Home / Lignano Sabbiadoro / Un mercoledì da Cocal: Stage a Bibione; Enduro Country; September Fest; Corale a Bibione; Contributi; il “delfino”; taglio alberi; Damiani; Lignanhollywood; Lignano e Carinzia;

Un mercoledì da Cocal: Stage a Bibione; Enduro Country; September Fest; Corale a Bibione; Contributi; il “delfino”; taglio alberi; Damiani; Lignanhollywood; Lignano e Carinzia;

Enduro Country Città di Lignano

enduro lignano

Domenica 19 ottobre alle ore 10.30 Mc Sabbiadoro – Enduro Country – Mini Enduro. Domenica 19 ottobre ritorna una della gare di enduro country più attese della stagione! Possibilità di pernottamento camper con piazzole, agevolazioni con hotel. RP e info evento presto disponibili nel sito www.mcsoffroad.it. Sabato 18 ottobre, in occasione del 20° anniversario del moto club Sabbiadoro, grande festa e concerto con le mitiche PinkArmada! Il tutto nella zona luna park di Lignano Sabbiadoro, capannone coperto con cucine !!

Rassegna Corale a Bibione, il 30 agosto, sabato

alpini bibione

Taglio alberi

In Via dello Stadio, a partire dal 25 fino al 30 agosto.

Contributi

6.100 euro a Danza sotto le Stelle, del 6 settembre all’Arena Alpe Adria; 2.500 per PianoBar Festival del 23 agosto;

Registrato “il delfino”

delfino

Al fine di essere accusati di fare “valanga di disinformazione”, facciamo copia incola della delibera con la quale viene registrato il marchio del delfino: “ … OGGETTO: Registrazione marchio figurativo della Città di Lignano Sabbiadoro. Impegni di spesa………….. DATO ATTO che il Comune di Lignano Sabbiadoro è proprietario di un logo, ispirato al disegno urbano progettato dall’arch. Marcello d’Olivo, rappresentante un delfino avente i colori verde, a simboleggiare le pinete e l’ambiente, giallo oro, a simboleggiare la spiaggia e il blu a rappresentare il mare, che ben identifica la realtà turistica e il territorio di Lignano Sabbiadoro…… spesa impegnata 311 euro

September Fest

Se verranno confermate ( ……) le voci che dicono di recenti acquisti da parte di operatori veneti di strutture turistiche organizzate di Lignano, vedrete che la festa di fine stagione si farà, eccome. Solo che non capisco perché dobbiamo aspettare che siano i veneti a insegnarci come si fa turismo: basta copiare!

Stage a Bibione

Domenica 21 settembre a Bibione, stage di Close Combat e Defenze System; ecco la locandina

IMG-20140826-WA0000

SE IL VENETO PIANGE IL FRIULI NON RIDE di Luigi Damiani

Secondo le dichiarazioni del Governatore del Veneto Zaia, questa è stata una estate tragica che ha fatto perdere al turismo Veneto oltre 2 milioni di presenze, tra mare e montagna mentre il lago di Garda sponda veneta sembra che abbia un leggero segno positivo. Il danno economico secondo Zaia si aggira sui 200 milioni di euro di mancati introiti da parte delle attività commerciali. Per quanto riguarda il mare da Bibione a Rosolina per ogni giorno di pioggia vengono calcolati circa 5 milioni al giorno di mancati introiti commerciali. Tutte le località della riviera veneta annunciano perdite di presenze oltre il 10 % con punte intorno al 25%.. Anche il Friuli V.G. non ride anzi i volti sono preoccupati da una stagione turistica che non è mai decollata né a Lignano né a Grado. Il calo di presenze è fin troppo evidente, ma Turismo F.V.G non è in grado di fornire i dati delle presenze o meglio forse non vuole fornirli in attesa di fare un consuntivo di fine anno che comunque sarà drammaticamente negativo. Certe situazioni andrebbero gestite diversamente per dare modo di mettere in corsa azioni promozionali che qualche beneficio porterebbero anche nel breve periodo che manca alla fine di una stagione turistica da dimenticare, ma che rimarrà negli annali della località di Lignano e anche di Grado. Situazione ancora più drammatica nelle montagne Friulane che sono state per certi versi disertate dai turisti. La Federalberghi tramite il suo referente regionale insite sul fatto che ci deve essere maggiore sinergia e considerazione della montagna friulana in occasione di feste, sagre e per quanto riguarda l’offerta enogastronomica e artigianale.. L’integrazione del turismo regionale tra mare e montagna , cultura e arte viene ampiamente descritta nel progetto regionale che è stato approvato e rettificato tra la Regione e Four Tourism che ha vinto la gara per il progetto turistico regionale 2014-2018. Siamo alla fine di una stagione turistica che avrà un segno negativo in tutta la regione a doppia cifra. E’ ora indispensabile attuare quanto previsto nel Progetto Regionale del Turismo per dare inizio ad un nuovo corso e percorso turistico. Lignano ha bisogno immediatamente di un rilancio sia in termini di comunicazione che di promozione per la prossima stagione turistica.. Gli investimenti dovranno essere fatti e gli operatori turistici della località dovranno intervenire anche economicamente per sostenere i progetti di promozione e commercializzazione del prodotto turistico Lignano sia in Italia che all’estero, investendo anche su nuovi mercati come il nord Europa. Strada difficile e anche onerosa ma non c’è ulteriore via da percorrere. E’ stato perso troppo tempo e per troppo tempo si è vissuto sugli allori del passato. E’ ora di ripartire per non morire. Luigi Damiani

TEMPO INCERTO di Luigi Damiani

Dopo la giornata soleggiata di domenica e lunedì, oggi martedì il sole è stato latitante a Lignano. Giornata grigia con   pioggia nel pomeriggio. Albergatori e commercianti preoccupati da una estate piovosa anche con temperature sotto la media che certo non hanno favorito l’afflusso turistico nella nostra località.. Turisti innervositi che passeggiano sulla asse commerciale sotto gli ombrelli indossando maglioni o giubbotti, ma molto desiderosi di spiaggia e mare, anche perché Lignano con la pioggia non ha grandi alternative. L’assenza di un cinema o di un teatro si fa sentire e questo è un problema che per la prossima stagione va risolto al di là del Patto di Stabilità che ha fermato il completamento dei lavori del Cinema City. Bisogna creare le situazioni per dare al turista qualcosa da fare nelle giornate non balneabili in loco o in regione. La cosa che rasserena per la prossima stagione tutti, è che per il calcolo delle probabilità è quasi impossibile che si ripeta una stagione meteorologica come questa.. Tiriamoci su le maniche e lavoriamo per un futuro migliore per Lignano e per il suo turismo. Luigi Damiani

Lignano sponsor il 26 e 27 settembre?

Potrebbe, Lignano, fare da sponsor a questo convegno….  piuttosto che pagare per certe manifestazioni…..e ne ha pagate tante il Comune, di….”leggere”, questa meriretebbe MOLTO di più

http://diblas-udine.blogautore.repubblica.it/2014/08/25/friuli-vg-carinzia-e-slovenia-cosi-vicine-e-cosi-sconosciute/

Lignanhollywood

Il nostro opinionista Damiani predica giustamente di avviare una campagna di promozione in vista del 2015, dimenticandosi che anche la Germania ha il PIL negativo e che le altra nazioni, Italia in testa, stanno peggio. Nella ipotetica classifica delle spese da fare, pane e bollette vengono al primo posto, seguite da casa e famiglia; credo che cultura e tempo libero stiano molto in basso e il turismo da quelle parti. Se non c’è crescita, non c’è turismo. Lignano può fare molto, solo se abbassa drasticamente i prezzi con offerte speciali, rimandando i guadagni a tempi migliori; il supermercato che lavora di più a Latisana è la LIDL: sarà mica un caso?

c'era una volta un'estate

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

4 commenti

  1. Damiani ha lanciato l’anatema:La cosa che rasserena per la prossima stagione tutti, è che per il calcolo delle probabilità è quasi impossibile che si ripeta una stagione meteorologica come questa.. Tiriamoci su le maniche e lavoriamo per un futuro migliore per Lignano e per il suo turismo.
    io fossi di lignano mi toccherei

  2. Francesco Puicher

    Rimango allibito alla notizia a mezzo stampa della querela de “Il Cocal”. Un’amministrazione che non ha nemmeno un’ufficio stampa in grado di gestire l’informazione del territorio che amministra, dove i cittadini si vedono costretti a cercare le notizie in rete, querela chi da anni cerca e diffonde le notizie al cittadino (una cosa che dovrebbe fare l’amministrazione stessa). E pensare che l’esecutore delle querele appartiene ad un partito che si dichiara DEMOCRATICO. Nel 2014 cosa c’è di democratico dietro la repressione della stampa libera? Mi sembrano sempre più scollati dalla realtà. Lignano Sabbiadoro, corre l’anno 1924.

  3. Lignano Pineta Holiday

    Gli alberghi di Lignano Pineta prendono le distanze dalla dichiarazione dell’assessore al turismo nei confronti del Messaggero Veneto.
    A Lignano Pineta compriamo quotidianamente il giornale ed invitiamo i lettori a continuare a venire a Lignano Pineta !!
    Per tutto Settembre troverete come sempre una calda accoglienza con la spiaggia di Pineta, gli alberghi, i ristoranti e i locali sempre aperti per darVi il miglior servizio !!
    E a Settembre conviene !!
    Lignano Pineta …Best Holiday !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *