Home / Lignano Sabbiadoro / Venerdì: Iniziative a Caorle; Concerti, due; contributi; Turismo, di Damiani

Venerdì: Iniziative a Caorle; Concerti, due; contributi; Turismo, di Damiani

Contributi

Generosa la Regione con Lignano; sul Messaggero di giovedì vediamo due stanziamenti, di 150.000 alla Getur per aprire e sistemare il bosco, rendendolo fruibile al pubblico, e ben 385.000 per iniziative di promozione turistica. Danza e Filologica’? O progetti in chiave internazionale? Vedremo.

Concerto, l’8

Natale in Jazz, martedì 8 dicembre alle 20.45 in Terrazza a Mare; ingresso libero.

Concerto, il 6

concerto del 6

RISPOSTA AL “TURISMO” di Luigi Damiani

Dato che mi è stato espressamente richiesto un parere attraverso questo blog, anche se non è mia prassi comunicare quante accade nelle riunioni dove sono presente, mi limiterò a fare alcune considerazioni, anche perchè di quanto si è parlato e discusso nella riunione del GOAL sembra di dominio pubblico.

Al GOAL di martedi erano presenti moltissimi operatori turistici, consorzi, associazioni e anche le istituzioni con il sindaco Fanotto,   gli uomini della giunta Meroi , Ciubej , Brini e il dirigente del comune Mareschi , inoltre era presente la Turismo Fvg con il dott. Bregant.

La presenza ad un GOAL di cotante persone circa 25 ( quando generalmente sono molto meno della metà) è stata determinata dal fatto che era presente Ejarque della Four Tourism, e dal quale tutti si aspettavano delle soluzioni per il futuro turistico di Lignano. Tutti si aspettavano che Ejarque tirasse fuori il coniglio dal cilindro.

Il dato eclatante che ha creato grande stupore nei presenti non certamente a me che analizzo costantemente i dati è relativo alla perdita di 1.750.000 presenze turistiche negli ultimi 6 anni, dal 2009 al 2014. Queste mancate presenze turistiche hanno generato nel periodo mancati ricavi per le attività turistiche e commerciali di Lignano che si possono stimare in 175-200 milioni di euro.

Se poi andiamo ancora più indietro negli anni dobbiamo dire che negli ultimi 20-25 anni abbiamo perso la metà delle presenze, da oltre 6 milioni a poco più di 3 milioni nel 2014, e qui quantificare la mancanza di ricavi diventa estremamente difficile.

Bisogna ricordare che il Consorzio Lignano Holiday e la Lisagest, hanno investito alcune decine di migliaia di euro per far elaborare un progetto alla Four Tourism, che da due stagioni giace in qualche cassetto.

Il progetto della Four Tourism c’è , basta metterlo in atto. Ovviamente vanno presi gli elementi e i target turistici che sono stati identificati come primari, cioè FAMILY, SPORT , e GIOVANI, adeguando anche le strutture ricettive , alberghi compresi. Per fare questo bisogna attivare degli investimenti, e qui come si usa dire cade l’asino.

Tutti si aspettano che la Regione dia contributi, pur sapendo che i soldi a disposizione sono pochi e nel futuro saranno sempre meno.

Ci sarebbe l’idea di attivare la tassa di soggiorno, per trovare la disponibilità economica, ma qui si crea la spaccatura tra favorevoli e contrari. Impraticabile secondo molti l’operazione proposta ancora due anni fa dal sottoscritto di fundraising, mentre in parte qualcuno vede benevolmente una tassa di scopo.

Diciamola e giriamola come vogliamo, ma Lignano ha bisogno di risorse economiche per migliorare il suo prodotto mare e riposizionarlo sul mercato, facendo investimenti nelle strutture per l’accoglienza turistica, servizi spiaggia , piste ciclabili tanto per citarne alcune, riqualificazione degli appartamenti ormai obsoleti e non più in linea con le richieste di mercato e anche di alcune strutture del comparto alberghiero.

Diventa prioritario il piano particolareggiato dell’arenile, per riqualificare la spiaggia, strutture , servizi e chioschi e la terrazza a mare.

Sarebbe stato fondamentale abbinare la riqualificazione del lungomare con il nuovo piano particolareggiato dell’arenile, ma anche qui si sono prese strade diverse . Da anni siamo in attesa sia del piano particolareggiato dell’arenile che del rifacimento del lungomare. Entrambi elementi essenziali per riqualificare la località in ambito turistico.

Poi senz’altro è primario il fatto di comunicare Lignano attraverso i social e i media, come è importante studiare un evento annuale o biennale di interesse internazionale per dare visibilità alla località.

Il problema di Lignano è anche di non essere riconosciuta a livello internazionale come meriterebbe per mancanza di visibilità sui media classici.

Four Tourism si è dimostrata estremamente disponibile, ma prima di tutto come dice Ejarque bisogna che gli operatori del turismo lignanesi e le istituzioni decidano dove e come vogliono andare avanti. Per farla breve cosa intendono fare da grandi pensando al futuro.

La mia considerazione personale è che non mi sono meravigliato del dato negativo, anzi ritengo che se non vi sarà una inversione di tendenza i dati sono destinati a peggiorare ancora. Il peggioramento delle presenze provoca una emorragia economica alla nostra località che ha nel turismo la sua unica economia . Pensiamo solo se Lignano negli ultimi anni avesse mantenuto le presenze di 10 anni or sono. Ci sarebbero stati ricavi con il segno più di 200 milioni di euro nel periodo, che non sono da buttare via vista la situazione economica che si è creata negli ultimi anni.. E’ da considerare che comunque questi 200 milioni di euro sono andati a beneficio di altre località turistiche nazionali o internazionali.

Ho sempre espresso la convinzione che venga fatto un tavolo tecnico di professionisti del settore del marketing, della comunicazione e promozione e degli eventi.

Gli operatori possono dare delle indicazioni, fare delle valutazioni , ma la progettualità e l’operatività deve essere fatta da professionisti e non dagli operatori del turismo, in quanto ognuno di loro tende a fare quello che più gli interessa senza pensare al vero bene della località.

Luigi Damiani

Iniziative a Caorle

caorle banner

Caorle, 13 e 20 dicembre 2015

Caorle di Sapori si terrà a Caorle Domenica 13 e domenica 20 Dicembre presso il Centro Civico in Piazza degli Oriundi addicente al Duomo. Due giornate di degustazioni Eccellenze del territorio ad ingresso libero, gli ospiti potranno deliziarsi dei migliori prodotti eno-gastronomici presenti nel territorio. Il mare ancora una volta risulta fulcro per il territorio circostante. Regalatevi un Divino Natale, venite a Caorle perchè il mare vive sempre!

Caorle per chi la conosce è sempre una bella riscoperta, meglio in inverno a parer mio, che pure ho avuto la “morosa” a Caorle. Per chi non c’è mai stato è questa una bella duplice occasione per visitare il centro storico, viso soprattutto nei fine settimana, e i molti locali tipici aperti anche nella bassa stagione. Se poi ci sono assaggi e degustazioni gratuite…..meglio ancora!

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

3 commenti

  1. La risposta “al turismo” di Luigi Damiani rispecchia fedelmente la situazione in cui sta Lignano Sabbiadoro.
    Ci vuole un amministrazione con le palle, tecnici del settore, esperti in marketing che si preoccupino di questa città.
    Non ci sono?…..prepariamoci solo ad andare verso lo sfacelo, i numeri da anni dicono questo chiaramente.

  2. Ospedale e punto Nascita….. complimenti ai nostri amministratori ????? Per la cattiva gestione dell’oggi e quella Pessima del domani !!!! Ricordiamoci al momento del Voto!!!
    Grandissimo esempio civico e di mediazione ….. persa ogni individualità !!!
    Non contiamo nulla !!! Solo il denaro prodotto …..:-)
    Alla prossima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *