Home / Lignano Sabbiadoro / Martedì: Lignanhollywood; pensieri termali in libertà; Parkint e Io Amo Lignano; Passa il Parkint, si spacca la maggioranza; arresto

Martedì: Lignanhollywood; pensieri termali in libertà; Parkint e Io Amo Lignano; Passa il Parkint, si spacca la maggioranza; arresto

Passa il Parkint, si spacca la maggioranza

A tarda ora il Consiglio Comunale di Lignano ha votato a favore del Piano del Parkint, che prevede, oltre alla nuova autostazione, anche altri accordi tra Comune e proprietà, come dei parcheggi e il via a delle soluzioni commerciali molto significativa, dell’ordine di 3.000 metri quadrati. La notizia grossa e clamorosa è che l’Assessore Pilutti, con le deleghe al commercio e attività produttive ha votato contro il suo Sindaco e contro la sua giunta, come le opposizioni; astenuto, e non è più una novità, l’ex candidato Sindaco Petiziol. Domani le altre notizie; intanto una foto…..

porte-girevoli

Getur, di Angelo

Caro Cocal, la tua domanda di ieri su Riviera mi ha acceso dei pensieri che vorrei condividere. Secondo me il progetto delle Terme di Riviera è bello, io forse avrei puntato più sulla questione termale che alberghiera ma comunque in linea di massima anche i 4.000mc (se non sbaglio) aggiunti credo nell’insieme abbiano senso. Ho il presentimento però che questo progetto non vedrà la luce a breve, non chiedermi perché, è solo una sensazione (chissà come la prenderebbe la Regione!).

Mi sono messo a pensare allora dove potrebbe collocarsi in provincia di Udine più vicino possibile a noi un centro Termale da fare invidia agli altri e mi è subito venuta in mente la zona dei Picchi dove ci sarebbe molto spazio disponibile e dove ovviamente già c’è acqua da usare (avete mai visto il fumo nelle sere invernali in quella zona??). Ma se le volessimo a Lignano? Dove potrebbe stare un centro di questo tipo? Dopo parecchie riflessioni c’è stata una sola risposta: Ge.Tur.

Adesso che si dice siano entrati anche degli imprenditori Lignanesi nella società e che quindi a mio avviso ormai (in realtà da alcuni anni) non si parli più esclusivamente di turismo sociale potrebbe esserci la volontà di realizzare un vero albergo di classe con annesso complesso termale come potrebbero essere le strutture delle Terme di Bibione e del Savoy Beach Hotel.

Chissà se è fattibile? Chissà se una volta realizzato il tutto la Ge.Tur sarebbe ‘chiusa’ come ora oppure le strutture sarebbero fruibili più facilmente integrandosi meglio con il territorio? Chissà se la proprietà ci ha mai pensato?

Troppe domande senza risposta ma con la fantasia è bello viaggiare!

Angelo

locandina thermae

n.d.c. curiosando in rete, si possono trovare molti studi sulla acque termali presenti nel sottosuolo; io ho buona memoria e mi dicordo dell’Ing. Antonucci, abitava dove oggi c’è il B&B Volton, e aveva creato i presupposti per lo sfruttamento del tesoro caldo che si trova a una profondità nemmeno troppo impegnativa. Dati certi non ne ho, ma credo 400 metri. Recentemente una grande Azienda Agricola ha ottenuto di prelevare ( e rimettere) l’acqua calda per fare formaggi e altri privati scaldano la casa oggi praticamente gratis. Sarebbe bello che alla Getur si effettuassero investimenti, magari senza danneggiare la pineta, spazio c’è eccome. Sarebbe anche bello che tutto avvenisse alla luce del sole… che c’è di male?? Campeggio, Hotel e Terme, ben vengano se si salvano gli alberi.

Arresto

Un lignanese di 45 anni, operaio Fabio R. è stato arrestato per stalking nei confronti di una coetanea di San Giorgio di Nogaro; dopo una relazione chiusa dalla donna, non aveva accettato la decisione arrecando danni e disturbo pesante alla sua ex. Ora è ai domiciliari.

Parkint e Io Amo Lignano

Riceviamo e pubblichiamo

PAC PARKINT E NUOVA AUTOSTAZIONE DELLE CORRIERE A LIGNANO

In relazione all’approvazione del piano denominato Parkint, la posizione di IoAmoLignano, espressa dal direttivo dell’associazione, è favorevole in linea di massima al posizionamento dell’autostazione in via Amaranto. Il punto di disaccordo concerne invece la decisione, da parte del Comune, di acquisire la proprietà del terzo e quarto piano del parcheggio. Non condividiamo l’idea che il Comune entri in partnership con la attuale proprietà del parcheggio, in quanto riteniamo che non rientri tra le prerogative del Comune – già oberato da una quantità enorme di competenze – quella di gestire parcheggi pubblici in aree o edifici privati entrando in regime di concorrenza anche con i gestori di altri parcheggi esistenti sul territorio Lignanese.

Tanto meno appare edificante che il Comune abbatta i non indifferenti oneri condominiali sfruttando economicamente le antenne telefoniche sul tetto o che faccia cassa svendendo i suddetti parcheggi ai privati. Occorre inoltre tenere conto degli ormai improrogabili interventi di ristrutturazione e/o adeguamento del parcheggio – soprattutto del lastrico – il cui costo per oltre un terzo dovrà fare carico alle casse comunali, senza che a fronte di ciò corrisponda un effettivo incremento o miglioramento di servizi a favore della collettività. Per non parlare poi del mancato introito di IMU derivante dal passaggio di proprietà.

Crediamo che il vincolo di destinazione pubblica del terzo e quarto piano possa essere garantito ugualmente anche mantenendo la proprietà in capo all’attuale titolare. Riteniamo che il Comune debba occuparsi di erogare servizi ai cittadini contenendo le spese e non a farsi carico di oneri e gestioni di servizi che competono ai privati e sostituendosi ad essi. Autostazione sì, ma senza ipotecare il futuro delle generazioni a venire e soprattutto senza appesantire il Comune con ulteriori attività e procedure amministrative che finirebbero per rallentare ulteriormente la già intasata macchina comunale che questa amministrazione si era impegnata a livello programmatico di riorganizzare all’insegna della riduzione della spesa pubblica.

IL DIRETTIVO DI IOAMOLIGNANO

… e a Lignanhollywood, che si dice?

Adesso che la stagione è finita, si torna a quello che meglio sa fare Lignano in inverno, chiacchiere e progetti…..

due gabbiani si parlano querele

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

5 commenti

  1. Caro angelo lignano di fantasie e filosofie spicciole non ne ha bisogno.la sil ha fatto un progetto per ristrutturare le attuali terme,un progetto che a causa della burocrazia infame si sta trascinando da anni ma che e’ l unico possibile ed attuabile.la sil ha gia’ realizzato un pozzo che fornisce acqua a65 gradi ora deve far partire il cantiere in base al progetto(progetto che ha visto daccordo in forma trasversale tutta la politica locale).ilrogetto dovra’ essere realizzato perche’ fa parte del piano industriale che e’ stato prodromico all ottenimento della concessione demaniale.questa e’ la realta’ altre cose sono solo fantasie inutili e dannose perche’ creano illusioni o speranze irrealizzabili.chi vuol fare politica di questi tempi deve mettersi gli scarponi con il piombo per ancorarsi e terra.

    • angelo potresti fare un progetto anche dell’Oasi che potrebbe portare turismo a lignano e lavoro per tutta la comunità.. così che il sacrificio del verde diventi un’ opportunità

  2. Tommaso Marinetti

    Per la seconda volta il Direttivo di Io amo Lignano smentisce l’operato dei propri rappresentanti in consiglio comunale, in primis il Sindaco.
    Ma allora, in Io Amo Lignano, chi rappresenta chi? Qualche domanda qualcuno se la dovrebbe fare, non trovi Cocal?

  3. Graziano probabilmente mi sono espresso male! Mettiamo in chiaro che non vedo l’ora che la SIL inizi i lavori e anche solo aspettare il 2017 per vedere la pista ciclabile mi spiace perché la vorrei prima. Detto questo però mi chiedo se questo complesso sarà l’unico o se per caso, magari in futuro la cosa possa interessare anche altri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *