Home / Lignano Sabbiadoro / Il sabato del Cocal: Protezione Civile Vecchia Finanza; Consiglio Comunale; Damiani; Lega Nord; Bibione (invidia); Pentecoste, verde e M5S

Il sabato del Cocal: Protezione Civile Vecchia Finanza; Consiglio Comunale; Damiani; Lega Nord; Bibione (invidia); Pentecoste, verde e M5S

Consiglio Comunale

Scivolato via tranquillo il Consiglio Comunale, che aveva come punto saliente l’Ordine del Giorno proposto dal Comune di Latisana sulla difesa dell’Ospedale e in generale del servizio sanitario sul territorio della Bassa friulana. In apertura bel gesto di Fanotto che si rammarica per la concomitanza dell’altra riunione, quella di Forza Italia; revocata poi la convenzione con Cervignano per il Segretario Comunale.  Rinviato il regolamento su alberi e piante, che necessita di alcune limature. Spetta al Sindaco invece nominare il nuovo Segretario Comunale, al posto della Miori che lavorava part time tra Lignano e Cervignano e che è tornata a Portogruaro. Figura indispensabile, par di capire, quella del Segretario Comunale, e infatti Lignano  ne è sprovvista nonostante il preavviso avuto. Nel frattempo opera l’altro dirigente e non è dato a sapere quando questa figura indispensabile arriverà.

Bibione

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Spett.le Redazione de Lignano-Sabbiadoro.it,  Vi inoltro in allegato PDF l’invito al seminario organizzato dal Comune di San Michele al Tagliamento in occasione del Vinitaly 2014, che vede coinvolti i 16 comuni della Venezia Orientale (vedasi loghi dell’invito)  con preghiera di pubblicazione unitamente al comunicato di cui sotto. Comunicato  —  Il Comune ha voluto dare avvio alle iniziative del progetto di marketing turistico mirato finanziato con i fondi del PSL 2007-2013 , proprio partendo all’interno della principale Vetrina del prodotto enogastronomico “made in italy” per eccellenza: il vino.

Il Seminario è la prima delle attività finanziate (80%)  cui seguiranno partecipazioni del Comune a fiere internazionali, nazionali e locali, 16 manifestazioni tematiche nel territorio della Venezia orientale (i comuni sono quelli dei loghi), oltre tutte le attività su media, social, ecc. ecc.

Riteniamo che sia una dimostrazione “concreta” di come un Comune, pur con risorse finanziarie molto limitate, possa comunque fare qualcosa per lo sviluppo turistico.  Comune San Michele al Tagliamento  —  Ufficio Turismo

e.mail turismo@comunesanmichele.it   —  Ringraziando si porgono i migliori saluti.  Il Dirigente   —  dott. Luigi Leonardi

Seminario:  IL TURISMO RURALE: L’OFFERTA ENOGASTRONOMICA DELLA VENEZIA ORIENTALE con la collaborazione dei 16 Comuni  ambito della programmazione Piano di Sviluppo Locale 2007-2013  “Itinerari, Paesaggi e Prodotti della Terra”, mercoledì 9 aprile 2014, ore 15.30 – Vinitaly Salone Internazionale del Vino e dei Distillati, Verona – Stand della Regione Veneto, padiglione 4, posizione d4/e4.

bibione vinitaly

Pentecoste Verde e M5S

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Un breve promemoria per ricordarti che Movimento 5 Stelle Bassa Friulana ha in programma un Meetup per il in una settimana.  Cosa: Dibattito Cubatura & Pini + Pentecoste  —  Quando: giovedì 10 aprile 2014 20.15  —  Dove: Centro civico via Treviso, 2  —  DIBATTITO PUBBLICO, è raccomandata la presenza degli attivisti di Lignano e Latisana. Ordine del Giorno:  Spiegazione problema aumento cubatura; – Dibattito Pubblico aumento cubatura; – Dibattito Pentecoste con i commercianti; – Dibattito Pubblico aperto

Protezione Civile

Anche se con molto ritardo, riceviamo e volentieri pubblichiamo, soprattutto perché si può visionare il piano di Protezione Civile del Comune. Ecco i dati.

Riunione del Centro Operativo Comunale. 25 martedì mar 2014. Pubblicato da Servizio di Protezione Civile -Città di Lignano Sabbiadoro.  Su convocazione del Sindaco si è riunito il Centro Operativo Comunale, che ha sede presso gli uffici della protezione civile di Lignano Sabbiadoro, in via Mezzasacca. L’incontro, dedicato alle Forze dell’Ordine presenti sul territorio, ha riguardato in particolare l’aggiornamento del Piano comunale di Emergenza* e delle aree di emergenza**.  In ottemperanza a quanto previsto in materia di informazione alla popolazione sui rischi del territorio ed i comportamenti da adottare in caso di eventi calamitosi, anche in considerazione dell’approssimarsi della stagione estiva, sono previsti ulteriori incontri con Enti, operatori, associazioni di categoria e cittadinanza per garantire la massima diffusione di importanti precetti da seguire per fronteggiare con consapevolezza situazioni di emergenza.  *Il Piano Comunale di Emergenza è il progetto di tutte le attività coordinate e delle procedure di protezione civile per fronteggiare un qualsiasi evento calamitoso atteso nel territorio di Lignano Sabbiadoro.  La prima bozza del documento, elaborato seguendo le linee guida nazionali (metodo “Augustus”), è stato approvato dalla Giunta Comunale nel Novembre 2000 e presentato al Consiglio Comunale nel Dicembre 2000. Un’ ulteriore approvazione del Consiglio Comunale, inerente le aree di emergenza individuate nel territorio, è avvenuta nel Dicembre 2013.   **La brochure relativa alle aree di attesa per la popolazione in caso di emergenza è scaricabile dagli utenti nel sito http://www.protezionecivilelignano.it (menù laterale “downloads”) —  E’ possibile inoltre accedere alle informazioni relative al Piano Comunale di Emergenza di Lignano Sabbiadoro collegandosi a questo sito:

http://pianiemergenza.protezionecivile.fvg.it/municipalities Scegliere Lignano Sabbiadoro nel menu a tendina in basso a sinistra.

Ri – apre La Vecchia Finanza

alla vecchia finanza

Da Lega Nord

lega nord

 

OSSERVAZIONI di luigi Damiani

Effettivamente gli ultimi articoli che ho scritto su questo blog, hanno avuto una certa risonanza. Tante sono state le mail, le telefonate e gli sms che ho ricevuto in questi giorni. Praticamente tutte condividevano gli articoli sulle Reti di Impresa  e sulla necessità di attuarle al più presto, e anche sul  nodoso Bando per la gestione dell’Arena. Beach. Una persona delle quale sono amico e stimo, mi faceva una osservazione, dicendo che il Bando dell’Arena Beach è aperto a tutti, imprese private e concessionari spiaggia, grandi , come la Lisagest, Ge.Tur, Società Pineta e Sil,  ma anche a quelli piccoli che si trovano lungo la spiaggia. . Inoltre non vi è l’obbligo di zona per posizionare l’Arena Beach, qualsiasi area da Sabbiadoro a Riviera và bene.. Bene, ma se una società-impresa privata vuole partecipare al bando deve avere il benestare  del concessionario da allegare alla documentazione. Se ben ricordo nessuno dei grandi concessionari esclusa la Lisagest ha mai partecipato al Bando, in quanto basta fare un conto economico e il risultato di pareggio è quasi impossibile. Non parliamo del bando di Pineta. I piccoli concessionari non daranno mai il benestare, ma neanche i grandi, anche per questioni di spazio, esclusa la Lisagest, in quanto preferiscono affittare gli ombrelloni e lettini piuttosto che avventurarsi nell’operazione rischiosa dell’Areana Beach. Questo vale per grandi e piccoli, i quali al limite potrebbero essere disposti a darti una parte dell’area a fronte di un pagamento. A questo punto non converrebbe più alla società interessata avere un ulteriore esborso per un affitto.. Ma parliamoci chiaro chi ti dà almeno 3 mila mq di arenile senza contropartita. Quanti ombrelloni e lettini ci stanno in quell’area e che profitto danno. Ovvio che i grandi  e piccoli concessionari sopra citati preferiscono affittare il materiale della spiaggia. Inoltre gli 80.600 euro di contributo comunale sono agganciati all’arrivo dei finanziamenti da parte della Regione. Se per caso di contributi ne arrivassero di meno o peggio non arrivassero cosa accadrebbe alla società che ha vinto l’appalto. Bagno di sangue.!!!!! Ribadisco l’unico società o concessionario che può prendere in gestione L’Arena Beach è la Lisagest, che è anche partecipata dal Comune, ma anche dalla camera di commercio, e dalla provincia e regione, e in minima parte dai comuni limitrofi per la parte pubblica che rappresenta il 51% e dai privati per il 49%. Appianare eventuali perdite  non sarà così difficile.  Per quanto riguarda le Reti d’Impresa credo che non valga spendere ulteriori parole  oltre a quelle già scritte, se non che bisogna correre veloci, dando vita alla costituzione delle stesse e alla presentazione di progetti-prodotto per arrivare ai contributi regionali e a medio termine a quelli europei. Luigi Damiani

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

7 commenti

  1. BIBIONE. Ci siamo. Ancora una volta Bibione corre e ci fà subito vedere cosa vuol dire fare RETE D’IMPRESA. Questa è la risposta di Bibione a quanto scrivo da giorni. Bibione presenta presso il Vinitaly il convegno sul turismo rurale legato all’offerta enogastronomica assieme a 16 comuni del Veneto Orientale. Inoltre una presenza d’immagine presso lo stand del Veneto. Inoltre dicono che questa sarà la prima fiera di tante altre che faranno. Complimenti a coloro come il Dott. Luigi Leonardi e agli altri collaboratori che sanno agire e mettere in pratica le opportunità che vengono offerte. Questo evento di Bibione e il turismo rurale mi gratifica, perchè vuol dire che quanto ho scritto per lunghi periodi era giusto e corretto anche per Lignano. Forse ha ragione il Moralizzatore – Quello che Lignano non dice- FB che scrive sul blog nel pezzo di ieri “Damiani che lingua parli?” A volte mi chiedo anch’io che lingua parlo per non farmi capire, o per non essere volutamente capito. Idee, progetti, reti d’impresa locali e regionali, legati al turismo, alla coesione imprenditoriale, all’enogastronomia, alla cultura , all’arte, allo slow, penso di aver sfornato dalla mia mente cose fattibili e credibili. Infatti i nostri vicini concorrenti stanno mettendo in pratica quello che io ho sempre detto e scritto. Solo che loro sono avanti anni luce, ci hanno pensato per tempo e ora agiscono e ci dimostrano di cosa sono capaci e prendono anche i finanziamenti. Noi invece siamo ancora al palo. E’ tanta la delusione e la rabbia perchè io ancora credo a Lignano e alle sue potenzialità e vorrei che anche gli altri credessero in un futuro turistico migliore. Luigi Damiani

  2. riccardo poleselli

    Cosa vuol dire cubatura dei pini?

  3. Poleselli for president!!!!!!quando uno ne farà una giusta a suo modo di vedere….il mondo cesserà di esistere..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *