala oltre una cinquantina di persone, commercianti, albergatori, consorzi, professionisti ma anche personaggi della politica lignanese sia della minoranza che della maggioranza che hanno ascoltato con attenzione le esposizioni fatte dai relatori. Luigi Damiani

FLORIANA di Luigi Damiani

Si sono svolti oggi nella chiesetta si san Zaccaria i funerali di Floriana Antonelli. Nella piccola chiesetta presenti oltre ai parenti solo gli amici più cari e vicini , una cerimonia dal contorno emozionante dovuto anche dalle parole di don Angelo e dalla lettera scritta dalla sua amica Laura. Luigi Damiani

Jesolo

Sculture di Sabbia - Preparativi - 013 jesolo

Jesolo, un Natale da vivere, ascoltare e ballare. Arte, musica, intrattenimento, sport, curiosità, mercatini. Il Natale 2015 per Jesolo si annuncia ancora una volta ricco di appuntamenti e di iniziative. Un mese e oltre di manifestazioni che accompagneranno residenti e ospiti a festeggiare le feste Natalizie sempre con qualcosa da fare, vedere, ascoltare.

Il programma delle iniziative è stato presentato questa mattina in Comune a Jesolo dal sindaco Valerio Zoggia, dai due assessori comunali Daniela Donadello (turismo) e Ennio Valiante (sport e attività produttive), con la presenza del direttore artistico di San Nativity Richard Varano e il direttore di ViviJesolo Alberto Cavazzini, che con Next Italia ha presentato l’iniziativa Week Out in programma dal 7 al 13 dicembre promossa assieme all’amministrazione comunale e all’Ascom di Jesolo.

L’iniziativa simbolo, quella che da ormai 14 anni attira pubblico da ogni parte d’Italia e che lo scorso anno ha battuto ogni record di presenze, sarà anche quest’anno il presepe di sabbia Sand Nativity con le sue sculture allestite nella struttura di piazza Marconi. Autentiche opere d’arte scolpite da artisti internazionali capaci ogni volta di stupire per la loro bellezza. Quest’anno il tema conduttore sarà quello del Giubileo e l’8 dicembre, giorno dell’inaugurazione (ore 10) tutti potranno iniziare ad ammirare una magnifica scultura dedicata a Papa Francesco e al suo messaggio di misericordia. La mostra del presepe di sabbia resterà aperta fino al 31 gennaio. Obiettivo finale dichiarato è quello di riuscire a ripetere le oltre 100mila presenze dello scorso anno per finanziare altri progetti di solidarietà con le offerte dei visitatori.

«E’ una mostra bellissima e che ho visto in anteprima in questi giorni prima dei ritocchi finali – ha detto il sindaco Valerio Zoggia – Le 9 opere che gli 11 scultori hanno scolpito sono mastodontiche e lasciamo a bocca aperta. Sarà un’edizione straordinaria che assieme a tutto il resto del programma mi auguro possa portare importanti presenze a Jesolo anche nel periodo natalizio a beneficio della città e delle attività che restano aperte».

«Il presepe di sabbia è da sempre un nostro cavallo di battaglia e per questo lavoriamo sempre molto per renderlo un’attrazione unica – ha quindi aggiunto l’assessore Donadello – Quest’anno abbiamo voluto cambiare un po’ partendo proprio dal messaggio del Papa a cui è dedicata una bellissima scultura e dal Giubileo trattando con sette delle 9 sculture proprio il tema della misericordia. La rai avrà come ogni anno un occhio di riguardo nei nostri confronti grazie a Uno Mattina che trasmetterà da Jesolo il giorno di Natale due collegamenti per far vedere la mostra e per vedere all’opera in piazza Drago alcuni degli scultori che scolpiranno un’opera in diretta. Avremo poi, come sempre, i progetti benefici a cui è dedicata la raccolta delle offerte del pubblico che visita la mostra. Quelli internazionali con il progetto “Casa Verona” in Guinea Bissau per la costruzione di un centro polifunzionale curato dall’organizzazione Bedanda, Asia per costruire una scuola in Nepal martoriato dal terremoto, Children Playground per creare un’area giochi di un college nello Zimbabwe con un progetto seguito dal prete salesiano jesolano don Bruno Zamberlan, e i progetti locali dedicati a Avo (Associazione Volontari Ospedalieri, Lilt di Jesolo (Lega Italiana Lotta contro i Tumori), Telethon, Fondo per Sostegno e Azioni di Rilancio».

Non è Natale senza musica e anche per quest’anno saranno tre i concerti gospel organizzati in tre chiese della città nei giorni 19, 22 e 29 dicembre con Spirit of New Orleans e tre concerti ispirati alla classica tradizione americana che ogni anno, a Jesolo, riscuote grande successo e crea una magica atmosfera.

Musica che continuerà con tre concerti dedicati al Natale in programma al teatro Vivaldi il 23, 26 e 27 dicembre e che non mancherà anche in occasione dei festeggiamenti del Capodanno il 1 gennaio al Vivaldi con l’orchestra sinfonica del Friuli Venezia Giulia e in piazza Trento il 4 gennaio con la scuola di musica Monteverdi.

Parlando di sport e di Natale il 20 dicembre, domenica, da piazza Marconi e con un percorso ridotto in lunghezza ma non in entusiasmo e soprattutto partecipazione torna anche quest’anno la Babbo Natale Run, la corsa dei Santa Klaus che vedrà atleti e famiglie correre vestiti da Babbo Natale per le vie della città con arrivo in piazza Mazzini.

Spazio, poi, come detto ai mercatini: il Mercatino di Natale 8 dicembre in piazza 1 Maggio, 13 dicembre sempre in piazza 1 maggio il mercatino dell’artigianato con gli artisti di strada, il 19 e 20 dicembre in piazza Drago e piazza Marconi ancora il Mercatino dell’Artigianato e il 20 dicembre, sempre in piazza 1 maggio ultimi acquisti con il Mercatino di Natale.

«Uniamo la cultura della tradizione con quella del commercio che tiene viva la città unendosi anche a tante altre attività di contorno per tutti i gusti e palati che faranno da corollario agli eventi traino i questo periodo- ha aggiunto l’assessore Ennio Valiante – Tutto questo grazie ad un consolidato rapporto con l’Ascom e il suo presidente Angelo Faloppa e quest’anno con Next Italia e l’amico Alberto Cavazzini».

Come si diceva, a corollario delle iniziative curate dall’assessorato al turismo e al commercio quest’anno dal 7 al 13 dicembre NextItalia ha ideato Week Out, una settimana di iniziative che coinvolge 103 aziende, con eventi (11 dicembre concerto di Pacifico al Vivaldi), mostre, happening ma soprattutto rende partecipi molte attività commerciali che proporranno presentando la Jesolo card prodotti a prezzi scontati. I particolari su www.vivijesolo.it .

Dopo il Natale Jesolo si concentra sui festeggiamenti per l’addio al 2015 e il benvenuto al nuovo anno. Due gli appuntamenti clou. Il primo in piazza Mazzini che ripropone Festival Show con Giorgia Palmas, già conduttrice dell’edizione estiva, per l’attesa e il conto alla rovescia verso la mezzanotte a suon di musica e ballo. Al Pala Arrex, invece, di scena la festa più giovane della notte con musica da discoteca e un ospite eccezionale che darà il benvenuto al 2016: Skin e la sua band.

Come da tradizione, anche per questo Capodanno, subito dopo la mezzanotte ci sarà lo spettacolo pirotecnico davanti all’arenile di piazza Mazzini. A chiudere i festeggiamenti natalizia il classico Pan e Vin la sera del 5 gennaio e il concerto dell’Epifania nella chiesa di San Giovanni Battista.

14^ EDIZIONE JESOLO SAND NATIVITY PRESEPE DI SABBIA 2015/2016 SCHEDA TECNICA

Dal 2002 i migliori scultori di sabbia del mondo si ritrovano nella città balneare per realizzare un presepe di sabbia monumentale. Da allora, edizione dopo edizione, Sand Nativity è cresciuta sempre più come numero di visitatori e come uno dei presepi più conosciuti in tutta Italia. Ad oggi oltre 1milione di visitatori hanno visitato Sand Nativity.

La manifestazione dal 2004 è associata anche a diversi progetti benefici. La generosità dei visitatori fa raccogliere ogni anno risorse che vengono devolute ad associazioni con fini umanitari; fino ad oggi sono stati raccolti e devoluti più di 588.000,00 euro in progetti umanitari in tutto il mondo. Nell’anno del Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco il presepe di sabbia di Jesolo celebra il messaggio di misericordia con la rappresentazione in sculture di sabbia delle scene corporali e spirituali della carità. Attraverso la straordinaria sapienza e bravura degli artisti che ogni anno giungono a Jesolo, Sand Nativity amplifica il messaggio del pontefice rappresentando in maniera classica e moderna le opere di misericordia unendole all’immagine del santo Natale.

La mostra è arricchita ogni anno da una scultura dedicata ai “portatori di pace”, personalità che si sono distinte universalmente per aver diffuso la pace e la conciliazione tra i popoli.

Negli anni passati questa sezione del presepe ha visto rappresentati Papa Giovanni Paolo II, il Mahatma Gandhi, Madre Teresa di Calcutta, Papa Giovanni XXIII, Nelson Mandela, Sir Robert Baden-Powell, papa Giovanni Paolo I, San Francesco D’Assisi e Don Giovanni Bosco. Quest’anno, vista l’importanza del tema, questa importante sezione vedrà rappresentato Papa Francesco.

Come nelle precedenti edizioni le scene del presepe di sabbia saranno arricchite da spettacolari quinte dipinte a mano dall’artista Damon Farmer che danno prospettiva e profondità alle scene rappresentate con la sabbia.

Artisti: RICHARD VARANO direttore artistico

PAVEL MYLNIKOV (RUSSIA), DAVID DUCHARME (CANADA), DAMON FARMER (USA), ILYA FILIMONTSEV (RUSSIA), MARIELLE HEESELS (OLANDA), BALDRICK BUCKLE (OLANDA), NIKOLAY TORKHOV (RUS), RADOVAN ZIVNY (REP.CECA), ARIANNE VON ROSMALEN (OLANDA), KATSUHIKO CHAEN (GIAPPONE), PEDRO MIRA (PORTOGALLO), HELENA BANGERT (OLANDA)

Il lavoro degli scultori è stato supportato da una squadra di allievi del Liceo Artistico Statale M. Guggenheim di Venezia guidati dal prof. Lorusso Marco e dott.ssa Elena Lana.

PERIODO: inaugurazione martedì 8 dicembre ore 10 periodo apertura mostra: dal 8 DICEMBRE 2015 al 31 GENNAIO 2016 ORARIO: da lunedì a sabato 9.30/12.30-14.30/19.30 domenica e festivi orario continuato 9.30/21

ALCUNI DATI TECNICI: 470 mq di area espositiva 1000 mc (circa 1500 tonnellate) di sabbia utilizzata Scultori all’opera dal 22 novembre al 2 dicembre L’ ingresso alla manifestazione è libero;

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

3 commenti

  1. Jesolo, che qualcuno prenda spunto una volta per tutte, lì si che si lavora per il turismo e i risultati si vedono.
    Come dico sempre, andate a farvi un giro a vedere cosa è stato fatto negli anni e fate un paragone su cosa non è stato fatto qui…..Lignano…..che tristezza!

  2. che tristezza vedere tagliare gli alberi.
    disboscare il nostro paese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *