Home / Lignano Sabbiadoro / wwf, lepore, macchina amministrativa e mare d’am..are

wwf, lepore, macchina amministrativa e mare d’am..are

Riorganizzata la macchina amministrativa

Era stato uno dei punti più importanti del programma elettorale del Sindaco Fanotto, la riorganizzazione della macchina amministrativa e la materia è piuttosto complessa. Probabilmente verrà illustrata al meglio questa sera durante la riunione pubblica delle 20.00 al Centro Civico, ma ne anticipiamo alcuni aspetti, pur col la difficoltà di capire il..burocratese.

Per le realizzazioni degli obiettivi/azioni contenuti nel programma elettorale sono stati individuati alcuni aspetti essenziali e precisamente:

1)   sostenere il ruolo di cabina di regia dell’Ufficio di Direzione Strategica;

2)   rilanciare l’e-government, per una radicale semplificazione e ridefinizione dei rapporti tra utenti e cittadini e per superare la frattura tra innovazione tecnologica ed innovazione amministrativa

3)   lo  Sportello Unico del Cittadino come punto di accesso unificato e la creazione dell’URP;

L’obiettivo che si pone la giunta e che ha quindi deliberato questo indirizzo, che poi si dovrà tramutare in altri atti conseguenti e che dovrebbe portare al miglioramento dei servizi a parità o riduzione dei costi, ha fatto sì che venissero creati questi riferimenti, di cui il primo, una sorta di City Manager reperito sul mercato del lavoro, è sicuramente il più importante. Anche lo Sportello Unico ha la sua importanza, dovrebbe evitare alla gente di andare da un posto all’altro per fare una pratica, lasciando alla macchina amministrativa il controllo delle carte che solitamente giacciono all’interno della stessa.  Infine, ma non ultimi per importanza, l’URP, relazioni con il pubblico che dovrebbe essere una sorta di primo impatto con l’utenza e la possibilità di fare gli appalti accentrando le procedure e le scelte; comunque vediamo il deliberato:

a)   l’ Ufficio di Direzione Strategica, che possa supportare gli organi di governo nell’attuazione delle scelte fondamentali dell’Amministrazione Comunale e possa garantire un corretto controllo di gestione amministrativa, rispondendo a questo bisogno con una figura dirigenziale extra dotazione organica a tempo determinato;

b)   gli Sportelli Unici del Cittadino, in particolare quelli delle Attività Produttive, dell’Edilizia e delle manifestazioni che consentano di accedere agli uffici da un unico punto presso il Comune;

c)   l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP);

d)   la Stazione unica appaltante quale servizio funzionale a tutta la struttura e in grado di razionalizzare e sveltire gli adempimenti in capo all’amministrazione;

Non è poco, anche se scritto così risulta difficile da capire, soprattutto perché bisognerà vedere “la persona” che poi andrà a interpretare il desiderata della giunta. Insomma alla fine è sempre questione di scegliere le persone giuste. Stasera ne sapremo di più.

Ritorna “Natale d’a…mare”

Le manifestazioni, compreso il presepe di sabbia, si effettueranno dal 8 dicembre al 6 gennaio 2013.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Coste sotto assedio. Il WWF: “anche colpa dei cambiamenti climatici e delle emissioni incontrollate di co2”. Dopo le mareggiate che hanno devastato i litorali della regione, domenica 18 il WWF organizza una manifestazione a Grado. L’associazione: “Inutili i costosissimi interventi di apporto artificiale di sabbia se non si arresta l’irrazionale prelievo di inerti dai fiumi”. La linea di costa modificata in modo permanente, interi tratti di spiaggia letteralmente cancellati, danni per milioni di euro: sono gli effetti delle mareggiate e delle sciroccate che negli ultimi giorni hanno devastato le due località più importanti della regione, Grado e Lignano. Effetti vicini, tangibili, locali per un fenomeno di portata globale, quello dei cambiamenti climatici, l’effetto serra, l’innalzamento del livello dei mari e l’erosione costiera, su cui il WWF torna a puntare il dito organizzando, per il secondo anno consecutivo, una manifestazione sulla spiaggia di Grado. Domenica 18 novembre, a partire dalle 14.30 lungo il tratto di spiaggia prospiciente via Milano, a Grado vecchia, i volontari del WWF insceneranno un pranzo in acqua, con tanto di tavolo apparecchiato e alcune persone impegnate a mangiare e conversare, con i piedi in acqua. Una provocazione che ha l’obiettivo di riportare l’attenzione su gli effetti locali dei cambiamenti climatici: da tempo ormai gli esperti spiegano che le prime località a fare le spese dell’innalzamento del livello del mare e dell’erosione costiera, provocata anche dal prelievo irrazionale di inerti, saranno, e gli eventi di questi giorni dimostrano che lo sono già, la penisola di Lignano,  l’isola di Grado, e più a est Monfalcone, e per effetto del solo innalzamento del livello del mare anche il tratto urbanizzato fra Trieste e Muggia.  “Il riscaldamento globale in Italia è ancora percepito come distante – fa notare l’associazione – ma le conseguenze le stiamo iniziando a subire già a casa nostra. Continuando ad immettere CO2 in atmosfera senza controllo, vi sarà un ulteriore incremento della temperatura terrestre, che comporterà la dilatazione termica dell’acqua degli oceani e soprattutto lo scioglimento delle calotte polari. Questo potrebbe far salire il livello dei mari da alcuni decimetri a vari metri, nelle ipotesi più gravi”. Ma l’intento del WWF è anche quello di porre l’attenzione su un secondo tema, quello dell’erosione costiera, che è diretta conseguenza dei continui e irrazionali – cioè privi di valutazione scientifica – prelievi di inerti dai corsi d’acqua, in particolare dal Tagliamento, dal Torre, dall’Isonzo, dal Cellina e dal Meduna. Se non c’è sufficiente apporto di sedimenti sulla costa perché ghiaie e sabbie vengono prelevate dagli alvei a centinaia di migliaia di metri cubi, in base alle esigenze dei cavatori e per realizzare le grandi opere ma non in base alle reali disponibilità naturali, ecco che l’effetto è la scomparsa dei litorali. “Se l’equilibrio naturale non sarà garantito – conclude il WWF -, a nulla serviranno interventi faraonici e costosissimi di protezione o di apporto artificiale di sabbia, come quelli che si stanno già progettando a Grado e Lignano”. L’appuntamento, dunque, è per le 14.30 di domenica 18 novembre sulla spiaggia davanti a via Milano, a Grado vecchia.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Da: Germano Lepore Oggetto: CHIARIMENTO

Buona sera. Sono Germano Lepore, amministratore della Lepore srl Pubblicità & Servizi di Latisana. In merito all’articolo, pubblicato sul vostro portale, riguardante la distribuzione del giornale “Il Comune Informa Lignano Sabbiadoro” comunico che la distribuzione verrà eseguita porta a porta ai solo residenti e pertanto anche durante l’estate la tiratura non sarà molto diversa dalle quantità invernali e primaverili. I giornali si potranno ritirare anche negli uffici comunali. Cordiali saluti. Germano Lepore. Lepore srl

Guarda anche

CECILIA SCERBANENCO DA MILANO A LIGNANO SABBIADORO

Traduttrice, laureata in filosofia medievale, figlia di Giorgio Scerbanenco scrittore e giornalista che non ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *