Home / Lignano Sabbiadoro / Sabato: Lignano e i giovani; Lignano e i Gay; Lignano e Il Giornale; Economia sotto l’ombrellone; Ferragostiadi; Bibione e Ferragosto; Gabriele Paolini; Ferragosto in albergo; Damiani; previsioni meteo; musica

Sabato: Lignano e i giovani; Lignano e i Gay; Lignano e Il Giornale; Economia sotto l’ombrellone; Ferragostiadi; Bibione e Ferragosto; Gabriele Paolini; Ferragosto in albergo; Damiani; previsioni meteo; musica

Previsioni meteo

Previsioni meteo a cura di Gabriele Mamone(appassionato e collaboratore). SITUAZIONE GENERALE. Nel fine settimana ci troveremo sotto l’influenza di una depressione accompagnata da aria più fresca in quota proveniente dalla Groenlandia, che favorirà instabilità atmosferica anche marcata.

SABATO 15 E DOMENICA 16 AGOSTO. Avremo tempo instabile con il rischio di rovesci o temporali un po su tutti i settori. I fenomeni non saranno comunque diffusi e potrebbero essere alternati a fasi di tempo migliore. Le temperature subiranno un deciso calo con valori che si riporteranno nelle medie del periodo(28/32°C).Più fresco nelle ore serali. Sottolineo che è difficile dare tempistiche esatte sui fenomeni. FENOMENI INTENSI. Da oggi a domenica ci sarà il rischio di locali temporali violenti con grandine anche di medie/grosse dimensioni, nubifragi, forti raffiche di vento e locali trombe d’aria. Come successo in molte zone d’Italia esiste il rischio di alluvioni lampo e allagamenti per le notevoli quantità di pioggia che cadono in breve tempo.

ATTENDIBILITA’ 70%

Lignano e i giovani

Solo due righe: i concerti di Fausto Leali, Red Canzian, Uriah Heep, Spandau Ballet, sono destinati a un certo pubblico. Appare chiara la scelta di questa amministrazione nell’individuare la clientela preferita.

Lignano e i gay

Come era prevedibile e come abbiamo scritto, in rete c’è polemica, ovviamente da una parte, per la scelta del Comune di dare il patrocinio a quell’iniziativa che parla di orientamenti sessuali…. Leggete qui se volete, ma ce ne sono molti altri.   http://gayburg.blogspot.it/2015/08/il-comune-di-lignano-sabbiadoro.html

Lignano e Il Giornale

Reportage completo di Zurlo da Lignano, con molti articoli su svariati argomenti; nulla di nuovo per noi, ma leggerlo in cronaca nazionale fa un altro effetto; chissà se l’Ufficio Stampa del Comune lo ha aiutato in questo suo soggiorno….. o quello di Lisagest… o quello della Pineta… o quello della Sil…. o quello della Getur…a proposito, quanti uffici stampa ridotti ci sono a Lignano? ecco un link, ma ne trovate altri http://www.ilgiornale.it/news/politica/altro-che-fisco-pi-umano-ora-fa-agguati-agli-yacht-1160204.html

Ferragostiadi

ferragostiadi

ferragostiadi 2

ferragostiadi 3

A Lignano Riviera sono in corso i preparativi per la primissima edizione delle Ferragostiadi, una giornata di giochi e sfide dedicata a tutta la famiglia: si comincia la mattina alle 10.45 e si va avanti per tutta la giornata, fino al momento della premiazione dei vincitori e della festa conclusiva, prevista per le 17.45. La volontà degli organizzatori, oltre a rendere la giornata più lunga dell’estate divertente e coinvolgente, è quella di creare momenti di socializzazione nel segno della tradizione: i giochi, infatti, richiamano in parte quelli abituali di un qualsiasi Palio paesano, e in parte invece sono frutto della professionalità dello staff di animazione delle spiagge della Riviera lignanese. Possono partecipare ai giochi tutti gli ospiti dei bagni, di qualunque età. L’intento è quello di far diventare le Ferragostiadi un appuntamento ricorrente, e di farlo crescere di anno in anno. Nel corso della giornata, inoltre, verrà dato un regalo speciale ad ogni bambino. Per informazioni, è possibile rivolgersi a qualunque Ufficio Spiaggia di Lignano Riviera.

Musica

Incontro tra esercenti e Comune sul tema della musica e dell’ordinanza che la vietava fino al 30 settembre in sei locali; gli esercenti hanno ammesso che ci sono state delle esagerazioni e, da parte del Comune, pur mantenendo la limitazione fissata, è stata concessa una deroga per il fine settimana con musica fino alle 00.30.

Ferragosto in albergo

screen shot booking 14 agosto ore 15.00
screen shot booking 14 agosto ore 15.00

Direi che Lignano è pienissima; una ricerca effettuata su booking.com alle 15.00 di venerdì, ha dato una disponibilità di soli 6 alberghi come si intuisce dalla foto; Due pernottamenti per due persone con colazione, si va dai 576 euro di un 4 stelle, ai 560 di un 5 stelle per arrivare ai 598 per un 3 stelle.

DON BOSCO 16 AGOSTO 1815 di Luigi Damiani

Il 16 agosto ricorrono i 200 anni della nascita di Don Bosco che è anche il patrono di Lignano e si festeggia il 31 gennaio. A Don Bosco è intitolato anche il parco antistante il Duomo di Sabbiadoro. Sarebbe stato bello vista la ricorrenza dei 200 anni dalla nascita creare un evento a ricordo di questo grande personaggio e Santo della Chiesa. Speriamo che entro l’anno venga fatto qualcosa da parte degli organi ecclesiastici e dell’amministrazione per ricordare il duecentesimo anniversario della nascita di Don Bosco. Luigi Damiani

FUNERALE DI SUSANNA ERTL VED. ZATTI di Luigi Damiani

Si sono svolti oggi venerdi 14 agosto alle ore 16.30 i funerali di Susanna Ertl ved. del Dott. Zatti. Il Duomo di Lignano era affollato dai tantissimi lignanesi che hanno conosciuto e apprezzato la Sig.ra Susanna. Tra i presenti il Sindaco Fanotto e l’assessore al turismo Brini che dopo aver portato il saluto e le condoglianze dell’amministrazione ha letto un personale ricordo della Signora Susanna, presenti anche gli ex sindaci Trabalza e Delzotto e il consigliere comunale e assessore provinciale Teghil. Ricordiamo che il Dott. Emilio Zatti oltre ad essere stato per moltissimi anni il medico condotto dei lignanesi è stato anche Sindaco di Lignano. Luigi Damiani

KURSAAL- AMMINISTRAZIONE ASSENTE di Luigi Damiani

Come ormai tutti sanno il Kursaal dopo il ricorso urgente al TAR è stato riaperto ai soli maggiorenni. Presso il Kursaal si è tenuta la conferenza stampa dell’avvocato Fusco, del gestore del Kursaal Badolato e del Presidente della Sil Pozzo . La cosa che è saltata subito all’occhio è che alla conferenza stampa non si è presentato nessun rappresentante dell’amministrazione. Non erano presenti ne il Sindaco Fanotto ne il Vice Sindaco Meroi, ne l’assessore alle attività produttive Pilutti, ne l’assessore al turismo Brini. Bisogna ricordare che la chiusura del Kursaal imposta dal Questore di Udine Cracovia ha riempito le pagine dei giornali locali ma anche quelle dei quotidiani nazionali. Dopo il caso del Cocoricò di Riccione e del Guendalina nel Salento, anche il Kursaal di Lignano Pineta è andato sulla ribalta della cronaca. Era assolutamente necessario che qualcuno dell’amministrazione comunale affiancasse l’avv. Fusco , Badolato e Pozzo , anche per dimostrare la presenza e l’interesse dell’amministrazione sulla vicenda. Assenti anche le associazioni turistiche, commerciali e consorzi. Il Kursaal è una attività produttiva che opera nel campo del turismo in una località turistica, e quindi in un caso così grave anche riportato dalla stampa nazionale e forse anche da quella straniera , a questo punto diventava strategica la presenza di almeno un rappresentate dell’amministrazione comunale, soprattutto quando si parla di sicurezza, prevenzione e anche e non per ultimo turismo legato al divertimento. Invece l’amministrazione è molto ligia nel far cessare la musica in alcuni locali fino al 30 settembre per questioni legate al disturbo della quiete pubblica. Togliere la musica ai locali è come fare morire la località, anche i locali però devono mantenersi alle ordinanze comunali.

Bibione

Bel servizio sulla stampa tedesca dedicato a Bibione, eccolo

bibione zeitung 1

bibione zeitung 2

Bibione

Disagi venerdì mattina per chi si recava a Bibione: un posto di blocco fermava praticamente tutte le auto con lo scopo di prevenire lo “sbarco” a Bibione dei vuccumprà; per quasi due ore, di mattina, tutte le auto sono passate davanti alle Forze dell’Ordine.

Economia sotto l’ombrellone

economia 12

Le aziende del Nord Est di fronte al passaggio generazionale: «Servono formazione e una nuova cultura d’impresa»

Nel secondo incontro di Economia sotto l’Ombrellone svoltosi a Lignano Sabbiadoro (Ud) si è parlato di quel 45% di imprenditori che vorrebbe come successori i figli, ma solo nella metà dei casi ritiene questo realmente possibile. Eppure per le Pmi familiari il passaggio di testimone è spesso una strada obbligata, che andrebbe preparata e agevolata.

Accettare e agevolare il passaggio generazionale è la priorità per le Pmi del Nord Est. Imprese per cui la trasmissione dai genitori ai figli è a volte una scelta naturale e a volte una strada obbligata –dati i costi insostenibili per potersi affidare a dei manager. Secondo uno studio di PricewaterhouseCoopers (PwC) presentato da Confindustria Udine qualche settimana fa, quasi la metà delle imprese familiari si trova in fase di passaggio generazionale, ma solo il 25% degli imprenditori che hanno fondato un’azienda ritiene i figli sufficientemente preparati e motivati da poter salire al comando. Così, solo il 12% delle imprese arriva alla terza generazione.

Su questo tema particolarmente importante per il tessuto economico del Friuli Venezia Giulia e del Nord Est, composto da un grandissimo numero di piccole aziende familiari, si sono confrontati mercoledì 12 agosto Davide Boeri, presidente del Gruppo giovani di Confindustria Udine, Carlo Alberto Magon, consigliere del Gruppo giovani di Confindustria Udine e dal giornalista Alessandro Zuin, coordinatore editoriale del Corriere Imprese Nordest che hanno partecipato come relatori al secondo incontro della quinta edizione di Єconomia sotto l’ombrellone incentrato sul tema “Alla ricerca dello spirito imprenditoriale” e svoltosi al Palapineta di Lignano Sabbiadoro.

I tre relatori hanno individuato i problemi che ostacolano un passaggio generazionale che dovrebbe essere studiato, preparato e programmato meglio di come si faccia oggi. Anche perché è una necessità, come ha evidenziato Davide Boeri: «Per le Pmi italiane si tratta spesso di una strada obbligata, non di una scelta, perché visto il peso fiscale sugli stipendi che nel caso dei manager può arrivare al 60%, per molte imprese è semplicemente impossibile potersi affidare ai manager».

I cambiamenti necessari per affrontare questa sfida? Il primo riguarda un intero ecosistema, ha commentato Alessandro Zuin «che non è favorevole alla nascita di nuove imprese e alla crescita di quelle esistenti a causa dei ben noti problemi dovuti alla burocrazia, alla tassazione, eccetera. Un’ulteriore questione ritengo sia quella legata alla formazione: in Italia esistono scuole, anche di eccellenza, orientate alla formazione manageriale, ma non esistono scuole di formazione imprenditoriale». Dello stesso parere Boeri, che ha notato come «I giovani che oggi frequentano le scuole purtroppo non vedono l’imprenditoria come un’appetibile prospettiva futura. Credo che ciò dipenda da diversi fattori, ma in primis da una scarsa informazione. Non è caso che sempre di più si parli della necessità di un’alternanza scuola lavoro». D’accordo Carlo Alberto Magon sulla cattiva rappresentazione del mondo dell’impresa spesso data dai mass media: «Se lo spirito imprenditoriale sta venendo meno credo uno dei motivi sia anche questo. A leggere i giornali sembra che ci siano solo problemi, che tutti debbano essere destinati a chiudere, a essere comprati dagli stranieri, e così via. È vero che il contesto italiano è difficile, ma ci sono molte imprese che vanno bene e che danno grosse soddisfazioni ai loro titolari».

Pur essendo i due imprenditori degli esempi di passaggi generazionali ben riusciti, hanno ammesso anche altri problemi culturali. Il primo è la scarsa fiducia nei giovani, elemento comune al resto d’Italia, che porta spesso a vedere imprese guidate da ottuagenari con figli che invecchiano e vanno in pensione in attesa di una possibile successione. Il secondo, emerso nel dibattito dopo l’incontro, è un approccio sbagliato al concetto di fallimento, possibilità che invece fa parte del rischio imprenditoriale e come tale va affrontata. Ha sottolineato Magon: «Da noi purtroppo si considera il fallimento come una vergogna e un’ignominia. Prescindendo da quei casi in cui i fallimenti sono voluti per “furbizia” o sono frutto di un comportamento fraudolento, e che vanno sanzionati –ha aggiunto–, l’idea che porta a non voler considerare il fallimento come una normale possibilità di un’attività imprenditoriale ha conseguenze pesantissime, sia perché mortifica lo spirito imprenditoriale, sia perché porta le banche a non sostenere se non in minima parte le start up e le aziende più innovative. Che sono spesso rischiose, ma sono anche quelle che hanno maggiori possibilità di crescita».

Il prossimo appuntamento di Єconomia sotto l’ombrellone, mercoledì 19 agosto ore 18.30 al Palapineta di Lignano Sabbiadoro avrà per tema “Investire dopo la crisi greca” e, moderato dal giornalista Carlo Tomaso Parmegiani, vedrà la partecipazione di Mario Bianchi Disette Specialista in risparmio e investimenti della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, Mario Fumei, consulente finanziario e Luigi Riganelli Responsabile private banking della sede di Trieste del Monte dei Paschi di Siena

Bibione e San Michele a Ferragosto

Ferragosto di Bibione è un evento irrinunciabile! Anche quest’anno una giornata ricca di appuntamenti, e per l’attesissimo spettacolo pirotecnico che renderà speciale la serata di sabato, riflettendo magici giochi di luce sulla superficie del mare.

Già dalla mattina del sabato, sull’arenile antistante Piazzale Zenith, sono previste attività coinvolgenti e per tutti i gusti: sport, balli di gruppo, zumba, latino-americano e un innovativo torneo di Bubble Football, partite di calcio giocate con l’intero corpo all’interno di una grossa palla gonfiabile (ad eccezione delle gambe, ovviamente!); per i più piccoli, Summer Games, giochi organizzati a misura di bambino.

Sempre da Piazzale Zenith, raduno di auto e moto d’epoca che dal pomeriggio sfileranno attraversando Lido del Sole e il centro di Bibione, raggiungerà Bibione Pineda (info: info@latisanaveicolistorici.it).

Alle ore 21.00 si terrà la Santa Messa presso la chiesa parrocchiale “Santa Maria Assunta” (via Antares, 18). Una messa celebrata in diverse lingue per permettere anche ai turisti di assistere alla solennità. Seguirà la processione fino al mare con fiaccolata. La processione, che condurrà i fedeli fino alla spiaggia dove riceveranno la benedizione, sarà accompagnata dalla banda musicale di Vado.

Alle 23.00 l’appuntamento più coinvolgente, quello dei tradizionali fuochi nell’arenile antistante piazzale Zenith: naso all’insù dunque, ad ammirare le suggestioni di luci e colori che si tuffano tra le onde…e chissà, magari riuscirete a cogliere anche qualche stella cadente “ritardataria”. In caso di maltempo l’evento sarà rinviato al giorno successivo.

Dopo i fuochi, se non avete ancora voglia di andare a dormire, il Luna Park Adriatico vi aspetta dopo mezzanotte per la sua Notte Bianca, con tutte le giostre aperte per voi al prezzo speciale di un euro (info: www.lunaparkadriatico.com).

Gabriele Paolini

Gira in rete un video dove si vede il provocatore, un po’ spento, Gabriele Paolini arringare qualche amico da dentro un bidone di immondizie; il video, girato a Pineta giovedì sera, è a disposizione, se volete, ma se non lo vedete è uguale.

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

Un commento

  1. Toc toc … Manuela/o sei in ferie ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *