Home / Lignano Sabbiadoro / turismo, parco avventura, classificazione acustica, stralignano, polizia, beach tennis e punto nascita

turismo, parco avventura, classificazione acustica, stralignano, polizia, beach tennis e punto nascita

Polizia

Da sabato 1 giugno 2013 apre ufficialmente il Posto di Polizia Temporaneo di Lignano Sabbiadoro per la stagione 2013. Lo ha reso noto il Questore di Udine Antonio Tozzi. Il Comando di Polizia sarà ubicato, come nelle passate stagioni, in viale Europa 98 nei locali appositamente attrezzati dal Comune di Lignano Sabbiadoro che si trovano accanto al Comando di Polizia Municipale. Oltre alle pattuglie sul territorio che saranno intensificate a partire dalla metà di giugno, saranno aperti l’ufficio immigrazione per le relative pratiche così come l’ufficio denunce. Il Posto di Polizia Temporaneo di Lignano Sabbiadoro rimarrà aperto fino al prossimo 15 settembre.

Punto Nascita addio

L’intervista sul Gazzettino della neo assessora alla Sanità sgombera il campo da speranze e illusioni; anche lei parla della chiusura dei punti nascita di Gorizia e di Latisana. In campo, ad onor del vero, mette dei se e dei ma, che per Gorizia significano il rapporto con la Slovenia – Nova Gorica e per Latisana il rapporto con Portogruaro. Spiace  sottolineare come questo rapporto sia stato poco e mal gestito e come non sia nato un  legame tra coloro i quali difendono (giustamente) la struttura di Latisana e quella della cittadina veneta. Occorre però ampliare il discorso e, siccome alla fine si parla di soldi, perché non mettere in campo anche il nuovo Pronto Soccorso di Lignano Sabbiadoro che potrebbe essere strutturato anche per gestire quello di Bibione? Un ragionamento complessivo sarebbe molto più utile, e forse non è tardissimo per farlo. Ma forse.

Beach Tennis  — segue  — clicca  —

beach tennis

Gli appuntamenti sportivi non mancano di certo a Lignano Sabbiadoro, così come non mancano le novità. Sabato e domenica è la prima volta del beach tennis che arriva nella località friulana grazie al Trofeo dell’Adriatico, evento che accenderà i riflettori su una disciplina sportiva entusiasmante per la quale l’amministrazione comunale di Lignano Sabbiadoro ha garantito il proprio patrocinio. Oltre a Lignano, il tour prevede gare a Civitanova Marche, Termoli, Cervia, Bibione e sarà alimentato da uno spirito che intende dare giusta importanza a un movimento di giocatori di categoria intermedia che – oltre a costituire l’asse portante del beach tennis è anche il punto di partenza per i futuri “top player”.  Per tutti i neofiti del beach tennis, sabato 1 giugno ci sarà un torneo promozionale aperto a tutti a partire dalle 11 presso il Bagno Ausonia (ufficio 9); un’occasione davvero preziosa per cimentarsi in questo sport resasi peraltro possibile grazie a un’immediata sinergia con l’amministrazione. Domenica 2 giugno invece si svolgerà il torneo Fit aperto a tutti gli atleti tesserati: a partire dalle 9.30 con il torneo di doppio maschile, alle 11.30 con quello femminile. Non è finita, perché Lignano è anche la città dello sport inteso come occasione di competizione sana e sviluppo dell’individuo: così, Mara Toso – la fiduciaria del beach tennis in Friuli Venezia Giulia, nonché – ha coinvolto gli studenti delle scuole medie e dell’Istituto Tecnico per il Turismo di Lignano Sabbiadoro. Per loro, l’appuntamento con il beach tennis è rispettivamente per il 4 e il 7 giugno.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

La prima uscita del periodico nel 1935 per promuovere il “veglione della stampa”. LIGNANO, IN MOSTRA CON LE PIÙ BELLE COVER DI “STRALIGNANO”.  Esposte le più significative copertine sullo “stile di vita balneare”. Pubblicazioni ininterrotte dal giugno del 1956, l’idea parte da tre giornalisti del Messaggero Veneto. La direzione dal 1987 a oggi è del giornalista de Il Gazzettino Enea Fabris.  Sabato 1 giugno alle 18.30 sarà inaugurata a Lignano Sabbiadoro, al Centro civico di via Treviso, la mostra fotografica Storia di Stralignano il “periodico di vita balneare” nato e vissuto negli anni grazie alle idee e all’impegno di giornalisti dei quotidiani Messaggero Veneto e Il Gazzettino.  L’esposizione raccoglie alcune tra le più significative copertine del periodico lignanese stampato per la prima volta il 16 giugno 1956 e da allora uscito ogni estate e senza alcuna interruzione.

Stralignano1

In realtà, un numero unico di Stralignano risale al febbraio del 1935 con l’intento di promuovere il veglione della stampa, attesissimo appuntamento di allora, alla Terrazza a mare. Dopo circa vent’anni, nella primavera del 1956, tre giornalisti del Messaggero Veneto: Isi Benini, Plinio Palmano e Lino Pilotti decisero di far vivere Stralignano con regolarità. La rivista ha conosciuto successivamente diverse direzioni e gestioni fino alla primavera del 1987 anno in cui il giornalista de Il Gazzettino Enea Fabris ha assunto la direzione per continuarla ancora oggi con impegno e grande entusiasmo.  Il Sindaco di Lignano Sabbiadoro Luca Fanotto e il presidente di Lignano Sabbiadoro Gestioni Loris Salatin inaugureranno ufficialmente la mostra mentre la presentazione critica sarà affidata al critico Vito Sutto.

Stralignano2

Apre da oggi il Parco Avventura

parco avventura

Sul facebook basta chiedere l’amicizia a Parco Avventura Unicef e si possono trovare i prezzi, poichè è una novità di quest’anno siamo presi con l’acqua alla gola e non sappiamo bene gli orari. Da sabato, se vi può interessare, il parco (minigolf e bar) saranno aperti dalle 09.00 della mattina fino a data da definirsi, il costo del minigolf per i bambini fino ai 12 anni è di 3 euro, per gli adulti 5 euro. Gli orari del percorso avventura sono da definirsi perché c’è bisogno degli ultimi ritocchi da fare, ovvero appendere i cartelli e i regolamenti.   L’ingresso al parco è gratuito; i percorsi del Parco Avventura sono 6 (tre per bambini e tre per adulti) i costi sono: bambini fino a 1m di altezza 5 euro, bambini fino ad 1.40m di altezza 10euro e gli adulti oltre 1.40m di altezza 15 euro.

Lignano, operatori soddisfatti per il piano di classificazione acustica

L’adozione da parte del Consiglio Comunale di Lignano Sabbiadoro del primo Piano di Classificazione Acustica e l’approvazione contestuale del Regolamento, in vigore da subito, per la disciplina delle attività temporanee rumorose hanno incontrato la soddisfazione dei cittadini e degli operatori economici locali. Questa mattina una nota congiunta di Consorzio Food&Drink, Ascom e dei pubblici esercizi di Lignano hanno diffuso una nota con la quale accolgono positivamente il lungo lavoro approdato nella seduta consiliare dello scorso 29 maggio. “É con soddisfazione – si legge nella nota – che il consorzio Food&Drink, l’Ascom e i pubblici esercizi di Lignano accolgono l’approvazione in Consiglio Comunale del piano di classificazione acustica che mira a mettere ordine all’interno del variegato mondo delle attività di intrattenimento della località. Risultati importanti per migliorare il soggiorno agli ospiti, raggiunti grazie alla sinergia tra i diversi operatori economici interessati e il Comune di Lignano”.   Una linea comune quella tenuta da amministrazione e operatori economici che punta a trovare il giusto equilibrio tra coloro che desiderano divertirsi e coloro che invece privilegiano una vacanza all’insegna della tranquillità. “Un passo in avanti – prosegue la nota – nella regolamentazione della categoria che permetterà di realizzare in un prossimo futuro un intrattenimento di qualità che possa tenere conto sia delle esigenze dei turisti che di quelle degli imprenditori che portano avanti in maniera corretta la propria attività”.  Lo stesso sindaco di Lignano Sabbiadoro Luca Fanotto insieme all’assessore all’urbanistica Paolo Ciubej confermano che non vi è alcuna guerra in atto, anzi. “Lignano è da generazioni luogo di incontro e di divertimento, e non cambierà certo la sua natura. C’è tuttavia la necessità, oltre che l’obbligo di legge, di definire con chiarezza cosa si può e cosa non si può fare, rispettando così le propensioni delle diverse tipologie di persone, turisti e non”.  Il Piano di Classificazione Acustica prevede cinque categorie di decibel all’interno delle quali sono state inserite le varie zone di Lignano. Si parte quindi dalla zona 1 del residenziale per poi “salire” progressivamente – in merito ai decibel ammessi – in corrispondenza di zone più turistiche fino a chiudere con quelle industriali.

Turismo, di Luigi Damiani

Luigi Damiani. Una leva per lo sviluppo. “Uno spreco inaccettabile che non possiamo proprio permetterci” Cosa significa non sfruttare a pieno le potenzialità del nostro patrimonio per rilanciare il turismo e la conseguente crescita del PIL. Queste le parole del presidente di Confindustria  Squinzi alla platea di imprenditori del turismo. Nella stessa giornata di ieri il Consiglio Regionale Veneto nel giorno dell’apertura della Biennale approva la nuova legge sul turismo. Nel vicino Veneto nell’ambito turistico operano 23 mila imprese con 655 mila posti letto quasi 16 milioni di arrivi e oltre 62 milioni di presenze e con 416 mila occupati. Nel Veneto il turismo rappresenta  8,2 del Pil per una spesa turistica di 11,4 miliardi. Alcune delle importanti novità nella nuova legge sul turismo in Veneto, la prima che le IAT fino ad ora gestite dalla Provincia diventeranno  uffici misti , pubblico-privato alle dipendenze della Regione con compiti di vendita turistica. La promozione verrà gestita da Veneto Promozione. Altro  elemento  che entro 18 mesi i consorzi dovranno liberarsi dei soci pubblici come Comuni , Provincie e Camere di Commercio. Qualcuno si chiederà cosa c’entra tutto questo con il turismo nella nostra regione? C’entra poco o tanto, questo lo deve decidere il lettore, ma sapere come si muove il turismo anche nelle altre regioni penso sia un elemento importante anche per il turismo del Friuli e delle località che come Lignano sono una colonna portante. Come dico spesso, guardiamo solo al nostro orto senza guardare al di là della rete, dove tutto si muove in modo diverso. Luigi Damiani

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

5 commenti

  1. Punto nascita: il paroliere elettorale Trabalza ha finito di profetizzare sul punto nascita? Chiude anche grazie a lui per essersi messo con i perdenti. Che delusione…

  2. Varda che Bibione ga za il Pronto Soccorso, l’è novo , l’è in Via Maia, e il gà anche alcune stanse per l’astanteria; no l’ha bisogno de Lignan per espanderse.

  3. Codromaz Alessio

    Nerazumen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *