Home / Cronaca / La Domenica del Cocal: IN & OUT; L’Eco di Paperopoli; profughi; Damiani; Orizzonte Lignano; previsioni meteo, occhio al Libeccio;

La Domenica del Cocal: IN & OUT; L’Eco di Paperopoli; profughi; Damiani; Orizzonte Lignano; previsioni meteo, occhio al Libeccio;

Previsioni meteo a cura di Gabriele Mamone(appassionato e collaboratore)

SITUAZIONE GENERALE. Domenica e lunedì saremo esposti ad un flusso di miti e umide correnti sudoccidentali che diverranno via via più forti. Da martedì invece, le correnti dovrebbero girare dai quadranti nordoccidentali portando aria più secca. DOMENICA 10 GENNAIO. Avremo cieli variabili con possibile maggiore nuvolosità su pianure e coste per nubi basse o nebbie che potrebbero dare luogo a pioviggini. Sui settori alpini, prealpini e alte pianure ci potrebbe essere maggiore soleggiamento al mattino e nel primo pomeriggio. Dalla sera nuovo peggioramento su tutti i settori con deboli precipitazioni. Venti deboli o moderati di direzione variabile e temperature oltre le medie del periodo.

Profughi

Quest’anno, a differenza della prima volta, non si parla mai dei profughi presenti a Lignano; anche nei social la loro presenza viene evidenziata molto raramente, sia positivamente sia negativamente. Sicuramente è un bene, ma oltre a dargli un albergo e una pensione completa e un cip quotidiano, oltre a aver dato 60.000 euro per dei progetti di inserimento, cosa fanno?

Manuel La Placa Orizzonte Lignano

DOPO I DIPENDENTI,PRENDE IL LARGO ANCHE IL LUNGOMARE – Viste le recenti vicende che hanno coinvolto, come prevedibile, l’iter amministrativo atto a determinare i lavori di rifacimento del Lungomare Trieste e che sono state condite da una netta ed evidente divergenza di vedute tra Amministrazione Fanotto e Comitato del Lungomare, non possono non saltare all’occhio plurimi dubbi e perplessità.

Dopo un idillio che pareva indistruttibile nel 2012,dopo nemmeno quattro anni di mandato da parte di quella coalizione che doveva rivoluzionare Lignano come nessuno aveva mai fatto in passato, ad oggi non si può fare altro che notare l’evidente frattura creatasi tra il suddetto Comitato e l’attuale maggioranza: un copione non certo nuovo.

Dopo le arcinote fratture con la cittadinanza (questione UTI docet) e con il personale dipendente del Comune, oggi assistiamo al completamento del capolavoro, con la maggioranza che è riuscita a far prendere le distanze dal proprio operato e dai propri progetti inerenti il Lungomare, anche a quel Comitato che nel 2012 ne aveva decretato il trionfo elettorale. Nel frattempo, mentre l’amministrazione prosegue imperterrita la propria opera di auto-distruzione, continua a rimetterci la nostra località con un Lungomare ancora ‘conteso’ ed in piena situazione di disagio, una pressione fiscale insostenibile in capo ad alberghi ed attività commerciali ed una totale assenza di programmazione turistico/economica in chiave futura.

Le proposte, in merito, sono state lanciate in modo chiaro dal Centrodestra durante l’ultima assemblea pubblica, eppure la maggioranza ha continuato a non voler ascoltare alcunchè, con risultati che giacciono oramai sotto gli occhi di tutti.

Se la maggioranza non è più in grado di mantenere nemmeno il sostegno dei propri ‘supporters’ storici, ci domandiamo quale senso abbia proseguire con questa, fallimentare, gestione della cosa pubblica. Il Consiglio Direttivo

IN & OUT

in out

In. Gli sport del mare, anche invernali

In. Alpini e Associazioni varie per la foghera

Out. Le gestione facebook di qualcuno del Comune

Out. Il parkint

In. Il bosco della Getur

In. I numeri notevoli del Presepe

LA “GUERRA” DEL WEB di Luigi Damiani

Oggi scorrendo le pagine di Facebook mi è saltato subito all’occhio il comunicato del Direttivo di Orizzonte Lignano capitanato da Manuel La Placa che metteva il dito nella piaga sul lungomare, e sulla situazione che si è venuta a creare tra Amministrazione e il Comitato del Lungomare. Dopo meno di un ora la pagina Facebook di Comunità Lignano replicava con un elenco di tutte le cose fatte e da farsi a Lignano con questa amministrazione. Ricordiamo che Ciubej pluri assessore in comune è “l’anima” di Comunità Lignano.

E’ chiaro che ci sia molta attenzione da parte delle associazioni, mascherate politicamente, su cosa viene detto da l’una e dall’altra parte. Tutto questo fa pensare che sia già partita con un anno di anticipo la campagna elettorale per le elezioni del 2017.

Una campagna elettorale che sarà molto sentita anche dalla popolazione che dopo l’esperienza di questa attuale amministrazione, forse non vede l’ora di tornare a votare. Se qualche personaggio non avesse fatto marcia indietro all’ultimo momento salvando questa amministrazione dalla “caduta libera” probabilmente saremmo già in piena campagna elettorale. Sarà interessante capire in vista delle prossime elezioni dove qualche personaggio tenterà o vorrà accasarsi per non perdere la sedia.

Ma qui sorge la domanda ” chi se lo prenderà in carico?” Una mina vagante è difficile da gestire. Poi ci sono gli emergenti che rappresentano una incognita ma che stanno lavorando guardando avanti.

Poi ci sono i gruppi politici storici locali come la Lega che sta vivendo un momento importante , mentre Forza Italia sembra abbia qualche problema interno da sbrogliare. La politica, gli accordi, le alleanze, hanno bisogno di tempo per essere messe in atto, e probabilmente la strada è ancora lunga per capire cosa accadrà. In realtà mancano circa 15 mesi alle elezioni, non sono molti per definire strategie, programmi e candidati. Luigi Damiani

L’Eco di Paperopoli

l'eco_di_paperopoli

Domenica 3 gennaio 2016

I sindaci della Bassa, Latisana, Ronchis, Precenicco Palazzolo e Lignano compresi, bocciano il piano dell’Azienda Sanitaria n° 2 che comprende anche Latisana; ad essere penalizzato appunto è solo il nosocomio locale. In cronaca il bosco della Getur che verrà reso disponibile questa estate, con percorsi e aree di sosta, molto grande, speriamo sarà bello. A lato i programmi della domenica per il Natale d’Amare.

Lunedì 4 gennaio

Nelle pagine giorno e notte la befana di solidarietà subacquea di Marina Uno, tradizione rispettata. In cronaca l’elenco delle contestazioni del Comitato Il Lungomare è di tutti, rispetto al progetto di rifacimento del Lungomare; sono tante e argomentate e rischiano di bloccare i lavori. Sarebbero a rischio circa 350 piante.

Martedì 5 gennaio

Polemica sul Parkint e sulla pagina facebook del Comune; notizia nata sui social e rimbalzata sulla stampa. Succede spesso.

Mercoledì 6 gennaio

In cronaca l’asse centrale che verrà rifatto nella pavimentazione; al via anche altri lavori in previsione della stagione estiva 2016. A lato continua la polemica sul Parkint con la minoranza all’attacco.

Giovedì 7 gennaio

Sui giornali la morte di Pietro Arduini con foto e ricostruzione dell’attività politica. In cronaca l’Associazione Accendi un Sorriso e le sue attività benefiche. A lato la morte di Angela Borin vedova Landello. “ Da Cicci” era stato il suo locale più famoso.

Venerdì 8 gennaio

I lavori pubblici che sono partiti e stanno per partire, vie marciapiedi e frangiflutti.

Sabato 9 gennaio

La variante al piano regolatore che permette di evitare la costruzione o l’ampliamento verso il mare della linea degli alberghi, voluta da Petiziol e votata da tutti i consiglieri; si evita uno scempio sul bel lungomare di Lignano. A me personalmente dieci metri sembrano pochi, ma meglio di nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *