Home / Lignano Sabbiadoro / skal e bolzonello, lignano e bibione 1

skal e bolzonello, lignano e bibione 1

Conviviale SKAL con ospite relatore Vicepresidente della Regione  Sergio Bolzonello

skal bolzonello

Abbiamo avuto il piacere di avere il Vicepresidente della Regione e Assessore al Turismo Sergio Bolzonello, in qualità di ospite relatore alla conviviale SKAL  mercoledì 23 ottobre a Lignano Sabbiadoro. L’Assessore è intervenuto sul tema del turismo con particolare riferimento a quello costiero ed in generale sui nuovi indirizzi dell’Assessorato per lo sviluppo di un asset strategico per la Regione Friuli Venezia Giulia.  Tanti gli interventi dei presenti tra cui quelli del sindaco del comune di Lignano Sabbiadoro avv. Luca Fanotto.  Al termine dell’incontro c’è stata la consueta consegna da parte del presidente Giorgio Ardito al relatore Sergio Bolzonello del gagliardetto dello SKAL club 105 Friuli Venezia Giulia.  SKAL 105° Friuli Venezia Giulia – Il Presidente – Giorgio Ardito – Foto in allegato da sinistra verso destra: Vicepresidente della Regione e Assessore al Turismo Sergio Bolzonello e il Presidente SKAL Friuli Venezia Giulia dr. Giorgio Ardito.

n.d.c. Il Sindaco Fanotto, nel corso della recente pubblica Assemblea, aveva molto criticato il nuovo claim della Regione in tema di turismo, che dovrebbe essere “no tax area”,  in riferimento alla Tassa di Soggiorno che si paga in Veneto e non in Friuli; il Presidente Ardito evidentemente ha inteso non  gettare benzina sul fuoco evitando di riportare i dettagli della serata.

Lignano e Bibione. 1° parte: il nome

Leggere sul giornale che La Lignano Pineta spa è andata da sola alla Fiera di Praga, riporta in auge il ragionamento di Bernabò Bocca, da me già esposto in un convegno 15 anni fa, di unire virtualmente le località di Lignano e di Bibione. Sarà un’operazione lunga e complessa che passerà per atti formali, per iniziative e manifestazioni, con la costruzione di infrastrutture e soprattutto dovrà vedere un radicale cambiamento d’impostazione di due “rivali” che si devono alleare per vincere la sfida del turismo moderno:  le Grandi Intese in chiave balneare insomma. La prima cosa da fare è trovare un nome che possa riassumere e competere con la Riviera Romagnola, o la Costiera Amalfitana, o la Versilia; scartati subito tutti i nomi di parte (Riviera friulana, Riviera dei Dogi o dei Patriarchi), troppo friulano il Tagliamento, da scartare gli acronimi (Li.Bi, Bi.Li) occorre fare uno sforzo di fantasia per trovare qualcosa che sia facilmente intuibile in inglese, tedesco e altre lingue, e non sarà facile. Non è una questione di poco conto: soprattutto all’inizio bisognerà vincere la diffidenza della “fregatura” e la paura della concorrenza interna.  Non mi viene in mente nulla, ma sicuramente qualcuno avrà delle idee brillanti. Io batto sul concetto di godere ( ..a Lignano si gode… mi piaceva) e per cui mi verrebbe da dire ..”le spiagge del piacere”, o “le spiagge del benessere” o le “spiagge dei pini” o una sorta di  “sun, eat, drink & relax”, che è troppo lungo. Domani seconda puntata

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

2 commenti

  1. Orizzonte Lignano_grillini_moralizzatore e voi siete la stessa cosa oppure persone diverse e divise che fanno la stessa cosa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *