Home / Lignano Sabbiadoro / sun & run, rete d’imprese

sun & run, rete d’imprese

Sun & Run

Splendida giornata ieri a Lignano, sia per il tempo, con una forte bora dal mare e il sole che scaldava la pelle, sia per la riuscita manifestazione Sun & Run che ha richiamato sul lungomare circa 800 appassionati e curiosi, iscritti alla marcia non competitiva (circa 500) e a quella competitiva (poco meno di 300). Bella atmosfera, atleti e famiglie, ragazzi super allenati da soli o in gruppo e mamma con figlio in carrozzella o in bicicletta; pattini e anche cani per una voglia di esserci e di partecipare. Le operazioni tecniche, coordinate dal CSI, in Piazzale Marcello d’Olivo, la partenza davanti al Kursaal e il giro di boa dei 10 km dopo la Terrazza a Mare. Si girava invece dentro alla Getur per quelli che facevano la non competitiva sui 5 chilometri. Molte le cose belle, poche quelle meno; aria frizzante e bel sole, gente in spiaggia curiosa e incuriosita; lungomare senza auto (che libidine), passare attraverso la Gerut per arrivare a Sabbiadoro, che bello quel lungomare, sarebbe da aprire alle sole biciclette e a pedoni, tutta Lignano ne guadagnerebbe, poi la festa all’arrivo, i tempi e le classifiche, francamente poco importanti per noi, ma motivo di scherno e sfottò per molti. Tanta gente ai chioschi e soprattutto molti sorrisi e molte foto; una domenica di sana e sportiva allegria, destinata, ci auguriamo, a ripetersi e consolidarsi anche a livello europeo. Notati pochi tedeschi e austriaci, molti veneti, ma siamo certi che se avvisati per tempo, faranno ingrossare le fila dei partecipanti, è solo questione di promozione oltr’Alpe. Bene al Comune che ha organizzato. Ci vediamo il 2013. (seguono foto)

La stagione

Difficile dire se si ripeterà la stessa fine stagione del 2011, quando tutto era praticamente chiuso e la gente veniva lo stesso a prendersi l’ultimo sole; ieri a Pineta la spiaggia era in ordine, meno a Sabbiadoro, e molta gente cercava di ripararsi dal vento per godersi il caldo sole. Difficile gestire un sabato e domenica con gente e un lunedì praticamente deserto di pendolari, ma questo è il turismo di oggi e con questo dobbiamo a che fare. Sarà uno dei temi del programma 2013 dell’amministrazione comunale. Tornando a quelo che ha detto il direttore di Turismo FVG Edy Sommariva, l’idea di creare una “rete di imprese” potrebbe davvero essere la soluzione buona: a Lignano nessuno vuole rinunciare alla propria identità e nessuno sembra in grado di gestire in prima persona “tutto” il turismo. Una Rete di Imprese, non un carrozzone politico e pubblico, ma un assieme di operatori “e” Comune, Provincia, Lisagest e altri, che possa davvero diventare il soggetto unitario di tutto il turismo di Lignano.

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *