Home / Lignano Sabbiadoro / lignanhollywood bozorro, comunicato del sindaco, villa margherita, jazz, furti e wi fi

lignanhollywood bozorro, comunicato del sindaco, villa margherita, jazz, furti e wi fi

Good news

Il governo liberalizza il Wi-Fi, Decreto Fare cambiato in extremis

Leggi qui

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-07-23/governo-liberalizza-wifi-decreto-101758.shtml

Furti, furti

Continua lo stillicidio di furti, ogni giorno e in ogni dove; i titoli stavolta spettano a una coppia del centro, commercianti, che hanno avuto un danno di circa 40.000 euro!! Oro e valori e beni e borse e altre cose;  stesso giorno la denuncia di una turista a Pineta: zona Parco Hemingway, quasi 3.000 euro il valore. La criminalità è una piaga assolutamente da sconfiggere, altro che jazz, occorrono interventi con le forze in divisa.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Il sindaco di Lignano Sabbiadoro Luca Fanotto risponde alla polemica sollevata dai gruppi di opposizione dopo l’espulsione del consigliere Marco Donà dal consiglio comunale.   Per favorire la partecipazione del pubblico ai dibattiti consiliari, da quando questa amministrazione è al governo della città, gli orari degli incontri vengono fissati in fasce più accessibili e resi visibili prima in diretta streaming e poi sotto forma di registrazione sul sito www.lignano.org nella sezione Sportello del cittadino.  La registrazione del consiglio comunale dello scorso 15 luglio, tuttora disponibile on line, permette a tutti di trarre le dovute conclusioni e di apprendere che durante la discussione delle interpellanze il consigliere Petiziol è uscito dal tema. Quindi il sindaco, in qualità di presidente del consiglio comunale, ha fatto rispettare il regolamento invitando il consigliere stesso ad attenersi all’oggetto della replica. All’invito del sindaco, Petiziol ha risposto in modo polemico urlando e rivendicando il diritto ai cinque minuti di replica, per poi uscire volontariamente dal consiglio mentre veniva richiamato all’ordine dal presidente.  Il disordine è aumentato quando il consigliere Donà, che niente aveva a che vedere con l’interrogazione, si è rivolto in maniera inopportuna alla presidenza che ha così deciso di ricorrere all’espulsione.  Infine, una volta rientrati in sala e esortati dal sindaco a proseguire la seduta, i consiglieri Petiziol e Donà hanno rifiutato l’invito abbandonando volontariamente i lavori dell’aula.  Il sindaco sottolinea che durante quest’ultimo consiglio comunale – mai era successo nella precedente amministrazione – è stata data assoluta precedenza alle interpellanze e alle interrogazioni presentate dai gruppi di opposizione, proprio per avere la possibilità di chiarire i punti importanti legati al programma e quindi valorizzare il contributo offerto dalla minoranza. Fanotto segnala inoltre che, sempre nell’ottica di dare enfasi al ruolo dell’opposizione, ha accettato la richiesta del consigliere Teghil di notificare un ordine del giorno integrativo con due punti legati alla presentazione di altrettante interpellanze da parte del gruppo consigliare del Pdl, nonostante  l’ordine del giorno avesse già ben 13 punti.  Tenendo conto che il sindaco avrebbe potuto rimandare queste due interpellanze al consiglio comunale successivo, è chiara la sua volontà di valorizzare il ruolo dell’opposizione, che al contrario non sembra comportarsi con il rispetto dovuto per le regole e il riconoscimento del ruolo del presidente delle sedute del consiglio.  Per concludere, Luca Fanotto trova l’accusa di atteggiamento antidemocratico una polemica strumentale e fine a se stessa ed esorta i consiglieri tutti a concentrare le proprie energie sulla risoluzione dei reali problemi di questo momento storico.

Villa Margherita, in Via dei Platani

Oggi pubblichiamo la foto di questa casa turistica; nei prossimi giorni magari ne parliamo anche.

viilla margerita via dei platani

Jazz

Strano che nessuno parli delle spese sostenute dal “sistema turistico Lignano” per manifestazioni che poco hanno a che fare con la promozione e, se proprio devono essere catalogate come intrattenimento, hanno costi talmente elevati che difficilmente trovano comprensione tra la gente. Pensiamo ai 130 mila circa spesi per il jazz, ma i 20 mila spesi per il liscio, i ….mila per pupi e pini, gli 80.000 spesi per il d.j., e lasciamo fuori i 100 e passa mila per l’Hemingway, che, dovesse chiamarsi Premio Lignano, forse è l’unica da mantenere. Poi ci dicono che non ci sono fondi per il trasporto scolastico o le rette delle scuole; il vero problema di Lignano è che ha due facce e una medaglia, e spende sia come cittadina, sia come promotore turistico. Io credo si debba arrivare a un consorzio unico di gestione promozione della spiaggia e della località, che comprenda tutti gli attori economici. Il Comun eroga un contributo e poi pensa alla amministrazione di tutti i giorni (asfalto, scuole, luci, servizi, marciapiedi ecc ecc). Francamente che un Comune so occupi di far ballare il liscio a 100 persone, appare quanto meno curioso.

 …e a Lignanhollywood, che si dice?

Ecco “Bozorro”, sapete tutti chi è. Stavolta la poesia è dedicata a Pilutti

bozorro del 23 luglio

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

4 commenti

  1. Se questo è il comportamento di un sindaco…

  2. Si continua a leggere di furti,nelle case e in spiaggia.Non si legge mai un articolo dove si rende noto che hanno preso i ladri che hanno compiuti questo e quel furto.Forse perchè non ne prendono neanche uno?Forse perchè preferiscono fare un paio di multe o girare con i raiban scuri e guardarsi attorno?Poi se per caso ne prendono uno su cento cosa gli fanno???La gente è stufa e scoraggiata bisogna darsi una mossa!

  3. Corrado Guerin

    Ho letto l’articolo, purtoppo visto anche il video e ora letto anche la risposta per discolparti. Mi dispiace caro Sindaco, tu sei il primo cittadino, e nel bene e nel male, un simile comportamento dimostra soltanto, una mancanza di esperienza nel gestire queste situazioni, e questo ci può stare, visto che è la prima volta, ma non è assolutamente plausibile e giustificabile tono e comportamento, sia nei confronti del Signor Petiziol ed anche del Signor Donà. Poi sentirti parlare e scrivere in politichese rende ancora più ridicola la tua persona, anche perchè non si discuteva di problemi insommortabili e nemmeno si screditava la tua figura……
    Sei partito bene e non stai lavorando male per quello che ti è permesso fare…….ma l’educazione ed il rispetto distinguono l’uomo dal maleducato…..immagine che purtoppo hai hai dato con questa seduta.
    Spero tu possa capire che il paese non ha bisogno di politichesi….ma di uomini che vogliono FARE!
    Buon lavoro.

  4. Ha ragione signor Corrado il sindaco ha dato un pessimo esempio soprattutto i più giovani. se la futura classe dirigente è Questa siamo fregati, non abbiamo saputo insegnare proprio niente…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *