Home / Lignano Sabbiadoro / Lunedì: le cose suggerite; Damiani; domenica di sole; camper si camper no; telecamere a Pineta; murales

Lunedì: le cose suggerite; Damiani; domenica di sole; camper si camper no; telecamere a Pineta; murales

Domenica di sole

Non come Pasqua, ma molta gente a Lignano, ormai con moltissime attività aperte, nella stupenda giornata di sole; qualcuno anche in costume, ma soprattutto gente a passeggio e nei locali. Bene.

Camper

Come era facile prevedere monta la polemica sui camper, sulla loro possibilità di parcheggiare in qualunque posto sostano le auto, e sul divieto assoluto di campeggiare, ovvero utilizzare anche uno solo dei supporti fatti apposta per questi mezzi (appoggi a terra, scalette, allacciamenti e scarichi, sedie, tendalini eccetera…). La soluzione va trovata, sia per evitare che qualche furbetto se ne approfitti, sia per non perdere questa nicchia di turismo, in crescita, che è abituata ad interagire molto a livello web e social e quindi può far circolare il nome di Lignano nel bene e nel male. Stupisce che, nonostante siano anni che il problema viene evidenziato, ancora nessuno abbia presentato un progetto fattibile in Giunta. O almeno non ne siamo a conoscenza.

Telecamere a Pineta

C’è stata una coda abbastanza polemica al furto subìto a Pineta la settimana scorsa; il titolare aveva espresso la sua protesta per il fatto che le telecamere, invece di essere funzionanti, erano in manutenzione e aveva ripetuto la sua protesta sul profilo face del Sindaco. Il post era stato rimosso poi dal destinatario e il ragazzo che ha avuto il danno economico pesantissimo, esprime sul suo profilo tutta la sua rabbia. C’è da dire che pubblicamente Fanotto aveva detto che non avrebbe mai risposto ai social; coerente quindi, anche se forse non serviva cancellare il post che non era a mio avviso offensivo. Però il profilo è suo e lui fa quello che gli pare, giustamente.

TURISMO FINANZIAMENTI EUROPEI di Luigi Damiani

La Croazia riceverà un miliardo di euro per i prossimi 7 anni da investire nel turismo, grazie ai Fondi Europei riservati ai nuovi stati membri dell’Unione Europea. Un miliardo in 7 anni sono circa 140 milioni di euro l’anno. Se la Croazia con questi finanziamenti europei fa una politica turistica di investimenti, e ci aggiungiamo comunicazione, promozione e commercializzazione del prodotto turistico, credo che l’Italia in generale, ma soprattutto l’area dell’alto Adriatico potrebbe subire danni irreversibili di arrivi e presenze. Alla luce di quanto scritto credo sia necessario che le località turistiche dell’alto Adriatico, Lignano compresa, intervengano con tempestività per valorizzare e promuovere il territorio e le loro spiagge. Anche la Regione Friuli V.G. deve fare la sua parte partecipando con Turismo Fvg ad investimenti di rilievo in modo da controbattere quella che sarà la politica turistica per i prossimi anni della Croazia. La tassa di soggiorno che auspichiamo venga introdotta dal 2016 diventa elemento essenziale di risorse economiche da investire per il miglioramento del turismo e la sua promo-comunicazione.. Anche la regione Friuli V.G e i comuni turistici come Lignano e Grado devono presentare progetti per il turismo validi in modo che vengano finanziati dalla Comunità Europea. Località come Bibione e Caorle   tanto per rimanere in zona ma anche molte altre, hanno avuto finanziamenti europei legati al turismo. Rifacimento lungomari, piste ciclabili, enogastronomia etc. A Lignano non siamo ancora stati in grado di presentare alcun progetto che possa essere finanziato in relazione al turismo e non solo. Tanto per fare un esempio il Veneto sta ricevendo circa 70 milioni di euro di fondi europei che in gran parte verranno destinati al turismo accessibile. I soldi e i finanziamenti ci sono, bisogna però presentare dei progetti concreti e in questo senso Lignano non sta facendo nulla, mentre si perde tempo nei contrasti su UTI si UTI no , tassa di soggiorno si, tassa di soggiorno no!!!! Intanto i finanziamenti europei per il turismo vanno altrove. Luigi Damiani

n.d.c. sicuramente l’Europarlamentare Isabella De Monte presente al convegno di giovedì scorso potrebbe essere di valido aiuto per Lignano.

Murales

Venerdì, inaugurazione al Campo Base alle 15.00

Le cose suggerite

Ci permettiamo di suggerire alcune cose da fare e decisioni da prendere:

  • Via Latisana a senso unico direzione Sabbiadoro o, in alternativa, eliminare i parcheggi; idem Via Vicenza
  • Sinergie di percorsi enogastronomici col territorio retrostante: si può arrivare sino ai Colli Orientali e al Collio, circa un’ora di auto da Lignano.
  • Attrezzare un’area sosta e carico/scarico per camper, magari affidandola ad una Associazione che con i proventi sviluppi le sue attività
  • Togliere le barre anticamper a Pineta e Riviera
  • Dare una rotonda Getur agli sport del mare
  • Predisporre dei parcheggi cinema free vicino al Cinecity oppure accettare l’idea che uno paghi sia il biglietto che il ticket. In alternativa una zona disco orario 3 ore.
  • Pista ciclabile dal faro rosso di Sabbiadoro alla fine di Bibione Pineta: 20 chilometri frontemare di goduria…
  • Un palacongressi e uno spazio per concerti in zona stadio
  • Suggerimento da Pineta: trasporto pubblico in Via Tarvisio e maggiori controlli della velocità
  • Sistemare la Terrazza Osservatorio sulla Laguna, in legno, chiusa da mesi
  • La Casa del Turista nel vecchio Pronto Soccorso, magari con un Concorso di Idee per allestimento e scenografia
  • Terrazza Mare aperta nei fine settimana, come simbolo di Lignano, anche in inverno e una Mostra sempre aperta nella sala attigua, come punto di riferimento per il turista del fine settimana
  • Avviare proposte amministrative innovative per unire le località turistiche di Lignano e Bibione, dal ponte ciclopedonale alle foci, alle piste ciclabili, alla presenza congiunta in Fiere e Rassegne
  • Autocertificazione degli appartamenti ad uso affitto e controlli campione
  • Via le righe blu escluso lungomare, più caro, e solo giugno luglio agosto;
  • Marciapiedi a Lignano Riviera
  • Integrare il Premio Hemingway con un Premio Lignano Sabbiadoro che vada a sostituirlo nel tempo
  • Anticipare il programma delle manifestazioni e stamparlo molto prima
  • Maratona dei due fari tra faro rosso e faro di Bibione
  • Allestire 3 punti tecnologici “Dillo a Lignano”, con schermo, in diverse lingue, dove un turista possa dire-suggerire cose a Lignano, critiche segnalazioni, commenti, suggerimenti, che con un clik arrivino direttamente in Municipio
  • Occorre pensare per tempo ad una gestione mista del Cinecity, commerciale, turistica e culturale; suggeriamo anche una scuola di recitazione intitolata a Alberto Sordi;
  • Spostare il mercatino delle bancarelle “Lignano Europa” a Sabbiadoro o a Pineta, ma in centro
  • Cadenzare le attività con programmi settimanali, con le giornate caratterizzare da un colore e da un tema, sempre uguale per abituare il turista;
  • Fare un Piano turistico per il villaggio dei pescatori
  • Aumentare il numero e la qualità delle feste eno gastronomiche, tipo il “campionato europeo del ristoranti” in stile Champions e dare lustro ai vini di Latisana con il rilancio del “nostran”; la DE.CO. delle cape
  • Dare un nome, simbolo e colore ai vari uffici spiaggia e ai concessionari, magari ospitando dei writer delle nazioni turistiche
  • Adottare un unico ufficio “Comunicazione & Eventi” a Lignano. Una società privata che su incarico del Comune e altri progetti e realizzi gli appuntamenti più significativi. Inoltre deve seguire tutto e tutti e che gestisca il calendario delle manifestazioni coordinandolo con quelle regionali e comprensoriali e quindi creare la figura dell’aiuto blogger, per chi viene ad assistere alle manifestazioni sportive e culturali
  • Portale internet unico, con all’interno i vari siti di Lignano per agevolare la ricerca web.
  • Rapporti con TG1 e TG5
  • Gentile richiesta: aggiungere Via Treppo al piano strade e marciapiedi;
  • Sede di rappresentanza, nella villa ex sede municipale.

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *