Home / Lignano Sabbiadoro / Lunedì: le cose suggerite; dicono di Lignano; Ferragostiadi; piccolo salvataggio; sfilata di moda; il “mistero” del 23 agosto; Miss Italia; Bibione; Mauro Corona; tromba marina; refurtiva recuperata

Lunedì: le cose suggerite; dicono di Lignano; Ferragostiadi; piccolo salvataggio; sfilata di moda; il “mistero” del 23 agosto; Miss Italia; Bibione; Mauro Corona; tromba marina; refurtiva recuperata

Miss Italia

MISS FRIULI VENEZIA GIULIA - ANNA BURATTI

Anche quest’anno sarà l’elegante salone del Centro Congressi “Kursaal” di Lignano Riviera ad ospitare la finale regionale di “Miss Friuli Venezia Giulia”, titolo valido per l’ammissione alle “prefinali” nazionali di “Miss Italia”:

La data fissata per questo importante appuntamento con la bellezza è martedì 18 agosto alle ore 21.30 quando, sul palcoscenico, saliranno le ragazze che in questi mesi si sono aggiudicate le varie selezioni ospitate in molte località della regione.

L’evento sarà reso possibile grazie alla “S.I.L. – Società Imprese Lignano S.p.A.” che gestisce la storica struttura posta sul lungomare di Lignano Riviera e all’agenzia “modashow.it” di Paola Rizzotti esclusivista in Regione del più popolare concorso nazionale di bellezza, giunto quest’anno alla settantaseiesima edizione.

La coppia composta da Michele Cupitò e Federica Bertoni, presenterà lo spettacolo che vedrà le finaliste protagoniste di momenti moda, con le coreografie curate da Marisa Benes.

La finale di martedì al “Kursaal” sarà anche una vetrina prestigiosa per artisti della nostra Regione: sul palco, infatti, si esibiranno ballerini del “Club Diamante” di Sagrado (Go), la giovanissima cantante lignanese Asia Acampora che si è distinta tra i finalisti del concorso canoro “Canta Junior” svoltosi nel mese di luglio al Parco Junior di Lignano Sabbiadoro ed il comico “Sdrindule” che ritornerà sul palco del “Kursaal”, dopo l’applauditissima, coinvolgente ed emozionante esibizione dello scorso anno.

Ospite della serata: Anna Buratti, “Miss Friuli Venezia Giulia 2014”.

L’ingresso al Centro Congressi “Kursaal” per assistere allo spettacolo sarà libero (fino ad esaurimento posti).

“Miss Friuli Venezia Giulia”, e tutte le vincitrici dei vari titoli regionali assegnati in queste settimane, saranno, quindi, ammesse alle “prefinali” nazionali di “Miss Italia” in programma dall’1 al 4 settembre a Jesolo; la finale del concorso è prevista per domenica 20 settembre, condotta da Simona Ventura, sempre a Jesolo, in diretta su “La 7”

Informazioni ed aggiornamenti sono disponibili sulla pagina facebook “Miss Italia Friuli Venezia Giulia” oppure sul sito ufficiale www.missitalia.it

Refurtiva recuperata

Furto ai danni di un imprenditore a Lignano sabato 15; autori due albanesi che dopo il furto in villa  hanno nascosto oro, orologio e contanti in un casolare abbandonato; i Carabinieri avevano intuito le loro mosse e li hanno beccati proprio mentre recuperavano la refurtiva. Speriamo ci sia certeza della pena. Altro caso invece a Riviera, dove un giovane è stato affrontato e strattonato da due stranieri che gli hanno portato via 50 euro. Urla e intervento dei Carabinieri e i due fermati e denunciati. Speriamo..come prima..

Tromba marina

Le foto su facebok di una tromba marina, poi due più piccole, verso le 16.00 ca.   ma non hanno toccato terra per fortuna.

Articolo su Lignano

Se volete leggerlo, http://www.ilgiornaledelfriuli.net/cron/luci-e-ombre-su-lignano-di-simone-bertoli/?utm_source=twitterfeed&utm_medium=twitter è a firma Simone Bertoli.

E su Bibione, sempre se volete (magari poi pensate ai 100.000 euro spesi per la filologica…) http://www.ilgiornale.it/news/politica/tutti-parlano-clandestini-bibione-aiuta-i-cristiani-1160585.html

Ferragostiadi a Riviera

A Ferragosto è vietato annoiarsi ed è buona abitudine fare un tuffo in mare: questi sono i principi che hanno ispirato la prima edizione delle Ferragostiadi, una giornata di giochi e sfide tra gli stabilimenti balneari di Lignano Riviera e pensata per intrattenere tutta la famiglia. Dopo giorni di preparativi, ecco che la giornata della gara è giunta: centinaia di partecipanti hanno aderito con entusiasmo alle competizioni, per rendere speciale questo sabato ferragostano soleggiato, ma più mite dei giorni precedenti. A mezzogiorno è stato infine regalato un piccolo pensiero a tutti i bimbi. In allegato, alcune immagini della prima parte della giornata. Cordiali saluti

ferragostiadi 1

ferragostiadi 2

ferragostiadi 3

ferragostiadi 4

ferragostiadi 5

ferragostiadi 6

Piccolo salvataggio

Domenica metà mattina a Lignano, Viale Italia, quando i Vigili del Fuoco sono intervenuti perché una vettura era rimasta chiusa con cani e…chiavi all’interno. Tutto bene. Grazie a chi lo ha segnalato.

salvataggio

Sfilata di moda

Sfilata di moda

Venerdì 28 agosto all’U.T.E. di Lignano Pineta

Il “mistero” del 23 agosto

Non capiamo, e se non capiamo pensiamo che sotto ci sia qualcosa, o un errore o una scelta o un’altra cosa. Ricapitoliamo:

  • Nel programma ufficiale Summer Show pubblicato anche sul sito del Comune, al giorno 23 non c’è nulla
  • Nell’albo pretorio del Comune troviamo prima una delibera che mette in calendario una manifestazione spalmata su 4 date all’Alpe Adria, e tra queste date c’è il 23 agosto; poi troviamo una delibera di due giorni dopo che cancella la manifestazione.
  • In rete troviamo un invito a andare a Lignano, Alpe Adria, alle selezioni per i “Sanremo Awards”; incuriositi chiediamo e troviamo questo..

sanremo sabbiadoro 1

sanremo alpe adria 2

Ora francamente non sappiamo se ci sia un errore, una volontà o se siano successe cose terribili, ma credo fermamente che Lignano debba essere guidata da professionisti e parole come programmazione e promozione debbano essere la base per realizzare qualunque cosa a Lignano. Nel caso di specie, bastava usare Google per capire…… caro Brini….. Certo è che se, per esempio, una delle più belle cose di Lignano, ovvero la Festa del Tonno Rosso, non viene nemmeno citata dal Summer Show, qualche dubbio rimane….

Mauro Corona a Lignano

Dalla spiaggia di Lignano ai segreti della montagna il passo è breve se il protagonista della conversazione si chiama Mauro Corona, ed è disposto a schiudere al pubblico gli scenari più veri della sua ispirazione, le origini più intime della sua simbiosi con la montagna, gli aneddoti e le leggende che sono ‘carne e sangue’ di una montagna antropomorfa, intessuta di favole, superstizioni, storie e ricordi mischiati e inestricabili nella sterminata tradizione orale. “I misteri della montagna” (Mondadori) è l’ultima fatica letteraria di Mauro Corona, decisamente la più intima e personale: lo scrittore, in dialogo con Alberto Garlin, la racconterà giovedì 20 agosto a Lignano (Palapineta ore 18.30) al pubblico degli “Incontri con l’autore e con il vino” promossi dall’Associazione Lignano nel terzo Millennio. Un incontro che sarà accompagnato dai grandi vini dell’azienda Conte d’Attimis, selezionati dall’enologo Giovanni Munisso. Ingresso libero, info: http://www.lignanonelterzomillennio.it

La narrazione è strumento essenziale, nel tempo della globalizzazione, per restituire la specificità ai singoli luoghi e recuperarne l’identità più vera e sanguigna: lo sa bene Mauro Corona che da molte stagioni alla montagna dedica i suoi viaggi letterari, e proprio per questo sarà fra i protagonisti a pordenonelegge 2015 (venerdì 18 settembre) del nuovo progetto di produzione del festival, “Viaggio in Italia”, concepito per otto voci narranti di altrettanti città, habitat, territori. Le pagine del “I segreti della montagna” sono inetichettabili, esattamente come il loro autore: è come se Mauro Corona decidesse di far entrare il lettore e il pubblico nella sua bottega, per mostrare gli attrezzi del mestiere con cui ha costruito i suoi libri precedenti: non solo le sue profonde conoscenze della natura, ma anche la sua ispirazione più vera, che nasce dai giochi dell’infanzia, dalla deprivazione degli affetti familiari, dalla prematura scomparsa di uno dei fratelli, dai sogni adolescenti troppo presto spezzati. Non tutti hanno la capacità immediata di comprendere fino in fondo i segreti della montagna. Vedono le cime come blocchi turriti, pilastri di roccia scabri e senza valore, ammassi di pietre inutili sorti qua e là per capriccio del tempo. Basta, però, alzare lo sguardo ed essere sovrastati dall’imponenza del mare verticale, con i suoi milioni di granelli di sabbia, per sentire nascere lo stupore. Lo stupore che genera domande. Le domande che generano misteri: chi ci sarà lassù? Vi abita qualcuno? E, se esiste, come sarà fatto? Nei boschi, tra le rocce, dentro l’alba, sotto le foglie, sulle vette ancora inesplorate. Lì dormono i segreti della montagna. E Mauro Corona ci accompagna ancora una volta a scoprirli, tendendoci la mano, aiutandoci a salire. Ci esorta a giocare con il rimbalzo dell’eco, che vuole sempre l’ultima parola, ad ascoltare la voce del vento, che non sapremo mai da dove nasce. Ci conduce lungo i ruscelli a spiare le ninfe dai lunghi capelli d’acqua, ci indica il sentiero per raggiungere il grande abete bianco – adagiando l’orecchio al tronco, sentiremo il suo cuore battere. La montagna è viva, ha cinque sensi protesi a conoscere il mondo. E come tutti gli esseri speciali ha anche un senso in più: la percezione. Grazie a lei, può scoprire in anticipo le barbare intenzioni dei politici che vogliono ferirla, strizzarla, spremerla fino a distruggerla, pur di incassare moneta sonante.

Attraverso questo libro Mauro Corona ha affidato alle stampe i diari scritti tra un romanzo di successo e l’altro, tra il novembre 2013 e il marzo 2015: inseguire i segreti della montagna non vuol dire nient’altro che ricercare se stessi, andando alle origini delle proprie paure. Sfilano così l’eco, il vento, le baite di montagna e i loro misteri; gli uomini e le donne che ha incontrato durante la sua vita, soprattutto le sensazioni suscitate dal contatto diretto con la natura: tutti gli ingredienti che fino ad oggi l’autore ha inserito nei suoi romanzi. Una storia d’amore tra l’uomo e la montagna, tra un uomo che non cede alla tentazione del mondo moderno e la natura che non è più l’Eden incantato di un tempo. Perché, com’è sua abitudine, Mauro Corona regala anche pagine di acceso furore contro i politici che hanno profanato le montagne, e inserisce anche una serie di sue considerazioni personali sul mestiere di scrittore e sull’industria editoriale italiana.

Bibione

I Fuochi rinviati al 20.

Le cose suggerite

Ci permettiamo di suggerire alcune cose da fare e decisioni da prendere:

  • Via Latisana a senso unico direzione Sabbiadoro o, in alternativa, eliminare i parcheggi; idem Via Vicenza; oggi molti hanno il Suv, due Suv o un Suv e una corriera turistica o un furgone non ci passano.
  • Chiedere una legge finanziata per trasformare vecchi appartamenti in albergo diffuso
  • Creare un gruppo di hotel sullo stile di altre iniziative in Alto Adige, che si propongano ad un target ben definito e offrano alternative e specificità adatte alla promozione: bike ( & bikers) hotels, sup hotels, walking hotels eccetera
  • Salvaguardare il verde residuo dell’Oasi e soprattutto quello della zona dietro Riviera, comunemente chiamate zone Stefanel e Riviera Nord.
  • Vuccumprà: intervenire alla fonte: auto che trasportano in entrata e affitto appartamenti e villette
  • Sinergie di percorsi enogastronomici col territorio retrostante: si può arrivare sino ai Colli Orientali e al Collio, circa un’ora di auto da Lignano. Turismo di base a Lignano, ma con esperienze da fare nell’entroterra soprattutto enogastronomiche; non si deve aver paura di perdere il pranzo, se si regala una esperienza unica al turista.
  • Attrezzare un’area sosta e carico/scarico per camper, magari affidandola ad una Associazione che con i proventi sviluppi le sue attività, fac simile del porticciolo dei residenti
  • Dare una rotonda Getur agli sport del mare o uno spazio adeguato; abbiamo sentito che il lato ovest della pineta Getur, per intenderci quello di fronte alla chiesetta di Pineta, verrà adibito a campeggio: nelle more dell’accordo si potrebbe ricavare uno spazio dedicato.
  • Un piatto di pesce “… branzino alla Lignanese”; per emulare la pubblicità gratuita delle “triglie alla livornese”, con Lignano presente in tutte ( o quasi) le carte dei menù dei ristoranti d’Italia e non solo; a Lignano poi dovrebbe avere una promozione particolare ad un prezzo promozionale abbinato al vino di Latisana e dintorni.
  • Un maxi pedalò come attrazione in spiaggia, da 10-12 posti, non noleggiabile se non per video e foto
  • Maxi scritta con ombrelloni aperte e chiusi in spiaggia e foto dal drone, anche Record da Guinnes
  • Predisporre dei parcheggi cinema free vicino al Cinecity o sconto del biglietto con ticket
  • Pista ciclabile dal faro rosso di Sabbiadoro alla fine di Bibione Pineta: 20 chilometri frontemare di goduria… ponte strallato sul Tagliamento
  • Un palacongressi e uno spazio per concerti in zona stadio, o zona Strabilia
  • La Casa del Turista nel vecchio Pronto Soccorso di Sabbiadoro, magari con un Concorso di Idee per allestimento e scenografia
  • Terrazza Mare aperta nei fine settimana, come simbolo di Lignano, anche in inverno e una Mostra sempre aperta nella sala attigua, come punto di riferimento per il turista del fine settimana; meglio ancora una vetrina della enogastronomia regionale; sistemare la climatizzazione
  • Autocertificazione dei bar e locali pubblici e degli appartamenti ad uso affitto e controlli campione; non sarebbe male anche dare un’occhiata ai prezzi praticati dagli ambienti pubblici. Il problema del rapporto qualità prezzo è molto sentito dal turista, con l’aggravante che poi lo riversa, senza possibilità di controllo, sui social network. Risultato? Sputtanamento a raffica e poca possibilità di intervenire; argomento difficile ma le Associazioni di Categoria possono (devono) avere anche questo ruolo. Se gli stabilimenti balneari sono classificati, gli alberghi idem, gli appartamenti ci arriveremo, perché no anche bar e pizzerie ? Uno spritz 4 euro? Ok, va bene, ma col Prosecco, Aperol e non sottomarca, olive, patatine, piccolo buffet a disposizione e servizio su bicchieri adeguati. Allora sei un 4 stelle come bar…
  • Via le righe blu escluso lungomare e vie vicine, più care, e solo giugno luglio agosto;
  • Marciapiedi a Lignano Riviera
  • Integrare il Premio Hemingway con un Premio Lignano Sabbiadoro che vada a sostituirlo nel tempo
  • Anticipare il programma delle manifestazioni e stamparlo molto prima, il Summer Show a maggio
  • Ospiti gossip a Lignano
  • Marcia e Trial dei due fari tra faro rosso e faro di Bibione
  • Per il Cinecity, suggeriamo anche una scuola di recitazione intitolata a Alberto Sordi;
  • Cadenzare le attività con programmi settimanali, con le giornate caratterizzare da un colore e da un tema, sempre uguale per abituare il turista;
  • Fare un Piano turistico per il villaggio dei pescatori
  • Aumentare il numero e la qualità delle feste eno gastronomiche, tipo il “campionato europeo del ristoranti” in stile Champions e dare lustro ai vini di Latisana; la DE.CO. delle cape. Nelle manifestazioni, valenza doppia , una per i mass media e una per la gente
  • Dare un nome, simbolo e colore ai vari uffici spiaggia e ai concessionari di Sabbiadoro, magari ospitando dei writers delle nazioni turistiche
  • Adottare un unico ufficio “Comunicazione & Eventi” a Lignano. Una società privata che su incarico del Comune e altri progetti e realizzi gli appuntamenti più significativi. Inoltre deve seguire tutto e tutti e che gestisca il calendario delle manifestazioni coordinandolo con quelle regionali e comprensoriali e quindi creare la figura dell’aiuto blogger, per chi viene ad assistere alle manifestazioni sportive e culturali
  • Portale internet unico, con all’interno i vari siti di Lignano per agevolare la ricerca web.
  • Rapporti con TG1 e TG5
  • Gentile richiesta: aggiungere Via Treppo al piano strade e marciapiedi;
  • Sede di rappresentanza, nella villa ex sede municipale.

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

4 commenti

  1. Le cose suggerite!?caro cocal in realta’ questa rubrica e’ diventata un vero e proprio programma elettorale,a questo punto mi permetto di suggerirti di presentare la lista del cocal e sperimentare sulla tua pelle come le tante cose giuste”suggerite” siano comprese dagli attenti cittadini di lignano.con osservanza bozorro

  2. Ai sig. del Cocal, vedo i suggerimenti per il comune di Lignano. Ma solo Lignano?

    Vorrei dare un suggerimento a questo sito, Fate una lista. vincete le elezioni, e fate tutti i lavori da voi suggeriti, si può fare?

  3. posso sapere il perché sonno stato banato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *