Home / Lignano Sabbiadoro / sanità a latisana, hemingway e convegno alla getur

sanità a latisana, hemingway e convegno alla getur

Università, Convegno sul Metalinguaggio a Udine e Lignano

Attesi studiosi da tutta Italia coordinati dal Prof. Vincenzo Orioles dell’ateneo friulano.  Secondo appuntamento scientifico, il primo si è tenuto a marzo 2012, con l’obiettivo di favorire uno scambio proficuo tra le unità di ricerca italiane e, soprattutto, di dare spazio ai giovani studiosi attenti alle tematiche del metalinguaggio della linguistica.  UDINE/LIGNANO SABBIADORO 24 FEBBRAIO 2013 – L’Università di Udine organizza per martedì 26 e mercoledì 27 febbraio prossimi un workshop dedicato al tema del metalinguaggio che si aprirà martedì alle 15 nella sala convegni intitolata al glottologo Roberto Gusmani la cui eredità scientifica sarà ricordata grazie all’opera in due volumi su tre tomi scritta da Giampaolo Borghello e Vincenzo Orioles. L’opera è  dedicata alla memoria del glottologo di fama internazionale Roberto Gusmani (1935-2009), nel 2008 nominato dall’Accademia dei Lincei Socio della Classe di scienze morali, storiche e filologiche, già rettore e storico decano dell’ateneo friulano, dove per anni è stato stimatissimo docente.  L’iniziativa di studio riunirà  studiosi provenienti da tutta Italia che fanno parte delle unità operative del Progetto Prin 2009 sul tema “Metalinguaggio della linguistica. Modelli e applicazioni”, coordinato a livello nazionale da Vincenzo Orioles dell’Ateneo friulano. Vi partecipano i coordinatori delle unità di ricerca Lucio Melazzo dell’Università di Palermo, Salvatore Claudio Sgroi dell’Università di Catania, Maria Patrizia Bologna dell’Università di Milano e Paola Cotticelli dell’Università di Verona. Durante i lavori sono previste sessioni scientifiche dedicate alla presentazione di brevi comunicazioni da parte di giovani studiosi e di figure in formazione.

Mercoledì l’incontro si sposterà  nel complesso Getur di Lignano dove si svolgerà il workshop che vuole favorire uno scambio di vedute tra tutti i soggetti coinvolti nel programma sugli obiettivi progettuali con particolare riguardo agli specifici compiti scientifici e operativi di ciascun gruppo di ricerca.   E’ il secondo appuntamento scientifico, il primo si è tenuto a marzo 2012, avente come obiettivo quello di favorire uno scambio proficuo tra le unità di ricerca coinvolte e, soprattutto, di dare spazio ai giovani studiosi attenti alle tematiche del metalinguaggio della linguistica.

Premio Hemingway – Lignano Sabbiadoro ·

Mercoledì 27 febbraio ore 11.30 – al Circolo della Stampa di Milano – sala Bracco di Palazzo Bocconi – Corso Venezia 48, conferenza stampa di presentazione del Premio Ernest Hemingway – Lignano Sabbiadoro. Alle 14.30 prima riunione della Giuria, presieduta da Giuliano Pisani, nella sala Carniti dell’Hotel Mercure.

Sanità, riceviamo e volentieri pubblichiamo

LUI NON C’ERA … non aveva tempo………..

Molte volte capita di non avere tempo per fare quello che ciascuno di noi ha da fare.  Ci sono cose che si devono fare per sopravvivere e altre non obbligatorie.  Non è obbligatorio sicuramente fare politica e occuparsi della cosa pubblica ma se lo fai ti impegni con quelli che ti votano e anche con quelli che NON ti votano dicendo a tutti: io mi occuperò di te.

Cari concittadini ci ricordiamo quella serata all’Odeon con i cinque candidati a Sindaco? Dove una delle domande era: “ Se dovesse essere eletto quanto tempo dedicherà a fare il Sindaco”?  Ora lasciamo perdere quelli che hanno perso le elezioni e che dovrebbero fare opposizione, lasciamo perdere la candidata leghista che ha perso le elezioni ma ora è assessore salvatrice della maggioranza allora avversa, e pensiamo all’eletto.

L’eletto ha dichiarato di dedicare tutto il suo impegno per la collettività. E’ chiaro … cos’altro avrebbe dovuto dichiarare per prendere i voti? Questo succede in primavera 2011.  Il 2012 è un anno impegnativo (la crisi imperversa) e il tempo dell’eletto scarseggia anche perché i suoi assessori non gli lesinano i problemi.

Per tanti latisanesi il 2012 è stato un anno difficile perché la crisi generale porta meno lavoro, si chiudono attività e negozi, i prezzi e le tariffe salgono, i dragaggi, l’ospedale e la salute …   Un anno orribile per tutti, per le famiglie, per i pensionati e anche per l’eletto che è costretto, per dirla in metafora, a “nascondere la polvere sotto al tappeto”. Ma perché??

Forse, essendo un moderato, non ha parole forti da indirizzare a chi di dovere??  O forse perché nella sua veste di dipendente quasi regionale assolutamente NON può contraddire chi governa la Regione?? O forse NON ha tempo per fare il sindaco??

Gli aspetti amministrativi tutti molto anestetizzati, tanta polvere sotto al tappeto. Ma ci sono le pressioni delle opposizioni, anche queste soft, che comunque sono impegnate a consolidare posizioni politiche sia locali che regionali perché il gioco vero ci sarà ad aprile con le elezioni.

E nel frattempo anche quello che si poteva fare NON SI E’ FATTO perché NON SI E’ TROVATO IL TEMPO.  C’è un argomento che sembrava e sembra STABILITO e INELUTTABILE: la chiusura del punto nascita dell’ospedale di Latisana con tutto ciò che di collegato ci sta. Se ne parla dal 2009, mi pare di ricordare, come il depotenziamento dell’intero ospedale a vantaggio di Palmanova.

Domandiamoci perché la nostra collettività è maltrattata del governo regionale, che pure appartiene alla stessa maggioranza politica. Basta dedicare tempo, non molto, e trovi risposte.

Ma se chi dedica TEMPO GRATUITO trova risposte dovrebbe trovare di più e meglio chi il proprio TEMPO GLIELO PAGANO politicamente e/o economicamente.

Il Sindaco NON HA MAI AVUTO TEMPO per andare alle riunioni della CONFERENZA PERMANENTE PER LA PROGRAMMAZIONE SANITARIA E SOCIOSANITARIA REGIONE FVG.

Lui che è il presidente dell’Ambito Latisanese e rappresenta 14 sindaci della nostra Bassa Friulana che ne sono membri su cinque riunioni del 2012 … MAI presente una volta!!

In quelle riunioni i rappresentanti dei  vari ambiti/zone tutelano le loro esigenze proponendo, opponendosi, chiedendo, mediando, e se leggiamo le cronache, alle volte OTTENGONO.

La Carnia, la montagna, il sanvitese, lo spilimberghese, il muggesano, il goriziano il cervignanese hanno fatto le loro richieste, esposto le loro posizioni e necessità e, in periodi di restrizioni se non hanno mantenuto ciò che avevano si sono sacrificati di poco. Altri addirittura hanno ottenuto ciò che chiedevano. Non parliamo di Udine, Trieste e Pordenone che l’hanno fatta da padroni.  Ma erano li, presenti, non sempre ma abbastanza per tutelarsi.

SE NON E’ STATO MAI PRESENTE o considerava inutile questo “organismo” o NON AVEVA TEMPO.  Il risultato è che gli assenti hanno sempre torto. Ma questo non è tutelare il benessere della collettività. Questo è perdere un servizio sanitario per i cittadini della zona e per i turisti senza dire la propria. Questo è accettare migrazioni per partorire a Portogruaro con aumento di spesa regionale. Questo è perdere posti di lavoro in loco, perdere possibili affitti dei medici e dei sanitari, … le spese al supermercato, il vestito comprato in centro, lo spritz al bar… quindi anche un danno economico.

SINDACO LEI NON C’ERA!!!

In quei cinque verbali per due volte troviamo “Latisana”: la prima volta quando un componente di un altro ambito la nomina e la seconda volta nel verbale n. 4 quando è presente l’Assessore Claudio Garbuio. Peccato che fosse presente SENZA la possibilità di VOTARE o rappresentare il nostro ambito perché SOLO I MEMBRI SINDACI POSSONO ESSERE DELEGATI.

Possibile che NESSUNO abbia letto il regolamento e che un nostro assessore sia stato inviato come ascoltatore semplice? Per farsi un’idea … per cultura personale …?? Un anno e mezzo dopo essere diventato assessore … tardino.

Prima le assenze … poi l’assessore … risultato che emerge: Latisana e la zona se ne fregano.  E intanto ti tagliano il punto nascita … e Lei stai zitto nelle sedi opportune, non presenta memorie, ordini del giorno o altro in quella sede. E’ vero che presenta una protesta con tutti i consigli comunali … quando … fuori tempo massimo!!!

Benedetta la rete. Concittadini e lettori Vi invito caldamente a leggere i cinque verbali e troverete argomenti importanti anche per tutti noi.

MA NOI NON C’ERAVAMO PERCHE’ IL SINDACO, NOSTRO RAPPRESENTANTE, NON HA MAI AVUTO TEMPO PER CINQUE VOLTE. PER TUTTE LE VOLTE DEL 2012. PER UN INTERO ANNO.

Ecco Bacucco una parziale risposta per te che sei così insistente su questo argomento.  E adesso, cittadini, vedete VOI CON I VOSTRI OCCHI, e poi se volete incazzatevi pure.

–        Entrate in: google

–        Digitate: conferenza permanente per la programmazione sanitaria e sociosanitaria regione fvg

–        Appare il sito: consiglio delle autonomie locali

–        Sulla sinistra trovate VERBALI (ultimo punto della tendina) e cliccateci sopra

Appaiono tutti i verbali delle cinque riunioni del 2012 e buona lettura.

La morale è che se butti la polvere sotto al tappeto corri il rischio che prima o poi arriva qualcuno che la trova, la tira fuori  e tu, come minimo,  fai la figura dello sporcaccione.

TEX WILLER

n.d.c. Nota del Cocal; ribadisco che la lettera non è anonima, ma inviata da person a nota con la formula del “lettera firmata”. Abbiamo letto, con molta pazienza, i verbali ed effettivamente ci siamo imbattuti, abbastanza spesso, in richieste specifiche di questo o quel sindaco, che chiedevano tac o risonanza o altre cose. Non ci capiamo molto, ma vale sempre la regola del “chi è assente ha sempre torto..”   Se poi il Punto Nascita chiude, non servirà lamentarsi….”dopo”…

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *