Home / Lignano Sabbiadoro / La Domenica del Cocal: L’Eco di Paperopoli; IN & OUT; Portogruaro; cicche per terra; commenti e che commenti; Jesolo; previsioni meteo; Damiani

La Domenica del Cocal: L’Eco di Paperopoli; IN & OUT; Portogruaro; cicche per terra; commenti e che commenti; Jesolo; previsioni meteo; Damiani

Commenti, e che commenti

Andate a leggerli, se volete, perché sono moooolto più piccanti di Damiani e del sottoscritto….

Previsioni meteo a cura di Gabriele Mamone(appassionato e collaboratore)

SITUAZIONE GENERALE: Da domani inizieremo ad essere interessati da un promontorio anticiclonico sub tropicale, che la prossima settimana porterà tempo stabile con aria mite per il periodo specie in quota.   DOMENICA 24 GENNAIO: Sarà una giornata stabile con la possibile presenza di velature ad alta quota, che potrebbero limitare un pò il soleggiamento. Temperature in rialzo con massime sui 6/9°C.

Cicche per terra…

Anche a Lignano, dal 2 febbraio scatta il divieto con multe salate per chi getta sigarette, ma anche cartacce e gomme da masticare a terra. Da 30 a 300 euro e la sorveglianza spetta alla Polizia Locale. Bene.

Portogruaro

Visto che Fanotto non gradisce il paragone con Jesolo, chissà se posso fare un esempio della vicina Portogruaro; guardate questo sito http://bambuser.com/channel/videoportogruaro e si capisce come, con poco, si dà un servizio civile, ma anche turistico se fatto seriamente e costantemente. Magari una piccola parte degli utili del Presepe potrebbe andare a dei giovani in grado di portare avanti un progetto simile per Lignano.

Jesolo

Dal lungo comunicato stampa di Jesolo sulla Polizia Locale, ne estrapoliamo solo una parte, così Fanotto si arrabbia solo in parte….. : “Gli immobili controllati per sovraffollamento e/o per uso abitazione senza agibilità sono stati n. 108, mentre n. 122 sono stati i verbali emessi. Nel complesso sono stati sgomberati e sequestrati n. 8 appartamenti per inottemperanza alla diffida di ripristino.”.

Commento e Damiani

Damiani risponde ad un commento, per facilitare la comprensione postiamo anche il commento

Da Corrado: Carissimo Damiani, ben venga la tassa di soggiorno, ben vengano le nuove idee, ben venga la promozione e gli eventi ma il problema principale di Lignano non sta nelle “teste di legno” che abbiamo eletto ad amministrarci ma il vero problema siamo tutti noi. Sulla situazione attuale …..penso non sesta più alcun dubbio siamo non sotto un treno ma siamo svariati metri sotto i binari del treno. Finchè i giovani bamboccioni non escono dal torpore e dal voler vivere all’ombra dei propri genitori e vecchi (che continuano a mantenerli anche oltre i quarant’anni) imponendo le proprie idee, Lignano è una località vecchia , gestita da vecchi, con idee vecchie, con imprenditori vecchi (con le tasche piene fatte negli anno d’oro senza voglia di investire perchè per loro e per i loro figli ce ne sono) amministrata da vecchi e di conseguenza SENZA stimoli e senza VOGLIA di mettersi in gioco per rilanciarsi. Tra pochi anni arriveremo alla resa dei conti solo quando avremmo toccato il fondo e dilapidato tutto ma proprio tutto forse ci sveglieremo………..IL CAMBIAMENTO SIAMO NOI, ma se noi siamo i primi a non voler cambiare………..cosa possiamo pretendere di avere.

Alcuni esempi del vecchio che non vuol cambiare:

1- il lungomare, abbiamo le risorse, abbiamo il progetto, si potrebbe essere partiti da anni e forse anche averlo terminato ed avere un fiore all’occhiello invidia dei nostri concorrente e invece…………un comitato di un centinaio di persone nostalcihe del passato e dei ricordi di gioventù imprigionano la località nel passato e impediscono l’avanzata del futuro.

2- l’extra alberghiero, vengono messe del mercato strutture che nemmeno i profughi accettano, ci sono cittadini che fanno pagare oltre all’affito anche il noleggio della tv (5 euro al gg) , vengono affitati appartamenti fatiscenti e in più anche pubblicizzati in vari siti (al esempio subito.it, ebay ecc.) naturalmente queste persone non denunciano nulla, tutto in nero e poi si lamentano che non c’è gente………Naturalmente la cittadinanza il prossimo anno voterà e quindi nemmeno prendere in considerazione una classificazione seria con controlli e chiusure delle topaie, è no……loro votano quindi chiudiamoci gli occhi

3- via latisano, la legge stabilisce la misura minima per il doppio senso, in questa via nella quale gli incidenti avvengono quotidianamente mancano 35 cm, quindi o senso unico o via i parcheggi,…….ma NO, se togliamo i parcheggi tutti coloro affitano i propri appartamenti costruiti negli anno 60 e non hanno il parcheggio dove mettono le auto dei propri clienti, che naturalmente sono guadano (quasi totalmente in nero)????? e le tre attività commerciali che ci sono……dove parcheggiano i loro clienti?????? Scordavo il via latisana ci sono alche 3 hotel, anche questi non hanno il parcheggio e allora???? come facciamo???? Il senso unico, No assolutamente no, c’è un distributotre di carburante, questo sicuramente perderebbe cliente con la diminuzione del traffico e questo ha una famiglia abbastanza grande, non possiamo permetterci di perdere questi voti e quindi……………………….NULLA, ASSOLUTAMENTE NULLA, IL VECCHIO DEVE DIVENIRE VETUSTO E MORIRE CON NOI…….LIGNANO STA MORENDO MA LA CAUSA SIAMO NOI !!!!!!!

RISPOSTA A CORRADO di Luigi Damiani

Egregio Sig. Corrado in risposta al suo commento dove vengo citato, devo dirle che condivido molto di quello che lei ha scritto con tanta passione e amarezza. Purtroppo la situazione è molto preoccupante e nessuno sembra voglia affrontarla seriamente e in modo deciso. Forse come dice qualcuno, e anche su questo blog, è stato scritto, ci vuole ancora più miseria.

Ma toccando il profondo fondo (scusi il gioco di parole) perchè di questo si tratta, come faremo a risalire? Quanti anni ci vorranno per tornare non dico agli antichi splendori, ma ad una situazione accettabile? Probabilmente le presenze turistiche scenderanno ancora se non si interverrà immediatamente. Siamo già ai minimi storici degli ultimi 20 anni.

La tassa di soggiorno potrebbe essere una soluzione parziale e non certo per risolvere tutti i mali che affliggono la nostra località, ma per risollevarci e dare quelle risorse economiche che servono per comunicare che Lignano ancora esiste turisticamente. Abbiamo un problema di decoro urbano, un lungomare disastrato che dequalifica la nostra cittadina turistica, un arenile con servizi e uffici spiaggia del terzo mondo da rinnovare completamente, una classificazione degli appartamenti che non si può più rimandare, una viabilità da rivedere nonostante il PUT che è stato presentato.

Certo che ci sono vedute contrastanti su via Latisana, ma come ho spiegato anche sui social, via Latisana è troppo importante sotto l’aspetto viabilità per non essere a doppio senso. Si poteva affrontare il problema diversamente anche a riguardo dei sotto servizi che sono vecchi e obsoleti. A mio avviso andava fatto un ripristino totale della via Latisana che è da sempre è la via più transitata di Lignano, sia in estate che d’inverno. La raccolta firme effettuata con le osservanze dei residenti ne è la conferma. La cosa che lascia perplessi è la mancanza di interesse delle nuove generazioni nei confronti della località , della sua amministrazione e della politica.

Un silenzio assordante di quelle che dovrebbero essere le nuove leve della località. inoltre la mancanza di attenzione da parte degli operatori verso una situazione quasi precaria. Questo è molto preoccupante.

Strategicamente questa amministrazione con in testa il sindaco Fanotto darà avvio a tutti i lavori possibili durante questo anno, per far vedere alla popolazione cosa sta facendo in vista delle elezioni della primavera 2017. Ma in questi quattro anni circa di mandato l’amministrazione e il sindaco Fanotto cosa hanno realmente fatto? Poco o comunque di ordinaria amministrazione, anche se vengono sbandierate decine di slide in una assemblea pubblica più che mai autoreferenziale che è esattamente la fotocopia di quella dell’autunno scorso.

Molti certo i progetti e le idee in programma. Vedremo se avranno svolgimento e concretezza in un prossimo futuro. Qualche dubbio in me permane.

Una cosa è certa. Lignano vive su una unica economia , quella turistica e relativo indotto, quindi su questo tema bisogna lavorare e fare tutti gli sforzi per risalire la china. Il sindaco ovviamente per Lignano è importante ma l’assessore al turismo è strategicamente fondamentale.

L’attacco costante ai blog e social che sono stati per Fanotto e la sua maggioranza l’arma vincente in campagna elettorale nel 2012, ora invece vengono accusati di disfattismo verso l’amministrazione.

La campagna elettorale di Fanotto e Company è praticamente iniziata. Come si dice nel ciclismo una volata lunga che vedrà molti ciclisti che si contendono la vittoria al traguardo. Ma le volate lunghe sono pericolose perchè molto spesso provocano delle cadute. Fanotto ciclisticamente parlando cerca lo stacco per andare in fuga, ma non ci riesce perchè è tallonato da altri contendenti che hanno argomenti seri e molto concreti per non farlo arrivare al traguardo.

Mi auguro di aver dato le risposte al Sig. Corrado , nel quale intravvedo il malessere di moltissimi lignanesi, che sono preoccupati, ma spesso non vogliono esprimere la loro contrarietà pubblicamente per non si sà quale paura. Luigi Damiani

PRESEPE – EVENTO di Luigi Damiani

Siamo arrivati al penultimo fine settimana di apertura del presepe. che oltre ogni previsione quest’anno ha riscosso un grande successo. Senz’altro una opera d’arte che ha coinvolto migliaia di visitatori dalla sua apertura del 5 dicembre scorso. Sarebbe bene che l’associazione Dome aghe e Savalon dopo la chiusura di domenica prossima desse in tempi brevi il numero dei visitatori e quanto è stato il ricavato delle offerte libere per la visita al presepe.

Che il presepe sia qualcosa di importante per Lignano è vero ma non ha ancora raggiunto assieme all’evento Mare d’a..mare una dimensione turistica . Una cosa alla quale per l’investimento fatto deve essere presa in considerazione. Lignano , Mare d’a…mare può e deve diventare anche un elemento di comunicazione turistica.

Porto un esempio. A Como l’evento di natale si chiama ” la città dei balocchi” dura 40 giorni fino all’Epifania.

Ieri l’assessore al turismo di Como insieme ai promotori dell’evento, Consorzio Como Turistica, Amici di Como hanno dato i numeri di questa edizione.

Oltre 900 mila persone hanno visitato l’evento nel periodo, oltre 10 mila persone hanno pattinato sulla pista del ghiaccio, oltre 75 mila persone hanno visitato la mostra dei presepi tradizionali, oltre 6 mila persone hanno viaggiato sul trenino di natale per la città, oltre 11 mila visitatori al Bosco incantato all’interno del Teatro Sociale, circa 70 le casette di natale presenti con espositori provenienti da tutta la regione ma anche da fuori regione e dalla Svizzera e Austria, più di 35 mila persone presenti in piazza Cavour e lungolago per il capodanno e fuochi nonostante la serata gelida.

Sul sito internet quasi 90 mila le pagine visualizzate da 74 Paesi nel mondo, tra cui oltre l’Italia, Svizzera, germania , Austria, Francia, ma anche Russia, Stati Uniti ,Gran Bretagna etc etc.

Grande soddisfazione anche per il numero di presenze turistiche , con uno o più pernottamenti sia italiani che esteri. Il tutto diventa anche una promocomunicazione turistica.

Moltissimi gli sponsor regionali dell’evento e come partner anche la Regione Lombardia.

Ecco Lignano deve e può orientarsi in questo senso, cioè far diventare il Natale d’a….mare un evento non solo per i lignanesi ma soprattutto un evento turistico, con una risonanza mediatica che porti anche presenze nel periodo.

Gli altri ci riescono, possiamo riuscire anche a Lignano. Luigi Damiani

n.d.c. …si ma al cerchio magico non importa farlo…

IN & OUT

in out

In. Il mare d’inverno

Out. Terrazza a Mare chiusa.

Out. Terrazza a Mare stucco e pittura. Poco.

In. La bike caccia al tesoro

Out. L’attacco di Fanotto ai blog e social

L’Eco di Paperopoli

 

l'eco_di_paperopoli

Domenica 17 gennaio 2016

Nelle pagine giorno e notte il prolungamento fino a fine mese del presepe di sabbia. In cronaca i lavoretti di stucco e pittura alla Terrazza a Mare, in attesa di capire come poter intervenire sui 9 milioni di euro di ristrutturazione; da cercare un accordo con la Regione.

Lunedì 18 gennaio

Sul Messaggero la risposta di Forza Italia-PDL a Bosello della Lega Nord, praticamente vengono ribaltate le accuse.

Martedì 19 gennaio

I duri dell’Enduro estremo, ovvero i tre piloti del Moto Club Sabbiadoro che partecipano al Touquet, in Francia; uno, Michele Tecli, è di Latisana. Gara dura e affascinante, da 40 anni al top mondiale. Veicoli ecologici, questa la proposta di un progetto veneto-friulano che mira a introdurre veicoli a metano o elettrici per la consegna delle merci in estate nel centro di Lignano.

Mercoledì 20 gennaio

Nulla.

Giovedì 21 gennaio

Dichiarazioni del Sindaco sulla Tassa di Soggiorno; è favorevole e spera che venga introdotta; poi contesta chi paragona Lignano a Jesolo…… certo dovremmo fare il paragone con Torre di Fine…. Presentato anche il corposo investimento per Piazza Abbazia e Piazza Ursella a City.

Venerdì 22 gennaio

Nulla.

Sabato 23 gennaio

La raccolta di firme, oltre 300. Per Via Latisana a doppio senso. Proposte anche soluzioni alternative. Sul Gazzettino la banda larga arriva anche a Lignano in Municipio

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

3 commenti

  1. Mi associo a Damiani nel voler conoscere i numeri del presepe visto che partecipiamo economicamente tutti quanti noi cittadini, e sapere dove vanno gli utili della onlus.
    ed anche vorrei veder aggiornato il bilancio della proloco, che vedo il revisore dei conti è se non sbaglio presidente del presepe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *