Home / Lignano Sabbiadoro / via tolmezzo e libro, punto nascita, bocca e consorzio, agenzia entrate, costa vini, enduro e beffa,

via tolmezzo e libro, punto nascita, bocca e consorzio, agenzia entrate, costa vini, enduro e beffa,

Dal Comitato Nascere a Latisana riceviamo e volentieri pubblichiamo

L’altra mattina, insieme al Sindaco, siamo state in Ospedale. Ci era stato riferito, infatti, che alcune donne avevano partorito nelle nuove sale parto, e volevamo capirne di più. EFFETTIVAMENTE E’ VERO! Da lunedì 14 ottobre a Latisana sono in funzione le nuove sale parto, e già una decina di neonati le hanno “testate”! Crediamo che questa sia una NOTIZIONA!!!  Abbiamo chiesto informazioni al personale, che ci ha riferito di quanto è stato fatto: è stata aumentata la sicurezza, l’attenzione al benessere della mamma e del bebè, oltre ad aver posizionato una sala operatoria in locali attigui alla sala parto, così in caso di emergenza si può intervenire immediatamente, e non bisogna più trasportare la paziente su più piani… Ci hanno riferito che il tutto (arredi, attrezzature ecc.) è completamente nuovo e rispondente alle più recenti normative, cosa che colloca il nostro punto nascita tra le eccellenze anche dal punto di vista strutturale.   Vogliamo inviare un grazie al personale, che ha dimostrato che “si può fare”: il fatto che non ci sia stata nessuna interruzione di servizio per il passaggio tra i vecchi locali e quelli nuovi (neanche un minuto) dimostra che il personale ha saputo operare al meglio anche in condizioni “precarie” come in una fase di trasloco, che si è impegnato ed ha dimostrato di saper fare squadra, magari forse anche rinunciando temporaneamente alle ferie, chissà…   Siamo molto orgogliose che il nostro ospedale abbia un punto nascita nuovo di zecca e… ci piacerebbe sapere che ancora tante mamme potranno partorire in questa nuovissima struttura, per tanto tempo: crediamo infatti che sarebbe un vero delitto chiudere dopo tali e tanti investimenti!

Enduro e Quad: danno e beffa

Ovviamente non  ne ha colpa nessuno, se non lo sconosciuto impaginatore, ma certo ha fatto sorridere ( eufemismo) sia la versione cartacea che la pagina web di un noto quotidiano locale che, lunedì mattina, riportava gli elogi del Sindaco Fanotto,  così: “…ha espresso la sua soddisfazione ad ospitare questa tipologia di iniziative, in quanto sono capaci di attirare visitatori nella località turistica anche nel periodo di bassa stagione”. Articolo evidentemente preparato prima e pubblicato poi, solo che si son dimenticati di dire come è poi effettivamente andata….  Così chi, da tutta la Regione, lunedì ha letto il quotidiano, ha letto di una manifestazione che in realtà non c’è stata.

Costa vini, Latisana e Verona  su Internet e nel mondo

HomePageSito

La Cantina di Costa Vini, sede legale a Latisana e vigneti nel veronese, zona Lago di Garda, ha aperto un sito per la vendita on line dei suoi prodotti. Sono sempre di più in effetti le aziende che si affidano alla rete per farsi conoscere e per far arrivare i loro vini in tutto il mondo. Costa vini ha delle ottime bottiglie e la zona del Garda è famosa in tutta Europa e nel mondo: logico quindi il suo approdo nel WWW con la possibilità a tutti di accedere alla cantina con il Cabernet, la Corvina o il prestigioso Rosso della Marchesa. Tra i bianchi invece troviamo il Garganega, il Duchessa Bianca e il Nettare Reale. Ecco la prima pagine del sito, facilmente raggiungibile all’indirizzo www.costawineshop.it

Agenzia delle Entrate, vedi  www.latisana.it

Bernabò Bocca di Federalberghi all’Assemblea del Consorzio Lignano Vacanze

Lunedì pomeriggio e sera il presidente di Federalberghi nonché senatore del PdL, Bocca, è stato ospite di Lignano e del Consorzio. Davanti ad una cinquantina di associati, il presidente Luigi Sutto ha presentato l’ospite parlando di una stagione non positiva, e di una crisi che erode utili, ma soprattutto fiducia. Il Sindaco Fanotto, nel porgere il saluto di Lignano all’ospite, ha evidenziato i numero di una stagione negativa soprattutto per il turismo degli italiani e poi ha elogiato il Consorzio definendolo interlocutore attento e sensibile del comparto turistico. Fanotto ha anche lamentato  il caos fiscale nazionale che ha portato all’approvazione del bilancio solo a luglio. Il primo cittadino però ha anche posto l’accento sulla classificazione delle strutture alberghiere, in ritardo, che ha evidenziato qualche crepa nella qualità delle strutture ricettive, con un problema che poi si ripercuote nelle scelte del turista. Insomma, come abbiamo capito noi, molti alberghi non sono più all’altezza del 2014. Ha poi preso la parola Bocca; egli ha parlato di annata storica, che ha visto il turismo straniero sopravanzare quello italiano (51% a 49%), mentre prima si attestava su un 55/45 a favore del cliente di casa nostra. L’aumento degli stranieri porta inevitabilmente ad un cambiamento delle strategie: occorre unirsi assieme e andare massicciamente su Internet, abbandonando le fiere poco vantaggiose. In Italia i dati parlano di aumento dei tedeschi, degli austriaci e soprattutto dei russi. Bocca è stato assai critico verso la legge di stabilità (Finanziaria), anche se ha portato la novità di un emendamento che rende deducibile, in parte, 20%, la IMU dall’IRES. Nel fare una panoramica sugli investimenti pubblici per il turismo ha portato il paradossi dell’ENIT che ha un bilancio di 20 milioni dei quali 18 spesi per il mantenimento di sé stesso, a fronte dei 110 milioni della Francia e dei 160 della Spagna. Però se si aggiungono le spese delle varie Regioni, Province e CCIAA, si raggiungono i 400 milioni che appaiono come mal spesi, divisi e frammentati. Attaccata poi la tassa di soggiorno (che grava solo sugli alberghi e non sull’indotto), ha chiuso con una proposta – provocazione molto forte: Lignano e Bibione, Friuli e Veneto, la Riviera del nord est devono unire gli sforzi e fare fronte comune per la conquista di spazi nel mondo del turismo. Bocca l’ha definita una strategia vincente e soprattutto irrinunciabile e irrimandabile.

sutto e bocca

sutto e bocca e assemblea

Transenne, di Luigi Damiani

via tolmezzo lunedì 2

via tolmezzo lunedì

Via Tolmezzo è stata transennata al passaggio auto da via Carnia a Piazza Fontana lunedì mattina, mentre rimane percorribile la parte ai lati per i pedoni. Poi nel pomeriggio la strada è rimasta solo transennata ai lati come si vede nella foto. In questi giorni la situazione è precipitata in quanto si sono creati pericolosi avvallamenti nel centro strada. La pericolosità dell’abbassamento o innalzamento delle plotte hanno obbligato la chiusura dell’asse stradale, in quanto pericolosa per i pedoni che potevano inciampare e cadere. Questa è una situazione che si protrae da tempo e che deve essere affrontata velocemente. Purtroppo mancano i fondi ai lavori pubblici, la richiesta dell’assessore di avere dei soldi per affrontare le problematiche urgenti è stata accontentata solo in parte. Mi chiedo come un assessorato così importante ed essenziale che deve fare dei lavori urgenti e mettere in sicurezza la viabilità non debba essere accontentato su delle richieste motivate. In compenso si spendono soldi su attività non urgenti come ad esempio il libro fotografico  che poteva essere posticipato nel tempo, ma per qualcuno importante oggi come elemento autoreferenziale.  Oppure su bandi per assunzione di persone e dirigenti  dalla utilità contestata e contestabile. Purtroppo ci sono molte cose che non funzionano e i nodi potrebbero venire presto al pettine. Luigi Damiani

n.d.c. …qualcuno sa dei costi del libro di 800 pagine?

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

Un commento

  1. riccardo poleselli

    Lavorio pubblici=0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *