Home / Lignano Sabbiadoro / La Domenica del Cocal: Kursaal, L’Eco di Paperopoli, IN & OUT; furti di bici; previsioni meteo; Federica Pellegrini; incontri con l’autore; Tonno Rosso, rinvio: soldi falsi

La Domenica del Cocal: Kursaal, L’Eco di Paperopoli, IN & OUT; furti di bici; previsioni meteo; Federica Pellegrini; incontri con l’autore; Tonno Rosso, rinvio: soldi falsi

Previsioni meteo a cura di Gabriele Mamone(appassionato e collaboratore)

SITUAZIONE GENERALE. Il Triveneto è interessato da correnti nordoccidentali un pò più stabili. Domenica invece, il flusso si disporrà da ovest-sudovest per l’avvicinarsi di un nuovo fronte atlantico che ci interesserà lunedì. DOMENICA 23 AGOSTO. Avremo cieli variabili con possibile maggiore soleggiamento su pianure e coste ,e maggiore nuvolosità sui monti. Dal pomeriggio non si può escludere qualche rovescio o temporale sui settori alpini e prealpini. Qualche locale rovescio o temporale non si esclude possa interessare anche i settori di pianura e forse costieri. Soffieranno venti deboli o moderati di scirocco. Temperature invariate con massime sui 24/28°C nei settori pianeggianti e costieri. TENDENZA SUCCESSIVA. Lunedì si prospetta un peggioramento con piogge e temporali che potrebbero essere ancora una volta di forte intensità. Rischio di grandinate, raffiche di vento e locali tornado per la possibile insorgenza di supercelle. Dopo un pò di residua instabilità nella giornata di martedì, l’alta pressione sub tropicale dovrebbe impossessarsi delle nostre regioni con tempo stabile a caldo in aumento(massime oltre i 30°C sulle pianure).

Furti di bici, nei commenti

Soldi falsi

Due ghanesi sono stati arrestati alla discoteca Mr Charlye per spaccio di banconote false da 50 euro; ne avevavo 17…. Abitano a Udine.

Kursaal, notizia e commento

Dalla pagina Facebook del Kursaal, copiamo il seguente testo: … Anche il Kursaal Club, rappresentato dal suo titolare Signor Riccardo Badolato, appoggia la decisione del gruppo Cocoricò, di uscire dal Silb, Sindacato Italiano Locali Da Ballo. Tale decisione nasce dopo una attenta valutazione dei fatti a noi accaduti quest’estate (caso nel quale il ricorso presentato al Tar ci ha dato ragione permettendoci di riaprire e lavorare in totale sicurezza e rispetto delle istituzioni) e alle vicende che hanno coinvolto altre strutture importanti come il Cocoricò di Riccione. Cit Ansa Fabrizio De Meis: “la politica intrapresa in questi anni dal sindacato non ha infatti prodotto i risultati necessari per garantire agli imprenditori delle discoteche la giusta tutela di fronte ad eventi che non possono essere attributi alla responsabilità dei gestori”.

Dunque la prestigiosa discoteca di Riviera esce dal Sindacato e, trattandosi di impresa privata e libera scelta, la decisione va rispettata. Giova però fare una considerazione; Lignano, al pari di altri, ha scelto la strada del “ da soli”, e non è la prima volta; era accaduto con la manifestazione di settembre SUP, con la Associazione organizzatrice che esce dal sistema nazionale e ovviamente era accaduto con l’UTI, con il Consiglio Comunale, e molti lignanesi, decisi and andare da soli, salvo poi fare retromarcia. Lignano insomma preferisce stare da sola e che sia un bene, segnale di forza, o sia un male segnale di debolezza lo diranno i numeri del turismo dei prossimi anni.

Festa del Tonno Rosso, rinvio

Causa annunciato maltempo, la Festa del Tonno Rosso è stata rinviata al 31 agosto, sempre lunedì, sempre 18.30

tonno rosso 2015

Incontri con l’autore e il vino

Marco Missiroli r

E’ il penultimo appuntamento di una vetrina letteraria estiva che ha portato sulla spiaggia di Lignano molti protagonisti della scena autoriale italiana: e anche in questo caso – giovedì 27 agosto, alle 18.30 al Palapineta – gli “Incontri con l’autore e con il vino”, promossi dall’Associazione Lignano nel terzo Millennio e curati da Alberto Garlini, punteranno i riflettori su uno scrittore apprezzatissimo da critica e lettori, Marco Missiroli, Premio Campiello Opera Prima 2006, Premio Tondelli 2009, Premio Campiello Giuria dei Letterati 2012. Al centro della conversazione, condotta dallo scrittore Alberto Garlini, sarà naturalmente l’ultimo romanzo di Marco Missiroli, “Atti osceni in luogo privato” (Feltrinelli), uscito a inizio 2015 e già insignito di prestigiosi riconoscimenti come il Premio Mondello, il Premio letterario Isola d’Elba e il Premio Alassio 100 libri. In anteprima regionale, Marco Missiroli ci introdurrà dunque a uno dei ‘casi’ letterari più apprezzati degli ultimi mesi, al centro anche dell’incontro di pordenonelegge (domenica 20 settembre), che lo vedrà in dialogo con Federica Manzon e Marco Peano. Autore elegante e apprezzato anche dal mercato internazionale, Missiroli ha scandito in sei capitoli la ‘formazione’ personale ed erotica del protagonista, Libero Marsell: un personaggio “totale” che cresce e si emancipa attraversando i ricordi più intimi, come fossero madeleine che affiorano dal buco della serratura della memoria. L’incontro di Lignano sarà accompagnato dai grandi vini dell’azienda De Lorenzi, selezionati dall’enologo Giovanni Munisso. Ingresso libero, info: http://www.lignanonelterzomillennio.it

La storia del dodicenne Libero Marsell comincia una sera a cena, quando intuisce come si può imparare ad amare. La famiglia si è da poco trasferita a Parigi. La madre ha iniziato a tradire il padre. E’ allora che quel dodicenne si affaccia nel mondo, guidato dalla luce cristallina del suo nome. Si muove come una sonda dentro la separazione dei genitori, dentro il grande teatro dell’immaginazione onanistica, dentro il misterioso mondo degli adulti. Misura il fascino della madre, gli orizzonti sognatori del padre, il labirinto magico della città. “Atti osceni in luogo privato” è un percorso di educazione letteraria con cui Libero Marsell, il protagonista, stana la propria educazione sentimentale. Un percorso articolato tra le stagioni della vita e due mondi separati: Parigi e Milano. Un posto da cui scappare, un luogo in cui rifugiarsi. Per poi, alla fine, appartenere indissolubilmente ad entrambi. Da Parigi a Milano, dunque: dallo Straniero di Camus al Deserto dei Tartari di Buzzati, dai Deux Magots, caffè esistenzialista, all’osteria di Giorgio sui Navigli, da Lunette alle “trentun tacche” delle nuove avventure che lo conducono, come un destino di libertà, al sentimento per Anna. Libero Marsell, è un personaggio leggero come la giovinezza nei film di Truffaut, sensibile come sono sensibili i poeti, guidato dai suoi maestri di vita a scoprire l’oscenità che lo libera dalla dipendenza di ogni frase fatta, di ogni atto dovuto, in nome dello stupore di esistere: “Non ero più vulnerabile per me stesso, ero fragile per noi. Passavo dalla prima persona singolare alla prima persona plurale. Il sentimento per lei custodiva i miei atti osceni”.

Marco Missiroli, classe 1981, è nato a Rimini. Il suo romanzo d’esordio, Senza coda (Fanucci, 2005), ha ricevuto nel 2006 il Premio Campiello Opera prima. Nel 2007 ha pubblicato con Guanda il romanzo Il buio addosso (premio Insula romana 2008). Il 12 febbraio 2009 è uscito il terzo romanzo, Bianco (Guanda), che ha vinto la XXVIII edizione del Premio Comisso, il Premio Tondelli 2009 e il premio della critica Ninfa-Camarina 2010. Il 23 febbraio 2012 ha pubblicato il romanzo Il senso dell’elefante (Guanda), che ha vinto il Premio Campiello Giuria dei Letterati 2012, il premio Vigevano – Lucio Mastronardi, il premio Bergamo. È tradotto in Germania, Francia, Spagna, Stati Uniti, UK, Australia, Svezia.

Federica Pellegrini

fedepellegrini r

Federica Pellegrini venerdì 28 agosto a Jesolo per la celebrazione di intitolazione a suo nome di un tratto del Lungomare delle Stelle. La campionessa di Spinea verrà portata in corteo lungo via Bafile e quindi lascerà l’impronta del calco delle sue mani e scoprirà la targa che darà il nome al tratto di lungomare davanti piazza Marconi.

Dopo Alex Del Piero, Sofia Loren e Alberto Sordi (solo per citarne qualcuno) Jesolo dedica a Federica Pellegrini un tratto del suo lungomare. L’atleta veneziana di Spinea, 27 anni, primatista mondiale, campionessa mondiale e olimpica, due argenti ai recenti Mondiali di Kazan in Russia nei 200 stile libero e nelle staffetta 4×200, vedrà il suo nome campeggiare davanti a Piazza Marconi lungo quello che Jesolo ha ribattezzato il Lungomare delle Stelle. La cerimonia di intitolazione è stata programmata per venerdì 28 agosto quando Fede arriverà a Jesolo, dove fin da piccola assieme al fratello e ai genitori soggiorna nel periodo estivo, e sarà ospite di una festa che coinvolgerà l’intera città.

«Jesolo ha deciso di tributare alla Pellegrini questo particolarissimo riconoscimento perché questa è la città della bellezza – spiega il sindaco Valerio Zoggia – . Federica oltre che una campionessa invidiata da tutto il mondo, è veneziana, frequenta Jesolo fin da quando era piccola, ed è un simbolo di bellezza e di successo. La decisione di intitolare il tratto del lungomare davanti a piazza Marconi alla nuotatrice di Spinea è stata condivisa dalla Giunta e da tutte le categorie della città e siamo pronti ad accoglierla per festeggiarla e riservarle anche qualche sorpresa».

Il programma della giornata prevede l’arrivo di Federica nel pomeriggio dove avrà un incontro con la stampa e scatterà alcune fotografie ricordo della giornata. Quindi alle 20 è previsto il suo arrivo in piazza Nember dove salirà su un’auto d’epoca e sfilerà lungo tutta l’isola pedonale di via Bafile fino a piazza Milano. Qui troverà ad accoglierla il sindaco e le autorità oltre ai giovani della scuola nuoto di Jesolo e alcune sorprese in musica. Federica procederà poi al calco delle mani e alla scopertura della targa che darà il nome al tratto del Lungomare di Jesolo davanti piazza Marconi.

COS’E’ IL “LUNGOMARE DELLE STELLE”

Nato da una intuizione dell’allora presidente dell’Azienda di Promozione Turistica, Amorino De Zotti, all’indomani della completa ristrutturazione e abbellimento della lunghissima passeggiata a mare, dal 2001 Jesolo decide di dedicare, ad un italiano che ha fatto grande il nostro Paese nell’ambito del cinema, dello spettacolo, della cultura, dello sport e della scienza un tratto di lungomare. In pratica la lunga passeggiata a mare diventa come la Walk of Fame di Hollywood, con la differenza che a Jesolo alla star viene intitolato un vero e proprio tratto di passeggiata a mare. Il prezioso calco delle mani rimane, invece, custodito nel museo del Kursaal di piazza Brescia, al Lido di Jesolo.

La prima edizione, quella del 2001, venne inaugurata da Alberto Sordi, l’anno successivo toccò a Gina Lollobrigida, quindi a due grandi della lirica, Andrea Bocelli e Katia Ricciarelli, poi a Carla Fracci e Mike Bongiorno, quindi Lino Banfi e Mara Venier e, nell’edizione successiva, a Christian De Sica e Nancy Brilli, per passare alla ‘divina’ Sophia Loren. Nell’ultima edizione, la città decise di intitolare un tratto di lungomare ad uno scienziato, Umberto Veronesi.

Per la prima volta, dunque, l’intitolazione va ad uno sportivo, ad un calciatore nella fattispecie, ovvero ad Alessandro Del Piero, pluri campione con la maglia della Juventus e tra i grandi protagonisti della vittoria del Mondiale con la Nazionale, nel 2006. A differenza di chi lo hanno preceduto, il calco non sarà delle mani, ma dei piedi. E adesso ancora sport, con le mani di Federica Pellegrini, la più grande nuotatrice italiana che l’Italia abbia mai espresso.

IN & OUT

in out

In. I fuochi di Pineta; anche quelli di Sabbiadoro, peccato per la pioggia

Out. Il “mistero” delle manifestazioni promosse e bocciate in due giorni

Out. Le “pinetine” e altri parcheggi fantasiosi sequestrate; lo sapevano tutti e nessuno ha fatto nulla, è dovuto intervenire il giudice… poi si lamentano se la stampa e il web parlano male di Lignano. Cavolo pensateci PRIMA!

Out. Il patrocinio del Comune alla serata “gender”, oppure IN, dipende come la pensate.

Out. La querelle infinita tra dipendenti e Amministrazione Comunale: pessima cosa.

In. Il FestivalShow, professionali e nonostante la pioggia molta gente.

In. I giochi organizzati in spiaggia a Riviera, si va verso una fidelizzazione del cliente rispetto al bagno, ottima idea.

L’Eco di Paperopoli

l'eco_di_paperopoli

Domenica 16 agosto

Nessun giornale

Lunedì 17 agosto

Sul Gazzettino la rapida di due balordi, bengalese e pordenonese, ai danni di un ragazzo alticcio a Riviera; 50 euro il bottino, arrestati dai Carabinieri. Sul Messaggero in cronaca i due cagnolini rimasti chiusi in auto a Sabbiadoro, liberati dai Vigili del Fuoco; poi due albanesi che hanno fato un furto a Lignano in una villa, orologio oro e soldi, hanno nascosto la refurtiva e sono stati beccati quando sono andati a riprenderla; solo denunciati purtroppo. Poi cronaca dei posti di blocco e della varie azioni di controllo e prevenzione nel fine settimana di Ferragosto. Infine una rapina ad un giovane ubriaco: due stranieri, bengalese e nigeriano, in zona Kursaal hanno fermato un friulano costringendolo a consegnare 50 euro; avvisati i Carabinieri sono stati fermati e arrestati per rapina. Nelle pagine estate le nuove guide con i percorsi cicloturistici; sono carine e utili. Tra gli appuntamenti poi, segnalato Mauro Cono, giovedì scorso e il concerto in Sala Darsena. Infine tutta una pagina dedicata alle feste di Ferragosto, con foto e cronaca spensierata di angurie, gavettoni e miss.

Martedì 18 agosto

Sul Messaggero i servizi svolti dalla Protezione Civile nel fine settimana di Ferragosto; nelle pagine giorno e notte la mostra di Toniatti alla galleria di Piazza Fontana. In cronaca la questione della pineta della Getur che verrà aperta al pubblico e sistemata, con segnaletica, pulizia e strade di percorrenza; qui si parla di 50.00 euro di finanziamento iniziale, ma l’altro giorno Cruder parlava di un milione. Vai a capire come andrà a finire: la pineta è stupenda e molto grande. A lato c’è la triste storia di quell’anziano soccorso in zona Punta Faro, che alla fine è deceduto; se ne era parlato anche per l’aggressione verbale e non solo da parte di una donna agli infermieri. Ladri di biciclette, a Bibione e non solo, catturati col gps inserito in una bici. Nella pagina estate si annuncia la serata finale del Concorso di Miss Italia, al Kursaal per l’elezione di Miss Friuli Venezia Giulia; intervista a Michele Cupitò e foto delle ragazze. Poi foto e articolo per l’Incendio del Mare di Pineta.

Mercoledì 19 agosto

Anche il Gazzettino spara in prima pagina la vicenda che il Messaggero chiama “parcheggiopoli”; il giornale veneto ovviamente riferisce dei sequestri e delle persone indagate, ben 35 e lo fa con dovizia di particolari, molto ben informata la giornalista che cita anche i paesi di sede delle società e ricorda analogo sequestro nel 2014. Bocca cucita del Sindaco. Stesso articolo sul Messaggero con tre foto; poi la notizia degli arresti domiciliari (…. No comment ) ai due rapinatori dell’altra sera che avevano rapinato un 18enne ubriaco. Nelle pagine estate la cronaca e le foto delle Miss nella serata al Kursaal; eletta la più bella (….) della Regione Elisa Caposassi di Monfalcone. Spazio anche per lo spettacolo comico a Pineta.

Giovedì 20 agosto

Il Gazzettino in prima pagina con parcheggiopoli; si è partiti da un esposto fatto da un imprenditore friulano che ha un parcheggio a Lignano ( serve dire il nome’?); un anno di controlli e poi il sequestro. Idem sul Messaggero, piena pagina con foto e commenti, su tutti il danno d’immagine a Lignano, poi le valutazioni specifiche. Intervista a Bianca Atzei per il FestivalShow di giovedì sera; intervista alla nuova Miss FVG, Elisa Caposassi; le foto non rendono molto speriamo. Intervista anche a Mauro Corona, giovedì pomeriggio al Palapineta.

Venerdì 21 agosto

In prima pagina sul Gazzettino i ragazzi aggrediti sul Lungomare, di sera tardi; tre finiscono all’Ospedale. Una decina i ragazza sui 16 17 anni aggrediti da 4 persone, più grandi; accento romanesco o magrebino a leggere il giornale. C’è poi la vicenda pinetine e parcheggi con due dichiarazioni, quella della Procura che difende l’azione di sequestro e parla di difesa del territorio e che si parla di pinete non si parla di parcheggi; quella del Sindaco che parla di tempistica poco opportuna e di rispetto della magistratura. Sul Messaggero due pagine dedicate all’UTI, con la mappa vecchia e la scritta che Lignano non aderisce. Notizia sbagliata ovviamente e subito beccata dalla rete. Pagina intera dedicata all’inchiesta sui parcheggi e pinetine, con le dichiarazioni della ditta Luna Blu che aveva fatto un documento esposto al Comune e poi le dichiarazioni del Sindaco che resta molto sul vago e parla di inchiesta in corso. Poi articolo dedicato a Lignanopoli e alla pagina facebook che attacca quotidianamente la mala amministrazione e evidenzia i problemi di Lignano. Anche il Messaggero parla dell’aggressione notturna ai danni dei ragazzi giovani da parte di quattro individui; la mamma esprime sdegno e protesta per quello che è accaduto, con suo figlio all’Ospedale col naso rotto. Una macedone di 19 anni beccata a rubare in una villa a Lignano: arrestata e in carcere. Bene. Nelle pagine estate si parla del Festivalshow, fatto e bene anche se all’inizio pioveva, e degli spettacoli al Cinecity, con i film in prima visione. Poi gli appuntamenti con doppio Lignano: la mostra alla Terrazza a Mare e i concerti in villa organizzati dall’UTE.

Sabato 22 agosto

Sul Gazzettino mezza pagina dedicata ai controlli della Polizia sui mendicanti, finti invalidi anche, che hanno soldi in tasca e si alzano dalla carrozzella per andare in bagno. Continua sul Messaggero la descrizione delle pinetine e parcheggi abusivi; stavolta sono due situazioni regolari a salire alla ribalta, con due alberghi che hanno i parcheggi a posto e il TAR gli da ragione. Poi a lato un altro esposto di un cittadino per le pinetine di City; taglio basso per la querelle infinita tra dipendenti comunali e Sindaco e direttore generale con ennesimo scambio di lettere e accuse dei sindacati. Nelle pagine di cronaca la prematura scomparsa del dj – commerciante Gamba, trovato morto nel suo negozio di Pineta; poi i controlli a tappeto contro i mendicanti, come sul Gazzettino. Infine un gabbiano salvato a Lignano.

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

3 commenti

  1. Bello l’articolo di lignanopoli sul messaggero.finalmente una voce fuori dal coro che dice le cose come stanno.toccherà lscriversi a Facebook per sapere le cose vere.

  2. Sto leggendo xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Franco N. questo commento è stato censurato; la mail non è vera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *