Home / Lignano Sabbiadoro / teatro, sup race, 6 ore mtb, fundraising, albo pretorio,

teatro, sup race, 6 ore mtb, fundraising, albo pretorio,

Teatro a Latisana

Ecco la stagione teatrale di Latisana 2013 – 2014

stagione teatrale

Delusione

Stavolta sono deluso dall’albo pretorio del Comune di Lignano; andando a leggere i verbali del Consiglio, alla voce delle quattro interpellanze portate in discussione, troviamo la frase…. “risponde l’Assessore Emanuele-Maria Rodeano, come risulta dalla registrazione su supporto informatico, conservato presso l’ufficio del Segretario Generale, così come previsto dall’art. 53 del Regolamento interno delle sedute del Consiglio Comunale”…. O il Sindaco o chi per lui.  Peggio ancora per il primo punto all’O.D.G…..  si legge.. “Il Sindaco illustra le comunicazioni….”    Cioè?? Che comunicazioni??    Tutto regolare come si legge, ma così o sei presente o devi andare in Municipio, che non è nello spirito di internet, ma ok.

6 Ore Mountain Bike

ciclismo pavese . it

Vi ricordate di questa gara? Pare proprio se ne parli ancora, in chiave di ricordo, ma anche di sviluppo futuro. Poiché fui io a inventarla……. E a organizzarla…con piacere vi posto questo link. Non si sa mai ( per Meroi).

http://www.ciclismopavese.it/home/index.php?option=com_content&view=article&id=10740%3Ala-6-ore-di-lignano-tra-ricordi-e-storia-della-mtb&catid=35%3Aregionale&Itemid=54

unica annotazione…. Lignano provincia di Venezia……….

FUND RAISING, di Luigi Damiani

Questa vuol essere una bozza di un progetto di fund raising per dare la possibilità a Lignano Sabbiadoro di svolgere autonomamente una attività di comunicazione-promozione e incentivazione sul mercato nazionale e internazionale. Come abbiamo capito anche dal convegno di Palmanova  sul turismo che si è svolto sabato scarso , la Regione e Turismo Fvg, intendono sviluppare più una comunicazione della Regione nel suo complesso che mirare su alcuni territori come ad esempio il mare.   A questo punto Lignano deve trovare delle risorse in proprio per fare delle attività di comunicazione mirate al suo territorio. Entrare in un contesto regionale anche se importante, sarebbe riduttivo per Lignano che ha una sua visibilità e rappresenta la fetta più importante di arrivi e presenze nel turismo regionale circa il 38%.

Il primo passo prima di tutto sarebbe quello di costituire nel Consorzio Vacanze l’Agenzia Turistica che da anni se ne parla e che non riesco a capire perchè venga tanto osteggiata.

Il Fund Raising invece si può fare dopo aver costituito una struttura che abbia come oggetto e si occupi della comunicazione, la promozione , le pr, l’incentivazione , gli eventi, i rapporti con i media per conto della località e di tutte le componenti turistiche -commerciali.

Una struttura leggera  partecipata direttamente da tutte le associazioni, consorzi ma anche dal comune.

La struttura deve essere composta da una parte operativa   con personale adeguato e stipendiato.  Un cda di massimo 7 persone in rappresentanza delle categorie, associazioni, consorzi, un collegio sindacale di 3 professionisti e un/ tre revisori dei conti preferibilmente a titolo gratuito massimo gettone da 500 euro l’anno cad. ed eventuale rimborso spese.

Tutte le componenti devono partecipare in modo adeguato, quindi qui sotto è stata formulata una proposta con una tabella non vincolante di  come dovrebbe essere articolata la raccolta fondi. Ovviamente si potrà discutere e riformulare ma il risultato finale è importante in termini economici per gli investimenti che vanno a beneficio di tutta la realtà turistica locale. Alcuni valori numerici sono stimati.

TABELLA FUND RAISING

CONCESSIONARI SPIAGGIA

Ombrelloni presenti concessionari vari  N. 13.000 X 25 euro cad.     325.000 euro

RICETTIVO TURISTICO

Posti letto in alberghi e pensioni              N  13.300 X 40 euro cad mediato    532.000

Posti letto in appartamenti –  bungalow    N. 56.400 X 20 euro  cad      1.120.000

Posti letto in campeggi                      N.    8.000 X 7 (corretto) euro cad   56.000

ATTIVITA’ COMMERCIALI circa 1.200 divise

Fascia A centrali                           N.       400 X 300 euro cad    120.000

Fascia  B semicentrali                   N.        500 X 200 euro cad     100.000

Fascia   C periferiche                     N.        300 X 100 euro cad     30.000

PARCHI divertimento- discoteche       stima     60.000

ATTIVITA’ non comprese nelle categorie citate   stima      30.000

GETUR  stimat su 60.000 presenze 0,5 euro      30.000

COMUNE DI LIGNANO SABBIADORO  1% circa del bilancio stima      600.000     =======================

TOTALE COMPLESSIVO              3.003.000 euro

Ovviamente il tutto dovrà essere fatturato più IVA alle singole attività che potranno scaricare la spesa come costi di partecipazione attività pubblicitaria.

Questo è una simulazione come base di partenza ottimale, alla quale poi si dovranno fare eventuali correzioni.  Viene stimato anche il fatto che TUTTE le componenti economico-turistiche partecipino alla operazione.   Non trovo corretto che chi non aderisce comunque goda dei risultati che potrebbero essere importanti sia sotto il profilo degli arrivi che delle presenze.  In un secondo momento potrebbero partecipare anche forfettariamente sia Latisana – Aprilia Marittima e Marano lagunare che indirettamente comunque hanno un riscontro economico dalla presenza turistica a Lignano. Si potrebbero stimare forfettariamente  in una prima fase sui 50.000/60.000 euro totali.     Ritengo che comunque il valore finale anche se rivisto in termini di adesioni e di valori non deve essere inferiore ai 2,5 milioni di euro per poter far fronte agli investimenti in promocomunicazione ed ai costi di gestione.  Ritengo che con una operazione di questo tipo basata su un medio periodo di 5 anni  possa portare  alla fine del 5° anno a superare  1.100.000 gli arrivi e superare i 5.000.000 di presenze.     Il primo anno vanno calcolati i costi di start-up che potremmo quantificare in circa 150.000-180.000 euro complessivi.     Personalmente ho fatto questo esercizio-studio, perchè credo nel progetto e nel suo sviluppo.   E’ normale che non mi sia esposto con i piani marketing e  le strategie di comunicazione in questa fase, in quanto credo sia prima opportuno capire se c’è la volontà di perseguire questa strada, che io ritengo non solo valida ma anche l’unica per il futuro di Lignano.     Commenti e correzione sono ben accettati anche in via strettamente personale e riservata alla mail luigi-damiani@libero.it o al cell 345-4595055. Luigi Damiani

Sup Race

Anche quest’anno Domenica 8 Settembre 2013 si è tenuto a Lignano l’Evento di Stand Up Paddle italiano più rilevante dell’anno:  la SUP Race Lignano. Giunta alla sua quarta edizione, La SUP Race Lignano è una regata amatoriale di Stand Up Paddle LONG DISTANCE di 5-8 Km. La regata ha confermato il maggior numero di iscrizioni in Italia tra le manifestazioni del suo genere con la partecipazione di campioni di rilevanza europea.

Nella stessa giornata si è la gara Bic Sup One Design Kids Challenge, un contest a batterie per ragazzi dagli 8 ai 15 anni.  La manifestazione ha visto raddoppiare ogni anno il numero di partecipanti: nel 2010 ve ne sono stati 40, nel 2011 78 e nel 2012 si è raggiunto il numero di 155 atleti!  Per l’edizione 2013 questi sono gli incredibili numeri:

269 pre-iscrizioni

259 partenti (il più Giovane 5 anni, il più anziano 76 anni)

1500 persone circa il pubblico presente

Di cui  49 bambini dai 5 ai 14 anni che hanno partecipato al co evento Bic Sup One Design Kids Challenge,  94 partecipanti alla Long Distance 8 km così suddivisi:

23 Race 14”

27 Race 12.6”

44 All Round

106 partecipanti alla Long Distance 5 km con tavole All Round (75 Maschi, 30 Femmine)   Nella regata vi sono stati 10 ritiri, una squalifica e 10 pre-registrati non si sono presentati.   L’evento a terra è stato gestito da un team di volontari di 50 persone circa.  La copertura mediatica Gestita dal Presidente NEKA asd aveva uno staff di 6 fotografi ed operatori così disposti:

1 subacqueo

3 a terra

1 in gommone

1 in aria con il parasailing

In acqua, per garantire la sicurezza ed il supporto ai regatanti vi erano 3 gommoni ed una moto ad idrogetto, un aereo per la partenza.  La Pineta SPA ha coordinato le attività di supporto in acqua garantendo in caso di necessità il soccorso ai regatanti.  A seguito della regata il Tenda Bar ed il Lele’s chiosco hanno offerto più di 350 pastasciutte (mitiche) e altrettante bibite. E poi festa fino al tramonto con Band musicali.  L’evento, patrocinato dal Comune di Lignano Sabbiadoro, è organizzato dalla N.E.K.A. a.s.d. con il contributo logistico di Lignano Pineta SpA e di strutture di accoglienza convenzionate, nonchè la partecipazione di moltissimi sponsor. La novità di quest’anno è stata l’adozione di un sistema di gestione della gara del tutto nuovo e “tecnologico”, realizzato appositamente per la Sup Race Lignano da un Organismo di Ricerca veneto, il Consorzio Ethics, Ente no profit che opera in diversi settori tra i quali spicca la robotica e l’automazione. Grazie ad un software e ad una struttura hardware appositamente studiata sarà possibile gestire in modo automatizzato iscrizioni, erogazione di informazioni, organizzazione, conduzione della gara e attribuzione della graduatoria, impiegando dispositivi di riconoscimento (braccialetti) a codifica univoca di tipo RF ID.     …per un evento sempre più grande che, pur mantenendo fede al suo principio no profit, è stato ricco di contenuti professionali nella gara e nelle manifestazioni di contorno!

Grazie a tutti i partecipanti, al pubblico, al Comune di Lignano, al Consorzio Ethics, alle associazioni, alle società ed agli esercizi coinvolti, agli sponsor ed allo staff.   Che hanno creduto e contribuito nella realizzazione di questo fantastico evento.

Arrivederci al 7/9/2014

Le classifiche:

Long distance 8 km:

Assoluti maschili:

1. Giordano Bruno Capparella Race 12.6 tempo 51’ 19”

2. Martino Rogai Race 14 tempo 52’ 01”

3. Friedrich Koechl Race 14 tempo 52’ 59”

Assoluti femminili:

1. Manca Notar Race 14 tempo 57’ 35”

2. Susak Molinero Race 12.6 tempo 01h 01’ 54”

3. Chiara Nordio Race 12.6 tempo 01h 06’ 28”

Race 14

1. Martino Rogai Race 14 tempo 52’ 01”

2. Friedrich Koechl Race 14 tempo 52’ 59”

3. Leonardo Toso Race 14 tempo 53’ 43”

Race 12.6

1. Giordano Bruno Capparella Race 12.6 tempo 51’ 19”

2. Federico Benettolo Race 12.6 tempo 54’ 30”

3. Davide Ionico Race 12.6 tempo 54’ 36”

All Round

1. Filippo Facchin All Round tempo 01h 04’ 06”

2. Nicola Rossi All Round tempo 01h 07’ 45”

3. Gianfranco Crivellari All Round tempo 01h 07’ 57”

Long distance 5 km :

Assoluti maschili All Round:

1. Filippo Mercuriali All Round tempo 38’ 54”

2. Luca Di Silvestre All Round tempo 39’ 17”

3. Andrea Ferrari All Round tempo 40’ 08”

Assoluti femminili All Round:

1. Elisabetta Vat All Round tempo 48’ 01”

2. Simonetta Perosino All Round tempo 48’ 13”

3. Giorgia Belanger All Round tempo 49’ 37”

Bic Sup One Design Kids Challenge

Primo assoluto Giacomo Budri.

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

9 commenti

  1. Consorzione. Il comune sarebbe il secodo contribuente netto con 600.000 euri: partiamo già male. In qualità di contribuente non voglio nella maniera più ferma che nemmeno 1 euro delle mie tasse vadano a finire in questa cosa. Facciano gli imprenditori se ne sono capaci ma non coi miei soldi.

    • 🙂 🙂 meglio 20.000 per il liscio…………….. 🙂 🙂

      • Mi piace l’ironia e la battuta è carina. Però è ora di finirla: e dobbiamo dare i soldi alle banche e dobbiamo dare i soldi ai paesi in difficoltà (cioè quelli spendaccioni compreso il nostro) e dobbiamo dare i soldi a questo e a quello. Se la situazione nel nostro paese è quella che è (circa 2.075 miliardi di debito pubblico) è perché di soldi pubblici ne abbiamo dati fin troppi a vanvera, la soluzione non può essere darne altri ma non darne più: vonde!

  2. Meno male che non son di Lignano…avete amministratori a dir poco pessimi.

  3. Egr.Sig. Carlino. Senza polemica.Qui non si tratta di fare solo gli imprenditori, ma dare visibilità nazionale e internazionale ad un comune turistico come Lignano che basa la sua economia esclusivamente sul turismo ed all’indotto e che da lavoro direttamente o indirettamente a migliaia di persone. Il suo giudizio comunque dovrebbe essere dato dopo aver visto e valutato i piani di marketing e strategie di comunicazione. Io non so di cosa si occupi lei sig, Carlino, ma almeno che non sia un dipendente pubblico, ( a lignano e di lignano sono pochissimi ) ,tutti coloro che operano a lignano sono comunque legati all’economia turistica. Aggiungo che anche i dipendenti pubblici sono in un certo modo legati al turismo, perché se lignano fosse un paese “normale” con meno di 7.000 abitanti residenti anche i dipendenti pubblici sarebbero un numero infinitamente più basso. Sarebbe anche interessante che lei fosse al corrente di quanto comunque il comune già spende per la comunicazione e contributi vari . Cordialmente Luigi Damiani

    • Neanche io sono polemico, sono solo deciso e fermo nelle mie idee. Il mio commento non era contro il piano e nemmeno contro l’attuale amminstrazione ma era solo una affermazione di un principio e cioè che il pubblico, ovvio è una mia opinione, meno interferisce nella vita dei cittadini e degli imprenditori e meglio è. Poi se invece si tira il pubblico per la giacchetta per farlo intervenire in ogni cosa, non ci si venga poi a lamentare della burocrazia perchè ogni volta che si chiede ad un ente pubblico di occuparsi di una cosa esso lo fa proprio attraverso la tanta odiata burocrazia.

  4. CORREZIONE Nel conteggio relativo ai posti in campeggio c’è un errore di battuta . Il valore cad non è 8 euro ma 7, infatti 8.000 x7 da il valore di 56.000. mi scuso per l’errore. Luigi Damiani

  5. Gent. Cocal,
    è con grande piacere che troviamo sul suo blog il link all’articolo sull’ arrivo pioneristico della mountain-bike a Lignano nei primi anni ’90 e con piacere scopriamo del suo ruolo nell’organizzazione di quell’evento.
    Come forse lei già saprà infatti dopo parecchi anni di assenza di questa disciplina dalla nostra località il 29 settembre si terrà la prima edizione della Beach Bike Lignano, corsa mountain-bike non competitiva di circa 28 km inserita all’interno del circuito Friul Bike. La manifestazione è organizzata dall’A.s.d. GeSport Lignano in collaborazione con il Comune di Lignano Sabbiadoro che da subito si è dimostrato sensibile all’iniziativa appoggiando con entusiasmo la nostra proposta. La corsa, aperta a tutti, si svilupperà su un divertentissimo tracciato di circa 14 km (da percorrersi due volte) immerso nel verde di Lignano con partenza e arrivo in Piazza Marcello d’Olivo e spettacolari passaggi nelle pinete di Lignano Pineta, Riviera e della Ge.Tur.
    Le saremo quindi grati se potrà dare risalto sul suo blog a questa iniziativa che riprende un filone a lei caro e che vuole essere un primo passo per far si che Lignano riscopra nuovamente il mondo della mtb e il mondo della mtb riscopra Lignano.
    Per chiunque fosse interessato siamo presenti su Facebook alla pagina Beach Bike Lignano e al sito dell’evento http://www.bblignano.it.

    Ge.Sport Lignano

    Ps. come potrà vedere anche noi sulla nostra pagina Facebook qualche giorno fa avevamo postato il link all’interessante articolo sulla 6 Ore di Lignano e anche a noi era subito balzato agli occhi come Lignano fosse stata “spostata” in provincia di Venezia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *