Home / Cronaca / Martedì: Punto Nascita; Naturisti a Jesolo; libecciata; Damiani; Porto Casoni

Martedì: Punto Nascita; Naturisti a Jesolo; libecciata; Damiani; Porto Casoni

Libecciata

Annunciata, è arrivata forse anche più forte del previsto la libecciata che terminerà solo martedì; spettacolare da vedere in riva al mare, solo domani si potranno eventualmente calcolare i danni. Infatti Tiliaventum….

Vento forte Lunedi’ 11 Gennaio a Lignano per la gioia di Windsurf e Kitesurf

Da giorni previsto su tutti i principali siti meteorologici è puntualmente salito un robusto libeccio mutevole di direzione da metà mattina di lunedì 11 gennaio a Lignano Sabbiadoro, con onda ben formata, temperature piu’ miti rispetto a qualche giorno fa …. un’attrazione irresistibile per gli appassionatissimi sportivi del mare.

Dopo incessanti e continui messaggi, consueto ritrovo del gruppo windsurf e kitesurf Tiliaventum all’ufficio 7 di Lignano Pineta, altri a Sabbiadoro per scambiare quale commento tecnico sull’attrezzatura piu’ adeguata e precipitarsi tra le onde e le raffiche di vento.

Non siamo certamente nel tradizionale periodo turistico per una località di mare come Lignano, ma queste occasioni attirano comunque in loco molti appassionati, oltre al nocciolo duro dei locali, e l’attrazione potrebbe essere ancora maggiore con un’attenzione piu’ mirata all’accoglienza, come Tiliaventum cerca faticosamente di far capire da decenni, che veramente potrebbe far diventare la Città di mare friulana un punto di riferimento internazionale per questi sport praticati durante tutto l’arco dell’anno. Ancora oggi, infatti, nonostante gli sforzi dei gruppi come Tiliaventum, troppa precarietà e l’assenza di spazi a terra, servizi e specchi acquei dedicati non facilitano un’accoglienza all’altezza della Città e delle esigenze degli amanti degli sport di mare. Buon vento sport di mare per tutti lignanesi ( prime due foto di Tiliaventum, la terza di Giorgio Venudo, grazie)

11 1 1

11 1 2

giorgio venudo

Punto nascita

Vedi www.latisana.it

Naturisti a Jesolo

La Nuova di ieri parla della concreta possibilità di aprire un’area per naturisti a Jesolo; la legge regionale è stata varata.

GIORNALINO DEL COMUNE di Luigi Damiani

Come ogni anno, anche se quest’anno in ritardo è uscito il giornalino del comune di Lignano Sabbiadoro .

Sfogliando la pagina elettronica del comune si può leggere il giornalino con il saluto del Sindaco e l’augurio di buone feste, ed a seguire uno spazio dedicato ai singoli assessori riguardante lo svolgimento del loro operato durante l’anno 2015.

Gli assessori, Ciubei, Rodeano, Meroi, Brini, si autocelebrano ed elencano tutte le attività fatte durante l’anno. Ma gli assessori sono 5? Manca il povero ex assessore Pilutti!!!!

Purtroppo si nota la mancanza dell’assessore alle attività produttive e tecnologiche Guido Pilutti, che ha ricoperto l’incarico fino a due mesi fa ,prima di essere defenestrato dal sindaco e dalla maggioranza da assessore e tolte le deleghe alle attività produttive e alle tecnologie . per aver votato contrario al progetto del parkint.

Infatti per quanto riguarda le attività produttive ,il commercio ci sono 4 righe , argomento che per la sua importanza economica dovrebbe avere maggior spazio, mentre per quanto riguarda le tecnologie, fibra ottica e telecamere, progetti seguiti dall’ex assessore Pilutti, finiscono sotto la Polizia Locale.

Un’altra cosa che salta all’occhio è che non si parla del rimpasto di Giunta avvenuto solo due mesi fa quando sono state tolte le deleghe a Pilutti, e inserito un assessore esterno nella figura di Ada Iuri alla cultura.

Perchè l’ex assessore Pilutti non viene menzionato e dato il giusto valore a quello che ha sviluppato nel suo mandato di assessore? Perchè non si parla del rimpasto e del nuovo assessore? Forse non sono fatti di meritevole attenzione? OVVIAMENTE!!!!

Se si scrive e si pubblica un giornalino comunale queste sono notizie importanti che la comunità deve sapere e quindi devono essere scritte.

Ovviamente non si parla neanche delle espulsioni dei consiglieri di IO AMO LIGNANO che tutt’ora sono in consiglio e che dovranno approdare nel gruppo misto. Ma questo è un altro film.

Solo una pagina viene dedicata alla minoranza, Forza Italia e Lega, le quali non perdono   l’opportunità attraverso il giornalino comunale di attaccare il Sindaco e l’operato nel 2015 della maggioranza di questa amministrazione in particolare sul lungomare e sulle situazioni spiacevoli con polizia locale e dipendenti comunali che si sono generate durante il 2015 e tutt’ora in essere.

Un anno difficile per questa amministrazione che spesso è stata attaccata dalla minoranza su vari punti.

Rimango dell’idea che questa edizione del giornalino è incompleta sotto molti punti, ma questo è un mio punto di vista, in quanto a volte bisogna fare dell’autocritica e non sempre comunicare solo quanto siamo stati bravi. Luigi Damiani

Dragaggio per Porto Casoni

Dal sito della Regione: INFRASTRUTURE: DRAGAGGI PER MANDRACCHIO GRADO E PORTO CASONI LIGNANO – Grado, 11 gen – Dopo 50 anni, nel Mandracchio di Grado saranno realizzati i dragaggi necessari ad assicurare la profondità adeguata al porto peschereccio e turistico situato nel cuore dell’Isola d’Oro. L’assessore regionale alle Infrastrutture Mariagrazia Santoro ha partecipato alla consegna dei lavori, da parte della Regione Friuli Venezia Giulia, all’impresa incaricata dell’esecuzione dell’intervento. La breve ma significativa cerimonia si è svolta sulla banchina del Mandracchio, accanto al luogo dove saranno avviati i lavori.

Come ha evidenziato l’assessore Santoro “si tratta di un intervento molto atteso dalla comunità gradese ed è stato deciso dalla Regione in quanto definito indispensabile per garantire la sicurezza e la fruibilità del porto”. Santoro ha ribadito che le tematiche inerenti le strutture situate in Laguna e nei porti del Friuli Venezia Giulia sono all’attenzione dell’Amministrazione regionale, ricordando che l’intervento nel Mandracchio riveste particolare complessità in quanto consiste nel rimuovere i fanghi depositati sul fondo, considerati come rifiuti da smaltire e che come tali devono essere trattati.

“Fortunatamente – ha precisato Santoro – in Friuli Venezia Giulia vi sono le professionalità e le imprese in grado di affrontare e risolvere con efficacia anche questo tipo di complessità: ciò ha permesso alla Regione di prevedere l’avvio dei lavori con un iter molto rapido (20 giorni) e in un periodo che non interferisca con le attività turistiche e ittiche che fanno riferimento al porto situato nel centro della città”.

Il porto di Grado, è stato precisato, versa in una situazione di grave interramento a causa del notevole accumulo di sedimenti che si sono formati in alcuni tratti del canale ma in particolare nelle anse terminali. Sedimenti che impediscono l’accesso e la fruibilità della struttura, in sicurezza alle imbarcazioni anche da diporto e ai pescherecci.

La Regione prevede che dal Mandracchio saranno asportati complessivamente circa 3.000 metri cubi di sedimenti. Assieme all’intervento nel Mandracchio di Grado, che sarà concluso in 20 giorni, la Regione ha stabilito l’avvio dei lavori di dragaggio nel porto Casoni di Lignano Sabbiadoro (durata dei lavori 30 giorni), da dove saranno asportati circa 4.000 metri cubi di sedimenti.

Per entrambi gli interventi l’Amministrazione regionale ha predisposto uno stanziamento complessivo di 1.360.000,00 euro. “Anche questo intervento – ha sostenuto l’assessore Santoro – fa parte di un programma ben definito di lavori che si prefigge l’obiettivo di dare risposta alle istanze di sicurezza e di sviluppo provenienti dal territorio”.

Nei prossimi mesi, ancora a Grado è prevista l’effettuazione degli interventi di manutenzione nel porticciolo della Lega Navale e sul canale di accesso al Mandracchio, che è il porto canale di Grado.

Nell’occasione, il commissario straordinario del Comune di Grado Claudio Kowatsch, presente alla consegna dei lavori assieme al comandante della Capitaneria di Porto Ottavio Cilio, al presidente della GIT Claudio Lovato e ai consiglieri regionali Gratton e Moretti, ha manifestato la disponibilità dell’Amministrazione civica dell’Isola a concorrere alle spese per i lavori di sistemazione del ponte girevole di accesso alla città.

4 commenti

  1. dopo i recenti fatti di Colonia la macchina organizzativa del comune in previsione dell’imminente stagione estiva cosa pensa di fare riguardo profughi, vù cumprà, accattoni?
    credo che un buon numero di presenze siano state perse anche perchè i turisti non vogliono essere infastiditi.

    (ah..quello fisso fuori al pam che zoppica vistosamente è stato visto correre dietro alla corriera che partiva che sembrava un giamaicano..)

  2. Carissimo Dott. Damiani, mi faccia un piacere, chi è il POVERO ex asessore Pilutti, non lo ho mai visto in centro, non lo ho mai visto a presenziare eventi, non lo ho mai visto da nessuna parte, semplicemente non lo ho mai visto, forse lo vedremmo in TV a chi l’ha visto?

    • Carissimo Pino Estinto. l’assessore Pilutti è stato assessore alle attività produttive e tecnologie di questa amministrazione dal giugno del 2012 fino a due mesi or sono,quindi per 42 mesi. Lavora come dipendentee lisagest alla terrazza a mare, ha sempre svolto il suo lavoro di assessore eletto nelle lista di Viva Lignano con impegno, anche se a mio avviso non gli sono stati datisempre i supporti che necessitava , per poi essere rimosso dal sindaco quando si è opposto votando contro in consiglio comunale sulla questione parkint in quanto come sempre da Pilutti dichiarato la sua posizione e quella dei commercianti lignanesi, categoria che lui doveva difendere in quanto la rappresentava, era contraria a ulteriori attività commerciali in quell’area già in sofferenza commercialmente e in via di degrado. Per quanto riguarda la poca visibilità è vero, in primis perchè Pilutti è una persona modesta e non ci tiene ad essere in prima fila come invece pretendono altri personaggi di questa amministrazione che della loro visibilità ne fanno una questione personale di immagine.. Comunque Pilutti nel suo mandato ha svolto il suo lavoro sempre in maniera corretta, se poi Lei dice che non ha lasciato il segno, questo è vero. Però non ha mai accettato neanche compromessi per rimanere al suo posto di assessore. Luigi Damiani

  3. Franco Gerometta

    Buongiorno a tutti i lettori del Blog.

    Guido Pilutti, ex assessore, è stato colui che ha presentato davanti al Goal il progetto Fishweek e che dopo mille tarantelle tra Comune e Lisagest (dai organizzalo tu, no dai fai tu, no dai stavolta fallo tu, dai allora facciamo la conta) a tre giorni dalla data è stato organizzato.
    Che i cittadini di Lignano sappiano… Si informino su quanto è costato.

    Poi Pilutti è stato aspramente criticato da tutta una serie di persone… Ed è diventato EasyFish grazie alla intelligente e preziosa gestione del ArtDirector vestito di nero… Costo?
    Cittadini di Lignano una montagna di soldi.

    Effetti mediatici? Gli stessi, ma la seconda edizione (con numeri alla mano) con meno gente della prima!

    Guardate un po’ se queste cose sono possibili e tollerate in altre località!
    Politici come Pilutti?
    Tutta la vita piuttosto che Meroi e Fanotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *