Home / Eventi / Sabato: Caccia al Tesoro in bici; eventi in Lignano; corso di marketing turistico; Banda larga a Lignano Municipio; Damiani; previsioni meteo

Sabato: Caccia al Tesoro in bici; eventi in Lignano; corso di marketing turistico; Banda larga a Lignano Municipio; Damiani; previsioni meteo

Previsioni meteo a cura di Gabriele Mamone(appassionato e collaboratore)

SITUAZIONE GENERALE: Nella giornata di domani transiterà un veloce e debole fronte da nordovest seguito dalla rimonta di un promontorio anticiclonico sub tropicale, che la prossima settimana porterà tempo stabile con aria mite per il periodo specie in quota.

SABATO 23 GENNAIO: Al mattino avremo variabilità con la possibilità di qualche sporadica e debole pioggia, in giornata possibile miglioramento con passaggio a cieli poco nuvolosi o anche sereni. Temperature senza grosse variazioni con massime sui 4/7°C

DOMENICA 24 GENNAIO: Sarà una giornata stabile con la possibile presenza di velature ad alta quota, che potrebbero limitare un po il soleggiamento. Temperature in rialzo con massime sui 6/9°C.

Caccia al Tesoro  

Sabato 13 febbraio alle ore 15:30, alla Terrazza Mare: Caccia al Tesoro ON BIKE – Caccia al tesoro a squadre – Programma

In occasione della prima tappa degli “Assoluti d’Italia” di enduro che si terrà a Lignano Sabbiadoro il 13 e 14 febbraio 2016, Cityshopping in collaborazione con Italia Fat Bike organizzano la “Caccia al Tesoro ON BIKE”.

Sabato 13 Febbraio alle ore 15.30 partenza dalla terrazza mare di Lignano Sabbiadoro per avventurarsi in una caccia al tesoro aperta a grandi e piccini, unico requisito avere una bicicletta.

Due percorsi distinti: uno dedicato a tutte le tipologie di biciclette ed uno dedicato alle Fat Bike ( le biciclette con le ruote grosse ), infatti per tutti i possessori di Fat sarà una piacevole occasione per avventurarsi della splendida Spiaggia di Lignano alla ricerca dei “preziosi tesori”.

Per chi non avesse la bicicletta a disposizione sarà possibile noleggiarla prima della partenza, a disposizione vi sono biciclette di tutti i tipi, comprese biciclette elettriche e Fat Bike.   12 Km di spiaggia, dune di sabbia e pineta per gli amanti della Fat Bike, piste ciclabili e sterrato ( sempre di 12 km ) invece per tutte le altre tipologie di biciclette.

Una caccia al tesoro composta da nove tappe, immersi nella natura in compagnia di amici e famigliari, un occasione per vedere i luoghi simbolo di Lignano Sabbiadoro. Le squadre saranno composte da minimo 2 persone fino ad un massimo di 5 persone.   L’evento si concluderà alle 18.00 con l’arrivo delle squadre in Terrazza Mare per decretare i vincitori e consegnare il gran premio finale.   Ci sono tutti i presupposti per una splendida giornata all’insegna dello sport e del divertimento.

Sabato e Domenica sempre presso la Terrazza mare vi sarà la possibilità di vedere e provare nello stand espositivo di Cityshopping e Italia Fat Bike una vasta gamma di Biciclette elettriche, Cargo Bike, Fat Bike, Skateboard Elettrici e Scooter elettrici.   Grazie alla collaborazione con Ydrocromia sarà invece possibile vedere come nascono le personalizzazioni per auto moto e biciclette realizzate con la tecnica della verniciatura in acqua.

Iscrizione “Caccia al tesoro ON BIKE” 5.00€ — Noleggio City Bike 5.00€ — Noleggio Fat Bike 10.00€ — Noleggio bicicletta elettrica 10.00€

Si consiglia di portare uno zainetto per trasportare gli oggetti della caccia al tesoro. In caso di pioggia l’evento sarà annullato.   NB: anche se il percorso sarà prevalentemente su pista ciclabile, sterrato, sabbia ecc, qualche tratto di strada urbana aperta al traffico ci sarà, pertanto vige in ogni caso il CODICE DELLA STRADA, ognuno bada a se stesso e soprattutto ai propri figlioli!

Consigliato l’uso di Caschetto di protezione ( soprattutto per i più piccoli, per i grandi….date il buon esempio! ) e di gubbino rifrangente ( quello della macchina va benissimo ). Per info e iscrizione alla Caccia al tesoro ON BIKE ed eventuale prenotazione bicicletta ( specificare le persone che fanno parte della stessa squadra ) : Andrea Barbieri: 3472298754 cityshopping@icloud.com

caccia bike

Gli eventi in Lignano

La bella iniziativa qui sopra descritta, mi offre lo spunto per dire, ancora una volta, la mia opinione sul discorso manifestazioni ed eventi in Lignano Sabbiadoro. Lignano vive solo di turismo e deve vedere il turista come l’interlocutore principale di tutto il suo essere. Fare una manifestazione per lignanesi va benissimo….finché i lignanesi ci sono, ma senza turismo anche i residenti sparirebbero. Veniamo al fatto specifico, la caccia al tesoro. Bella idea, piò essere utilizzata anche come richiamo turistico, magari non grossi numeri, ma veicolo per informare, incuriosire, creare interesse ed aspettative oltr’Alpe. Ecco cosa sarebbe carino fare, e non parlo di grosse spese, anzi. Il testo del depliant dovrebbe essere tradotto in più lingue; ogni soggetto che si occupa di turismo ( lisagest, consorzi, agenzie, singoli alberghi eccetera) dovrebbe fornire all’organizzazione una mailing list di persone che a Lignano vengono con bicicletta al seguito, che la noleggiano, che la usano o che dimostrano interesse per le due ruote: a tutti queste mail dovrebbe essere mandato ( per tempo) il depliant. Poi l’ufficio stampa di Lignano dovrebbe mandare un comunicato a tutte le riviste, cartacee e on line, che si occupano di biciletta e natura, in Italia ovviamente, ma anche in Austria, Germania, Francia, Svizzera eccetera. Infine qualcuno dentro l’ufficio stampa avrà sicuramente provveduto ad aprire una decina di profili facebook, instagram e twitter, in tutte le nazioni e da questi aderire ai vari gruppi, in questo caso gruppi di appassionati di biciclette, onde coinvolgerli nell’iniziativa. Costi bassissimi, promozione diretta e indotta. Marketing turistico. E, caro Fanotto, non serve essere Jesolo o Eraclea Mare, basta essere intelligenti.

Corso di Marketing Turistico

Il 17, 24 febbraio e 2 marzo 2016 – 18° corso di marketing turistico organizzato dall’Associazione Culturale “Lignano nel terzo millennio” in collaborazione con la società di consulenza “Four Tourism” di Torino. – Mercoledì 17 febbraio inizierà a Lignano la 18° edizione del corso di marketing turistico, organizzato dall’associazione culturale Lignano nel terzo Millennio, in collaborazione con la società di consulenza “Four Tourism” di Torino. Il corso, che gode del patrocinio e del contributo dell’Assessorato al Turismo del Comune di Lignano Sabbiadoro e del patrocinio dell’Agenzia Regionale Turismo del Friuli Venezia Giulia Turismo FVG e della società MM-ONE Group, si terrà presso la sede del Punto di Informazione ed Accoglienza Turistica in via Latisana 42 a Lignano Sabbiadoro. Si tratta di tre giornate, mercoledì 17, mercoledì 24 febbraio e mercoledì 2 marzo, con full immersion di 7 ore al giorno dove sono chiamati a partecipare gli operatori turistici della località. Questi gli argomenti:

“Dal prodotto turistico all’esperienza turistica”,

“I Social Media per il settore turistico”

“Social Media Plan Operativo”.

Per maggiori informazioni sul corso di marketing turistico vwww.lignanonelterzomillennio.it. Vi aspettiamo! Cordiali saluti Associazione “Lignano nel terzo millennio” Giorgio Ardito

Banda larga a Lignano

Dal sito della Regione FVG. – Trieste, 22 gennaio – Due delle sedi turistiche principali della regione, Villa Manin di Passariano e Lignano Sabbiadoro, sono state raggiunte dalla fibra ottica del Programma ERMES (Excellent Region in a Multimedia European Society).

“Sono due delle mete più importanti nel progetto di infrastrutturazione di banda larga – ha commentato l’assessore regionale alle Infrastrutture del Friuli Venezia Giulia Mariagrazia Santoro – che sta portando l’autostrada digitale interamente pubblica in tutte le sedi comunali della regione, negli ospedali, nelle aziende sanitarie e negli istituti scolastici”.

A dicembre ERMES ha collegato alla fibra ottica gli uffici di Villa Manin di Passariano in comune di Codroipo, dove ha sede l’Azienda speciale Villa Manin per la gestione del sito espositivo, l’Istituto Regionale per il Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia / IPAC (che gestisce il catalogo dei beni culturali) e l’Associazione delle Pro Loco del FVG.

Complessivamente sono state attivate 199 sedi comunali su 216 e 534 sedi utente sulla rete regionale, che ora conta 1.440 chilometri di infrastruttura su un totale di 1.679 chilometri previsti nell’ambito del Programma ERMES.

Il completamento della rete regionale e l’attivazione dei rimanenti 17 comuni è previsto entro l’estate 2016, mentre è in corso il completamento della cessione agli operatori di telecomunicazioni della fibra ottica regionale affinché questi eroghino servizi di connettività a cittadini e imprese.

ARC/Com

banda larga

AGRITURISMO di Luigi Damiani

Il 23 e 24 gennaio presso parco esposizioni di Novegro (Mi) si terrà una fiera -esposizioni dell’Agriturismo.   Sono stati 3 milioni e mezzo i turisti che hanno frequentato e soggiornato nei 21 mila agriturismo italiani nel 2015, con un incremento del 4,1% sull’anno precedente. Una tipologia di turismo in forte crescita, dovuto anche all’ambiente e al mangiare prodotti coltivati direttamente nella gran parte dei casi, oppure a chilometro zero. Vasta la gamma dell’offerta , dagli agriturismo a basso costo agli extralusso. Luigi Damiani

DAMIANI – FANOTTO / TASSA DI SOGGIORNO di Luigi Damiani

Molti o quasi tutti sono i punti che non convergono tra il sottoscritto e il Sindaco Fanotto, idee sostanzialmente diverse e probabilmente anche politicamente diverse ma un punto in comune esiste, e riguarda la tassa di soggiorno. Entrambi siamo convinti che la tassa di soggiorno sia sostanziale per non dire vitale per Lignano.

Però Fanotto , visto che Lignano rappresenta quasi il 50% delle presenze turistiche regionali e quasi il 70% del comparto mare , dovrebbe fare maggiori pressioni in Regione perchè la tassa di soggiorno venga introdotta.

E’ chiaro che bisogna cambiare la legge regionale 2 del 2002 e ci vuole del tempo, però se non si fanno pressioni magari con il sostegno delle altre località turistiche della regione, in primis Grado, i tempi saranno ancora più lunghi.

Molti speravano che la tassa di soggiorno entrasse in vigore già da quest’anno, ma purtroppo non sarà così. Sarebbe necessario che almeno per l’anno prossimo la tassa di soggiorno venisse introdotta.

Per alcuni operatori turistici del ricettivo indecisi   è importante che però venga definita la percentuale che andrà al comune e qualcuno afferma anche una percentuale che verrà richiesta dalla regione.

Inoltre chi sarà il collettore della tassa di soggiorno.?

Personalmente credo che il comune non debba avere più del 30% e da investire negli eventi, alla regione nulla in quanto già ha ridotto i contributi alla località, mentre il rimanente 70% dovrebbe essere gestito per la promozione, la comunicazione, e in parte anche per gli eventi da un ente certificato, che potrebbe essere anche la stessa Lisagest..

Il Sindaco nell’ultima assemblea pubblica ha dichiarato che non si può fare un paragone tra Lignano e Jesolo attaccando in particolare i blog. In quanto Jesolo ha un bilancio più di tre volte quello di Lignano, ha 26 mila abitanti , incassa la tassa di soggiorno per circa 2 milioni 700 mila euro.

I primi due punti per il sottoscritto non sono una giustificazione, in quanto proporzionali circa 1 a 3 tra Lignano e Jesolo, come sono senz’altro proporzionali anche i costi tra le due località, mentre è pienamente condivisibile il terzo punto quello della tassa di soggiorno .

Anche Bibione da quando ha la tassa di soggiorno ha investito e migliorato la sua visibilità nazionale e internazionale, e questo ha portato un aumento di presenze. Questo vale anche per le altre località turistiche sia di mare che di montagna , ma anche per le città d’arte e cultura.

Lignano dalle stime fatte , divise per settori del ricettivo, campeggi, alberghi, appartamenti, e con una differenziazione delle stelle potrebbe incamerare all’incirca 1,8- 2 milioni di euro dalla tassa di soggiorno.

Questo senza intaccare il numero di presenze, anzi con gli investimenti in promocomunicazione le presenze aumenterebbero e ne beneficerebbero anche gli altri settori commerciali, che in qualche modo dovrebbero contribuire con una chiamiamola impropriamente ” tassa di scopo”.

Lignano ha bisogno di un rilancio attraverso una strategia e un piano di comunicazione internazionale che vada oltre alla comunicazione della PromoTurismo FVG, per fare questo, unico modo per uscire dall’attuale “pantano” è avere le risorse economiche che solo la tassa di soggiorno può dare.

Non si tratta di un ulteriore balzello come qualcuno l’ha definita, la tassa di soggiorno si paga in tutta Italia e quindi il turista è già preparato, attualmente solo la nostra regione Friuli VG non la stà applicando.

Quindi il Sindaco Fanotto prenda una posizione forte nei confronti della regione, visto che per accontentare la Regione siamo entrati anche nella tanto criticata e non condivisa UTI della bassa friulana. Luigi Damiani

Guarda anche

Lunedì: manifestazioni sportive; project x; Pink contest specialist; consiglieri comunali; One Love Festival; Tiliaventum e dragaggi; festa della birra; Damiani; Terrazza a Mare

Terrazza a Mare So bene cosa mi risponderanno Loris Salatin, presidente di Lisagest, e Massimo …

4 commenti

  1. Carissimo Damiani, ben venga la tassa di soggiorno, ben vengano le nuove idee, ben venga la promozione e gli eventi ma il problema principale di Lignano non sta nelle “teste di legno” che abbiamo eletto ad amministrarci ma il vero problema siamo tutti noi. Sulla situazione attuale …..penso non sesta più alcun dubbio siamo non sotto un treno ma siamo svariati metri sotto i binari del treno. Finchè i giovani bamboccioni non escono dal torpore e dal voler vivere all’ombra dei propri genitori e vecchi (che continuano a mantenerli anche oltre i quarant’anni) imponendo le proprie idee, Lignano è una località vecchia , gestita da vecchi, con idee vecchie, con imprenditori vecchi (con le tasche piene fatte negli anno d’oro senza voglia di investire perchè per loro e per i loro figli ce ne sono) amministrata da vecchi e di conseguenza SENZA stimoli e senza VOGLIA di mettersi in gioco per rilanciarsi. Tra pochi anni arriveremo alla resa dei conti solo quando avremmo toccato il fondo e dilapidato tutto ma proprio tutto forse ci sveglieremo………..IL CAMBIAMENTO SIAMO NOI, ma se noi siamo i primi a non voler cambiare………..cosa possiamo pretendere di avere.
    Alcuni esempi del vecchio che non vuol cambiare:
    1- il lungomare, abbiamo le risorse, abbiamo il progetto, si potrebbe essere partiti da anni e forse anche averlo terminato ed avere un fiore all’occhiello invidia dei nostri concorrente e invece…………un comitato di un centinaio di persone nostalcihe del passato e dei ricordi di gioventù imprigionano la località nel passato e impediscono l’avanzata del futuro.
    2- l’extra alberghiero, vengono messe del mercato strutture che nemmeno i profughi accettano, ci sono cittadini che fanno pagare oltre all’affito anche il noleggio della tv (5 euro al gg) , vengono affitati appartamenti fatiscenti e in più anche pubblicizzati in vari siti (al esempio subito.it, ebay ecc.) naturalmente queste persone non denunciano nulla, tutto in nero e poi si lamentano che non c’è gente………Naturalmente la cittadinanza il prossimo anno voterà e quindi nemmeno prendere in considerazione una classificazione seria con controlli e chiusure delle topaie, è no……loro votano quindi chiudiamoci gli occhi
    3- via latisano, la legge stabilisce la misura minima per il doppio senso, in questa via nella quale gli incidenti avvengono quotidianamente mancano 35 cm, quindi o senso unico o via i parcheggi,…….ma NO, se togliamo i parcheggi tutti coloro affitano i propri appartamenti costruiti negli anno 60 e non hanno il parcheggio dove mettono le auto dei propri clienti, che naturalmente sono guadano (quasi totalmente in nero)????? e le tre attività commerciali che ci sono……dove parcheggiano i loro clienti?????? Scordavo il via latisana ci sono alche 3 hotel, anche questi non hanno il parcheggio e allora???? come facciamo???? Il senso unico, No assolutamente no, c’è un distributotre di carburante, questo sicuramente perderebbe cliente con la diminuzione del traffico e questo ha una famiglia abbastanza grande, non possiamo permetterci di perdere questi voti e quindi……………………….NULLA, ASSOLUTAMENTE NULLA, IL VECCHI DEVE DIVENIRE VETUSTO E MORIRE CON NOI…….LIGNANO STA MORENDO MA LA CAUSA SIAMO NOI !!!!!!!

  2. Risposta a Corrado.
    Condivido quasi tutto quello che dice. La risposta nell’articolo di stasera. Grazie Luigi Damiani

  3. Il comune cosa fa per invertire la rotta? Assolutamente nulla, ogni asessore coltiva il proprio orto, fregandosene di tutto il resto, se qualcuno degli stessi non condivide? Semplice li si toglie le deleghe.
    Lisagest che fa? Idem, il prossimo anno si elegge il nuovo CDA quindi caccia al voto e interventi in vista pari allo zero
    Il sindacato della Confcommercio? Sono stati eletti da poco ma………cosa fanno? nessuna osservazione nei riguardi del parking, nessuna difesa delle categorie, sul piano del traffico nemmeno una dichiarazione, qualche parola sporadica sul MV ma nulla di più.
    L’opposizione cosa pensa? Bè bel quesito……..ora scopriamo che a Lignano c’è anche l’opposizione quasi nessuno se n’è accorto in questi 4 anni
    Bene, quindi significa che tutto va al massimo, nessun problema e quindi ….siamo in una botte di ferro!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *