Home / Lignano Sabbiadoro / Nel blog di oggi: Inaugurazione; Consiglio Comunale, fatto e da fare; Bibione; turismo e fantasia; notizia utile e Tg5; notizia preoccupante

Nel blog di oggi: Inaugurazione; Consiglio Comunale, fatto e da fare; Bibione; turismo e fantasia; notizia utile e Tg5; notizia preoccupante

Consiglio Comunale

Approvati giovedì sera sia il nuovo albergo della Sil a fianco delle Terme ( 70 stanze, 8 suites, 200 persone), che il Marina Azzurra con le House Boat e le strutture a terra al posto della vecchia darsena. Molto lunga la seduta, sette ore. Da registrare che la minoranza, sulle B0, ovvero la salvaguardia delle aree di Pineta e Riviera, si è spaccata, con Codromaz e Petiziol a favore e il resto contro.

Convocate le nuove assise per mercoledì 21 maggio, alle 20.00. Tra i vari punti all’o.d.g. troviamo dei prelevamenti dal fondo riserva per sentenze del Giudice di Pace, il regolamento per la gestione del demanio marittimo, poi altri regolamenti e la TASI per il 2014.

Inaugurazione

terme sabato

Sabato 17 maggio alle ore 18.30 ci sarà l’ inaugurazione del Centro Benessere delle Terme di Lignano. In occasione di tale evento si terrà inoltre la presentazione di  mostra d’ arte. Vi aspettiamo ! Terme di Lignano – Centro Benessere

Turismo e fantasia

http://www.deejay.it/foto/dormire-fra-i-filari-e-unesperienza-apre-il-bb-da-mille-e-una-botte/382416/?ref=fbpr#1

notizia preoccupante

Riguarda Grado, ma ovviamente si drizzano le antenne anche a Lignano….

http://ilpiccolo.gelocal.it/cronaca/2014/05/16/news/spiaggia-sgomberata-a-grado-1.9232875

http://www.gazzettino.it/NORDEST/UDINE/spiaggia_grado_metalli_mercurio_procura/notizie/693968.shtml

notizia utile e Tg5

La stampa tedesca alla scoperta dei Colli Orientali.  Incoming di giornalisti a Villa Nachini-Cabassi di Corno di Rosazzo.  Un gruppo di 6 giornalisti tedeschi, per 4 giorni, dal 18 al 21 maggio, saranno in Friuli Vg per conoscere più da vicino i vini del Friuli Colli Orientali-Ramandolo e il territorio di produzione. L’incoming è organizzato dal Consorzio presieduto da Adriano Gigante e coinvolge le riviste di vino e di enogastronomia tra le più importanti della Germania. Le giornate degli operatori dell’informazione saranno divise in due parti. Le mattinate saranno dedicate alla conoscenza diretta dei vini e dei produttori con degli incontri one-to-one (con interprete), organizzati in Villa Nachini-Cabassi di Corno di Rosazzo (Udine). Nei pomeriggi, invece, i giornalisti saranno impegnati nelle visite aziendali, sul territorio. «Ci sembra un modo efficace di far conoscere la nostra produzione enologica ai consumatori di un Paese a noi vicino e dal forte potere d’acquisto – commenta Gigante -. L’export è e diventerà in misura sempre maggiore una delle armi vincenti per la commercializzazione dei vini regionali».

Venerdì sera Lignano ha avuto un servizio durante il TG5 delle 20.00, con riprese e interviste alla Getur in occasione dei Mondiali di Agility Dog; peccato che non si sia visto né il mare né la spiaggia in questo bel spot per la manifestazione. Speriamo che l’addetto stampa del Comune ( o della Lisagest, o della Sil, o della Lignano Pineta Spa, o del Tenda o della Getur stessa) abbia anche accompagnato il giornalista e il cameramen a fare altro: la Bikers, o il Welcome Day, o Lignano & Bike, insomma, Canale 5 è una grossa opportunità e va coltivata ovviamente.

Bibione “Respira il Mare”

respira il mare invito

Bibione prima spiaggia in Italia senza fumo. BIBIONE in Comune di San Michele al Tagliamento: Località balneare dell’alto Adriatico in Provincia di  Venezia: seconda spiaggia d’Italia per numero di presenze turistiche (circa 6 milioni a stagione).   “Respira il mare” è questo lo slogan del primo progetto in Italia di una spiaggia libera dal fumo. Dalla  stagione estiva 2014, infatti, lungo tutta la battigia di Bibione si potrà respirare l’aria pura del mare senza  alcun agente inquinante. Il divieto di fumo sarà valido lungo tutto l’arenile della nota località turistica  dell’alto Adriatico, nel tratto oltre la prima fila di ombrelloni verso il mare. Il 2011 ha segnato per Bibione l’avvio di una campagna di sensibilizzazione a favore di una spiaggia libera  dal fumo e ancora più pulita. In quell’anno in una zona identificata come “Smoke Free” si invitarono gli utenti, tramite dei cartelli posizionati sull’arenile, a non fumare. Contemporaneamente furono distribuiti  1.500 questionari plurilingue in alcune strutture ricettive per valutare il gradimento della sperimentazione.
Il risultato, sorprendente, fu che il 92% degli intervistati si dichiarò favorevole  all’iniziativa “Spiaggia libere dal fumo” e, più precisamente, il 65% si disse favorevole al divieto totale del  fumo in spiaggia ed il 27% favorevole purché si prevedessero delle zone fumatori. L’iniziativa, che  quest’anno prende il via ufficialmente, è la prima del genere in Italia effettuata in un’area pubblica così  vasta: quasi 9 chilometri di costa.  La scelta di inibire tutta la battigia dal fumo di sigarette è stata dettata dal fatto che proprio in quella zona  si concentrano il maggior numero di turisti che sin dall’alba amano cimentarsi in lunghe passeggiate  ossigenanti e soprattutto di bambini che giocano con la sabbia e l’acqua. Inoltre, nel corso degli anni  Bibione si è sempre più caratterizzata quale spiaggia delle famiglie, dello sport, del benessere e della qualità  ambientale ed è parso quindi naturale dare avvio ad una iniziativa di così grande portata pur se pioneristica  ma che sta riscuotendo ampi consensi sia a livello nazionale che internazionale.  Molti i partner autorevoli che sostengono l’ambizioso progetto quali l’ Organizzazione Mondiale della  Sanità, il Ministero della Salute, la Regione Veneto, l’ Istituto Nazionale del tumori di Milano e l’Ulss n. 10. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, in particolare, ha curato una pubblicazione scientifica sul “Caso Bibione”, che sarà divulgata in oltre 150 Paesi nel mondo.  Un contributo fondamentale, in termini di sensibilizzazione e divulgazione, verrà altresì dato dal comparto  turistico di Bibione con tutte le sue componenti: dai concessionari degli arenili alle associazioni di categoria  fino all’azienda specializzata nel trattamento dei rifiuti. Oltre alla segnaletica indicante il divieto e l’invito a  spegnere la sigaretta lungo la spiaggia verranno posizionati dei contenitori adatti a contenere i mozziconi delle “bionde”; quest’ultimi saranno realizzati in materiale trasparente al fine di rendere noto ai turisti giorno per giorno quanto materiale inquinante verrà sottratto all’ambiente con un semplice gesto virtuoso. Bibione coniuga un ambiente d’eccellenza – si ricorda che è stato il primo Polo turistico in Europa ad aver  ottenuto la certificazione EMAS su tutta la località balneare nonché ad essere stato premiato per ben 22  volte, di cui 18 di seguito, con la Bandiera Blu FEE- ad elevati servizi quali le terme o le lunghe piste ciclopedonali.    Il lancio dell’iniziativa sarà il 29 Maggio 2014 proprio a Bibione presso la tensostruttura allestita  sull’arenile antistante Piazzale Zenith, (con inizio alle ore 10.30).  Il claim che caratterizzerà l’estate bibionese sarà quindi “RESPIRA IL MARE”.  “Siamo certi che il progetto porterà un grande valore aggiunto a Bibione e all’Italia – commenta il Sindaco  Pasqualino Codognotto – sia in termini prettamente legati alla salute e al benessere delle persone che di  promozione turistica vera e propria.”

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *