Home / Lignano Sabbiadoro / Giovedì: Obiettivo Lignano; Sabbia d’Oro a Latisana; Damiani; Ospedale

Giovedì: Obiettivo Lignano; Sabbia d’Oro a Latisana; Damiani; Ospedale

Obiettivo Lignano, nei commenti

Sabbia d’Oro a Latisana

Sabato a Teatro si chiama la mini rassegna teatrale in programma all’Odeon di Latisana; si inizia sabato 15 alle 21.00 con “Le vedove allegre”; ecco attori ed attrici….conoscete qualcuno? …. Alessandra Ietri, Alfonso Poletto, Anna Fuggi, Sigrid Wingelmuller, Annamaria Garzitto, Eleonora Spada, Elida Freguia, Emiliana Moretuzzo, Linda Pavan, Lucia Urban, Maria Bellopede, Mirella Vignando, Natascia Danielis, Sandro Moscetti e Marino Olivotto. Regia di Pierpaolo Sovran.

vedove allegre

PENTECOSTE di Luigi Damiani

Da voci di “palazzo” pare confermata l’operatività e la sicurezza per le Pentecoste 2015 sulla falsa riga della Pentecoste  di quest’anno proposte dall’assessore al turismo. Possiamo affermare che quest’anno Pentecoste ha dato forse meno problemi del passato anche se la stampa estera ha amplificato quanto accaduto. La gestione dei pentecostiani deve essere prima di tutto di prevenzione e controllo. Ormai sappiamo benissimo che l’area di intervento è Sabbiadoro, piazza Fontana, asse commerciale di via Udine,  via Tolmezzo, viale Venezia. L’idea di dirottare i pentecostiani all’arena beach quest’anno non ha dato i risultati sperati in quanto troppo presidiata dalle forze dell’ordine e quindi i pentecostiani si sono ritrovati nelle vie sopra citate e nei locali di Piazza Fontana. Pentecoste è senz’altro un business, ma questo riguarda gli alberghi e i locali del centro e va a discapito dell’altra parte del ricettivo e dei locali commerciali che non sono nei punti nevralgici.. Pentecoste deve essere un business per tutti è questo che desiderano e vogliono gli imprenditori del turismo lignanese. Luigi Damiani

Ospedale

Da Lignano una lettera per difendere il ruolo turistico dell’Ospedale di Latisana

INCONTRO LIGNANO HOLIDAY di Luigi Damiani

Si svolgerà domani giovedi alle ore 15 un incontro presso la PIAT di Lignano Sabbiadoro aperto a tutti gli albergatori e al ricettivo organizzato da Lignano Holiday. L’incontro si dividerà in due momenti. Il primo aperto a tutti gli operatori del ricettivo anche non consorziati per illustrare l’operato passato, presente e futuro del Consorzio Lignano Holiday e per promuovere nuove adesioni. La seconda parte sarà riservata ai soli soci del Consorzio che poi procederanno alla elezione dei membri del cda. In seguito nei prossimi giorni i membri del cda eletti procederanno alla elezione del Presidente. Luigi Damiani

TURISTI A CAVALLO di Luigi Damiani

La Regione Veneto ha presentato a Verona alla Fiera dei Cavalli l’Ippovia delle Piste. Questa ippovia riguarda 266 Km di percorso lungo il Piave e della Marca Trevigiana fino ai vigneti del Soave nel veronese.  Non viene trascurata la pista lungo la litoranea veneta da Bibione a Treporti.  La ippovia sarà tabellata come le piste da sci per segnalare i percorsi. Sarebbe opportuno che anche Lignano e la parte della Bassa Friulana si strutturasse in modo da creare percorsi a cavallo segnalati adeguatamente. Praticare a cavallo una ippovia del basso Friuli potrebbe essere un elemento esperenziale per il turista anche di Lignano. Potrebbe essere una delle emozioni per sentirsi bene. Luigi Damiani

n.d.c. la ippovia Gorgo – Lignano già esiste ed è fatta sulla carta, come vediamo qui sotto

ippovia

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

9 commenti

  1. @ risposta IPPOVIA . Si certo esiste la ippovia da Lignano a Latisana anche se pochi lo sanno ed è poco pubblicizzata. Ma nel Veneto si parla di una ippovia di oltre 260 km che poco ha vedere con la ippovia Lignano -Latisana che non raggiunge i 20 km. Sarebbe interessante una ippovia che da Lignano arrivi a Grado attraversando i comuni di Latisana , Precenicco, Palazzolo dello Stella , Muzzana , Carlino , Marano , fino a Cervignano per poi proseguire per Aquileia e Grado. A conti fatti sarebbero una ottantina di km forse qualcuno di più. Ma sarebbe anche interessante prolungarla da Latisana verso Codroipo, Villa Manin seguendo il Tagliamento. Aree di sosta attrezzate nei casali di campagna che entrerebbero in un contesto di turismo rurale e anche di slow food. Ci vogliono idee progetti e buona volontà per fare cose interessanti per il turismo. Le reti d’impresa servono a questo e possono essere finanziate dalla regione o dalla Comunità Europea. Ma senza idee e progetti non si va da nessuna parte. Luigi Damiani

  2. Hai ragione Il Mare Lento, non saranno mai lei urla i fotoritocchi a migliorare la vita cittadina. Saranno invece le proposte, i progetti e le idee proposte da qualche appartenente ad Obiettivo Lignano del tipo #noialignanononlivogliamo che ottimizzeranno la vita cittadina. Una politica discreta, riguardosa equilibrata che non ritocchi le foto, ma che porti la gente in piazza per cacciare via altra gente dalla propria cittadina. E’ questa la politica dai “piedi forti”. Il rilancio turistico, l’allungamento della stagione, il miglioramento dei servizi in spiaggia, una più oculata gestione del verde pubblico queste sono le vere proposte concrete. Una novità per Lignano, prima di oggi non se ne era mai sentito parlare. Sono delle idee nuove, innovative,moderne che potranno essere, e SONO, l’esempio di come si possa essere INNOVATIVI portando delle IDEE CONCRETE! E’ questo il modo di fare vincente …

    • Gianfranco Pozzatello

      @Giacomo: Le rispondo al Suo commento cercando di essere riguardoso e discreto il che non mi impedisce di essere fermo e risoluto nel portare avanti le mie idee.
      Lei capisce benissimo che condensare in alcune decine di righe i contenuti, le proposte e le idee scaturite in oltre quattro ore di incontro è compito arduo per chiunque nonostante Damiani abbia scritto un’ottima relazione.
      Quelli elencati, però, sono alcuni punti su cui si è dibattuto, mentre altri verranno sviluppati ed approfonditi in incontri futuri. Alcuni di questi temi sono stati proposti da persone che, pur essendo state presenti, non fanno parte dell’associazione.
      Per quel che concerne sicurezza-profughi-sanità ho sempre detto che i profughi non li possiamo accogliere in quanto le autorità competenti, in primis il ns. Sindaco, avrebbero dovuto provvedere prima del loro arrivo a creare quelle condizioni minime accettabili di sicurezza sia sanitaria che di ordine pubblico.
      Già lo scorso mese di giugno Obiettivo Lignano aveva posto il problema sicurezza con un comunicato stampa (pubblicato dal Cocal) riguardante quel manufatto chiamato comunemente “Totem” (posto nel parchetto dietro al municipio) dove si denunciava la presenza in quel luogo il tossicomani dediti al consumo di sostanze stupefacenti.
      Avevamo anche evidenziato che allora non erano ancora stati assegnati alle pattuglie di vigili urbani i nuovi automezzi che giacevano presso i magazzini comunali.
      Problemi che poi si sono acutizzati dopo la chiusura del posto di Polizia stagionale: mi riferisco a tutti quegli episodi di microcriminalità verificatisi e dovuti in gran parte all’inadeguato controllo del territorio a causa della scarsità di pattuglie. Il tutto si verificava prima dell’arrivo dei profughi. Quindi, se già prima c’erano problemi, Le lascio immaginare ora che le poche pattuglie controllano costantemente e con un occhio di riguardo la zona dove alloggiano i profughi, lasciando di fatto ancora meno presidiato il territorio.
      Dal punto di vista sanitario, tralasciando i discorsi riguardanti eventuali malattie infettive, abbiamo sempre messo in evidenza che i profughi, proprio perché aventi lo stato di richiedenti asilo, non hanno il medico di base e devono per forza fare riferimento ad una struttura di primo soccorso anche per curare patologie comuni. Visto che a Lignano i lavori del nuovo pronto soccorso sono appena cominciati (nonostante progetti e finanziamenti fermi da due anni e mezzo) riteniamo opportuno che il ns. Sindaco avesse dovuto chiedere ed ottenere l’apertura straordinaria del pronto soccorso stagionale di Lignano.
      Il tutto per evitare un eventuale andirivieni di ambulanze da Latisana (attualmente la sede di Pronto Soccorso più vicina a Lignano) e garantendo ai residenti quei servizi sanitari di emergenza basilari.
      #ALIGNANONONLIVOGLIAMO (senza il NOI) voleva essere un hashtag, da me creato, che richiamasse l’attenzione sul problema profughi in maniera veloce, univoca e che potrebbe fare il paio con #AQUESTECONDIZIONI.
      Non vorrei dilungarmi oltre su questo discorso e quindi La invito a leggere un mio intervento sulla pagina Facebook di Lignanopoli dal titolo “GLI IPOCRITI” e che era in risposta ad un post di un altro utente ( che curiosamente, come Lei, aggiunge il NOI all’hashtag #ALIGNANONONLIVOGLIAMO). La informo pure che OBIETTIVO LIGNANO, in collaborazione con altre forze politiche lignanesi; sta organizzando un incontro pubblico sulla sicurezza al quale la invito fin d’ora.
      Le ricordo altresì che stiamo preparando altri incontri pubblici su vari temi trattati in questa serata. Spero di poterLa vedere partecipe dal “vivo” ad uno di questi (magari con critiche costruttive) e non commentare solo via post.
      Ringrazio il Cocal per lo spazio concessomi.

      G. Pozzatello

  3. gli hotels che non sono nel consorzio non hanno ricevuto nessun invito…
    si continua con il solito modo di fare a lignano….

  4. @ IPPOVIA. Di seguito il link al sito dell’Ippovia del Cormor, con tutte le notize ed i percorsi:
    http://ippoviacormor.it/

    • @ ennio: si è quello che abbiamo pubblicato; a Latisana abbiamo trovato delle tabelle sul percorso, a Lignano non siamo riusciti a trovarle; forse si attraversa una proprietà privata; anche il ( o ex) presidente di Lignano Holiday….”ne aveva sentito parlare”, ma mancano le informazioni dettagliate e, detto tra noi, dalle piantine in nostro possesso non si capisce nulla dei percorsi…… il progetto è stato realizzato con fondi regionali. speriamo che per le piste ciclabili si proceda diversamente.

  5. Sig. Giacomo, forse invece a rilanciare Lignano saranno i nuovi cittadini da lei ricordati? Oppure sarà il giro d’affari da loro generato di centinaia di migliaia di euro? Oppure sarà creare nuove Tor Sapienza? Oppure saranno quei battaglieri Amministratori muti da anni, che ieri si legavano agli alberi ed oggi fanno sparire intere aree di verde, xxxx o vogliono costruire sul Tagliamento. Queste sono le vere idee nuove! Un cordiale saluto.

  6. Carissimo Sig. Tito Livio vede che ci è caduto pure lei. Come suggeriva Il Mare Lento le URLA e la RABBIA non servono a migliorare la vita ai cittadini di Lignano. I veri problemi di Lignano non sono quelli che lei ha brillantemente elencato, ma sono i fotomontaggi.
    Un cordiale saluto pure a Lei

  7. Egregio signor Mario, ho chiesto ed ho ottenuto io stesso che ci fosse l’estensione dell’invito a tutti gli hotel di Lignano , anche quelli non consorziati, anche se questo non era per niente dovuto. Ho seguito che ci fosse stato sia il primo invio che i due successivi remind. Non posso assicurarle che la lista a nostra disposizione sia completa e può darsi che il suo hotel, se lei è proprietario o gestore di uno ( non conoscendola non posso saperlo ) e qualche altro possa essere sfuggito, ma non corrisponde al vero la sua affermazione che gli hotel fuori del Consorzio non hanno ricevuto alcun invito.
    In questo blog, di lei dimostra esserne un lettore, sono comparsi nei giorni scorsi due articoli, uno del direttore ed uno di Luigi Damiani, che riportavano chiaramente le caratteristiche della nostra assemblea con un prima parte aperta a tutti.
    Sin dal primo giorno che sono arrivato a Lignano ho dato il mio contributo nelle attività del Consorzio LTL e successivamente nella nascita di Lignano Vacanze, questo senza aver bisogno di ricevere alcun invito a casa.
    Il nuovo Presidente con il nuovo Consiglio Direttivo, anch’io personalmente rimaniamo comunque a sua disposizione per qualsiasi informazione sull’attività del Consorzio desiderasse avere. Nel frattempo la saluto cordialmente.
    Luigi Sutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *